Eve Arnold

Eve Arnold, nata Cohen, figlia di un rabbino emigrato dalla Russia in America, contende ad Inge Morath il primato di prima fotografa donna ad essere entrata a far parte della Magnum. Furono infatti loro due le prime fotografe ad essere ammesse a pieno titolo nell’agenzia parigina fondata da Robert Capa nel 1947. Un’agenzia prima di loro, riservata solo ai grandi fotografi uomini come Henri Cartier – Bresson o Werner Bischof.
Ed è un caso fortunato che le due prime donne di Magnum siano protagoniste di altrettante retrospettive parallele in Italia entrambe promosse per iniziativa di Suazes: la Morath a Treviso, in Casa dei Carraresi, e ora la Arnold ad Abano Terme in questa mostra.
A chiamare Eve Arnold in Magnum fu, nel 1951, Henri Cartier -Bresson, colpito dagli scatti newyorkesi della fotografa. Erano le immagini di sfilate nel quartiere afroamericano di Harlem, a New York. Quelle stesse immagini, rifiutate in America per essere troppo “scandalose”, vennero pubblicate dalla rivista inglese Picture Post.
Nel 1952 insieme alla famiglia Eve Arnold si trasferisce a Long Island, dove realizza uno dei reportage più toccanti della sua carriera: “A baby’s first five minutes”, raccontando i primi cinque minuti di vita dei piccoli nati al Mother Hospital di Port Jefferson. Nel 1956 si reca con un’amica psicologa ad Haiti per documentare i segreti delle pratiche Voodoo.
Chiamata a sostituire il fotografo Ernst Haas per un reportage su Marlene Dietrich, inizia la frequentazione con le celebrities di Hollywood e con lo star system americano. Nel 1950 l’incontro con Marilyn Monroe, inizio di un profondo sodalizio che fu interrotto solo dalla morte dell’attrice. Per il suo obiettivo Joan Crawford svela i segreti della sua magica bellezza. Nel 1960 documenta le riprese del celebre film ”The Misfits”, “Gli spostati”, con Marilyn Monroe e Clark Gable, alla regia John Houston e alla sceneggiatura il marito dell’epoca di Marilyn, Arthur Miller.
Trasferitasi a Londra nel 1962, Eve Arnold continua a lavorare con e per le stelle del cinema, ma si dedica anche ai reportage di viaggio: in molti Paesi del Medio ed Estremo Oriente tra cui Afghanistan, Cina e Mongolia.
Fra il 1969 e il 1971 realizza il progetto “Dietro al velo”, che diventa anche un documentario, testimonianza della condizione della donna in Medio Oriente.

Ultimo aggiornamento: 25/01/2024

Mostre ed eventi pubblicati su Itinerarinellarte.it

Incontri e cultura

Helena Janeczek. La ragazza con la Leica

Helena Janeczek. La ragazza con la Leica

Giovedì 15 febbraio 2024 Helena Janeczek, autrice del romanzo che racconta la vita di Gerda Taro, dialoga con il direttore artistico di CAMERA, Walter Guadagnini.

evento concluso
15/02/2024

Piemonte

Torino

Ingresso 3€

Fotografia

Eve Arnold. L'Opera 1950-1980

Eve Arnold. L'Opera 1950-1980

Dal 23 settembre 2023 al 7 gennaio 2024, il Museo Civico San Domenico di Forlì ospita una mostra che celebra una straordinaria fotografa: Eve Arnold.

evento concluso
23/09/2023 - 07/01/2024

Emilia Romagna

Forlì-Cesena

Fotografia

Eve Arnold. Tutto sulle donne - All About Women

Eve Arnold. Tutto sulle donne - All About Women

Alla Casa Museo Villa Bassi una retrospettiva dedicata interamente a una delle prime donne, con Inge Morath, a far parte della Magnum, agenzia parigina. Una mostra, questa, che mette in luce la sensibilità femminile in...

evento concluso
17/05/2019 - 11/01/2020

Veneto

Padova

Fotografia

Magnum Life

Magnum Life

La mostra di Cremona si focalizza sul rapporto fra la più famosa rivista americana Life e la celebre agenzia fotografica Magnum Photos per analizzare come reportage fotografici, riferiti ad avvenimenti storici del ventesimo...

evento concluso
04/03/2017 - 11/06/2017

Lombardia

Cremona

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso