Arte moderna SculturaMostre a Rovigo

Virgilio Milani e l’Arte del ‘900 in Polesine

  • Quando:   25/03/2023 - 25/06/2023
  • evento concluso
Virgilio Milani e l’Arte del ‘900 in Polesine

Il 15 marzo di 45 anni fa, correva l‘anno 1977, a Rovigo veniva a mancare Virgilio Milani, l’artista polesano più apprezzato dell’intero Novecento. Era nato, sempre a Rovigo, 29 febbraio 1888. Per l’intera sua esistenza, fatta salva la frequentazione dell’Accademia di Venezia, non si mosse mai dalla sua terra.

Tra pochi giorni, il 25 marzo, prenderà il via al Roncale una mostra che ne ripercorrerà la vicenda artistica ponendola all’interno dell’ambiente rodigino in cui essa interamene si sviluppò.

Virgilio Milani e l’Arte del ‘900 in Polesine”, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, è curata da Alessia Vedova e si potrà ammirare al Roncale sino al 25 giugno.

Nel suo testamento Milani chiarì di non volere che nessuna mostra gli fosse dedicata una volta venuto a mancare. Non aveva voluto essere protagonista di nessuna monografica in vita e altrettanto voleva avvenisse anche dopo la morte.

«Una volontà, così esplicitamente dichiarata, andava rispettata», afferma Alessia Vedova, curatrice della prossima rassegna al Roncale. «Anche in ossequio alla volontà dell’artista, abbiamo proposto una esposizione collettiva, nella quale accanto a Milani ad essere raccontata, sia pure in modo ristretto e inevitabilmente parziale, è l’Arte del ‘900 in Polesine, come non a caso indica il titolo della rassegna.... leggi il resto dell'articolo»

Milani ne sarà, ovviamente, il protagonista, ma in parallelo alla sua vicenda intendiamo far emergere gli altri protagonisti di ottant’anni di arte polesana».

Non a caso, Alessia Vedova dedica il suo saggio introduttivo del catalogo della mostra al “Gigante schivo”. «Gigante – scrive la curatrice – perché nell’ambito della sua arte, la scultura, egli fu certamente un grande. Schivo, nel senso di non protagonista, perché, per carattere e scelte personali, si mantenne sempre fuori dall’agone nazionale e internazionale dell’arte, scegliendo di non uscire dal suo Polesine. Allievo della Accademia di Venezia, rifiutò una borsa di studio biennale a Parigi, opportunità che gli avrebbe permesso di entrare in contatto con il milieu culturale e artistico dell’epoca, di aprire i suoi orizzonti.

Fin da subito mostrò di rifuggire gli ambienti mondani e le occasioni dove si sentiva costretto ad apparire. Rifuggiva sia le rassegne personali sia la mercificazione delle sue opere nelle gallerie. Trascorreva le sue giornate a modellare a plasmare bronzi, terrecotte e sculture femminili. Elesse quale luogo del cuore – o sarebbe meglio dire come suo rifugio creativo – prima la sua casa di Via Trieste e poi l’atelier presso la sinagoga moresca di Via Corridoni. Un atelier ricercato e scelto perché in quegli ambienti la luce “diretta” dialogava con le sue opere, colpendole in maniera radente, evidenziandone il modellato e impreziosendole di riflessi ed ombre. Milani, per oltre sessant’anni testimone artistico di questo territorio, è vissuto in modo decisamente più “appartato” rispetto ad altri scultori della sua epoca. Una scelta, la sua, che lo ha oggettivamente penalizzato in fatto di notorietà ma che, per converso, gli ha consentito di coltivare una precisa, solitaria identità». Identità che la mostra al Roncale si propone di mettere in luce.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Virgilio Milani e l’Arte del ‘900 in Polesine

Apertura: 25/03/2023

Conclusione: 25/06/2023

Organizzazione: Fondazione Cariparo

Curatore: Alessia Vedova

Luogo: Rovigo, Palazzo Roncale

Indirizzo: Piazza Vittorio Emanuele, 25 - 45100 Rovigo

Sito web per approfondire: https://www.fondazionecariparo.it



Altre mostre a Rovigo e provincia

Arte moderna

Henri de Toulouse-Lautrec a Palazzo Roverella

"Henri de Toulouse-Lautrec", in programma dal 23 febbraio al 30 giugno 2024, è la mostra internazionale primaverile di Palazzo Roverella, Rovigo. leggi»

23/02/2024 - 30/06/2024

Veneto

Rovigo

Arte contemporanea

Morgian. Paesaggi Metropolitani e oltre

"Paesaggi Metropolitani e oltre": una riflessione pittorica sulle trasformazioni delle città contemporanee e il loro impatto sulla nostra percezione del mondo attraverso la visione artistica di Morgian. leggi»

05/04/2024 - 21/04/2024

Veneto

Rovigo

Ingresso libero

Fotografia Grandi Personaggi

Giacomo Matteotti (1885 –1924). Storia di un uomo libero

Dal 5 aprile al 7 luglio 2024 in occasione del centenario della morte di Giacomo Matteotti, Palazzo Roncale a Rovigo ospita la mostre "Giacomo Matteotti (1885 –1924). Storia di un uomo libero". leggi»

05/04/2024 - 07/07/2024

Veneto

Rovigo