Con i libri nel cuore. Passaggi Festival 2024

  • Quando:   26/06/2024 - 30/06/2024

Arte graficaMostre a Pesaro-Urbino


Con i libri nel cuore. Passaggi Festival 2024

Con i libri nel cuore: l'immagine di Passaggi Festival 2024 firmata dai creativi Andrea Zaccone e Luca Guerra.

Un cuore di libri dentro un robot giocattolo vintage a suggerire la convivenza, e il contrasto, tra meccanica e sentimento. È l'immagine di Passaggi Festival 2024, la manifestazione dedicata alla saggistica in programma a Fano dal 26 al 30 giugno, organizzata da Passaggi Cultura col contributo di Comune di Fano, Regione Marche, Librerie Coop e altri sponsor privati.

Il visual è stato creato da Zaccone Guerra, studio grafico fanese al quale è affidata da questa edizione la comunicazione visiva dell'evento. L'immagine declina il tema 2024 'L'errore e l'artificio' che si concentra sulle implicazioni dell'intelligenza artificiale e, in particolare, su quel terreno molto umano e poco calcolabile che è il 'sentimento dell'errore'.

"L'intelligenza artificiale, difficilmente visualizzabile, è stata resa visivamente da un vecchio robot di latta, un gioco per bambini –spiegano i creativi Andrea Zaccone e Luca Guerra - la macchina che una volta era una macchina meccanica, non pensante, un innocente giocattolo, si è via via perfezionata, affinata e in molti casi sostituita all'uomo".

Il rimando al giocattolo esorcizza la nostra paura di non essere più al centro del mondo, mentre il cuore di libri è lo scarto che ci conserva umani: "La macchina meccanica è diventata elettronica –proseguono- cervelli "pensanti" programmati dall'uomo per l'uomo. Ma fino a quando e quanto si potranno sostituire all'uomo stesso? Quello che una volta era un innocente giocattolo, oggi potrebbe davvero diventare un "pericolo" per la nostra creatività? Nel riflettere sul tema 2024 ci siamo posti queste domande, lasciando ai libri di rappresentare simbolicamente quell'umanità che rischiamo di perdere e che, nello stesso tempo, ci può salvare. Ringraziamo Passaggi Festival, lavorare insieme rappresenta per noi una grande soddisfazione e uno stimolo importante".... leggi il resto dell'articolo»

"Siamo felici di aver avviato questa nuova collaborazione una realtà giovane ma già consolidata come lo studio Zaccone/Guerra che da anni si esprime ad ottimi livelli –commenta il direttore di Passaggi Festival, Giovanni Belfiori- consapevoli che la parte grafica di un evento non è mai neutra, ma rappresenta di per sé un elemento importante di identificazione e che la ricchezza di una manifestazione culturale dipende anche dalla molteplicità di spunti e di idee che si è in grado di fornire".

Lo studio, fondato a Fano nel 1996 con il nome di Zagù Associati, diventa Zaccone Guerra studio associato nel 2012. Innumerevoli sono i progetti, le realizzazioni e le collaborazioni avviate negli anni soprattutto per aziende private del settore industriale, enti e società dislocate per lo più sul territorio, ma anche fuori regione. Tanti anche i riconoscimenti ottenuti dallo studio in vari concorsi in Italia e all'estero: tra i più recenti la selezione nel 2022 della corporate identity per il city brand di Fano come una tra le più significative d'Italia.

Il sentimento dell'errore è incalcolabile. Nell'era dell'Intelligenza Artificiale, il difetto, la svista, la macchia che inceppa l'ingranaggio può tradursi facilmente con una parola: bug, e tutto si resetta.

Cadere in errore, del resto, presuppone un movimento: il bisogno di fermarsi e ripartire. La macchina che sbaglia, invece, non ha bisogno di fermarsi, ingloba o espelle l'errore nel suo procedere incessante e lineare. Ma non lo ha accettato, se ne è solo ripulita.

L'Intelligenza Artificiale apprende dal proprio errore e dell'errore ha memoria, ma non sentimento - che è la capacità di guardarsi indietro e non soltanto di ricordare; ha contezza ma non ferite; consapevolezza ma non nostalgia. Con l'errore, l'Intelligenza Artificiale non viene a patti. Quello che fa è tendere sempre alla perfezione, sapendo tutto ma non avendone alcuna stima, né paura.

Sulla macchina, la tecnologia interviene costantemente per liberarl dagli errori, perché una macchina sbagliata semplicemente non funziona, costa troppo, non è utile.

Macchine sbagliate siamo noi esseri umani, perfette nell'imperfezione. Ciò che fa la differenza tra noi e l'AI non è sapere di aver commesso un errore, bensì sperare di commetterne ancora.

Stratificare l'errore, accettarlo o volerlo dimenticare, sentirne il peso, lasciare che sia seme di bellezza e spiraglio di nuove scoperte, temere o confidare che possa succedere ancora: di fronte a una tecnologia costretta ad andare sempre verso la perfezione, tutto ciò sarà la misura della nostra umanità.

I siti collegati a Passaggi Festival
Scuola di Scrittura Passaggi: https://www.scuolapassaggi.it/
Blog letterario Il Cappuccino delle Cinque: https://www.ilcappuccinodellecinque.it/
Podcast Spotify: https://open.spotify.com/show/0iSyGAZPWBYEMwc7HOgpfb

Passaggi Festival tra 'L'errore e l'artificio'
La dodicesima edizione dell'evento dedicato alla saggistica con un tema che riflette sulle implicazioni dell'Intelligenza Artificiale.
Premi, incontri con l'autore, laboratori, spettacoli: in programma oltre 150 eventi a ingresso gratuito, di cui 100 presentazioni librarie.

Si può già segnare in calendario l'appuntamento con i 'libri vista mare' di Passaggi Festival. La dodicesima edizione dell'evento dedicato alla saggistica è in programma a Fano (PU) dal 26 al 30 giugno, è sostenuta da Comune di Fano e Regione Marche, e fa parte del calendario delle iniziative di Pesaro Capitale italiana della Cultura.
Tema di questa edizione è 'L'errore e l'artificio', uno spunto di riflessione sul rapporto tra l'intelligenza artificiale e il 'sentimento' dell'errore che non le appartiene e che, invece, è proprio della nostra umanità. Perché, come si legge nella motivazione "la macchina che sbaglia ingloba o espelle l'errore nel suo procedere incessante e lineare. Ma non lo ha accettato, se ne è solo ripulita. L'Intelligenza Artificiale apprende dal proprio errore e dell'errore ha memoria, ma non sentimento - che è la capacità di guardarsi indietro e non soltanto di ricordare; ha contezza ma non ferite; consapevolezza ma non nostalgia". Da qui, la nostra unicità che consiste nella possibilità di "stratificare l'errore, accettarlo o volerlo dimenticare, sentirne il peso, lasciare che sia seme di bellezza e spiraglio di nuove scoperte, temere o confidare che possa succedere ancora". Un sentimento dell'errore misura della nostra umanità al cospetto di una tecnologia costretta ad andare sempre verso la perfezione.
Proprio al tema sarà dedicato il discorso notturno del festival, che arriverà a conclusione di cinque giorni di presentazioni librarie, incontri con gli autori, laboratori, mostre e spettacoli, dal mattino fino a tarda notte in 11 sedi tra centro storico e lungomare. Quattro i riconoscimenti che saranno assegnati nel corso del festival: il Premio Passaggi, il Premio giornalistico "Andrea Barbato", il Premio Fuori Passaggi e il Premio 'Una Lettura fra le nuvole' per graphic novel inedite.

Il festival è suddiviso in rassegne tematiche che saranno allestite nei luoghi più suggestivi della città, a partire da piazza XX settembre dove troveranno posto gli autori più noti al grande pubblico, per proseguire con i giardini del Pincio dove 'Fuori Passaggi Music & Social' parlerà alle nuove generazioni. La Mediateca Montanari sarà il luogo dei laboratori e dei libri per bambini e ragazzi, mentre sul lungomare di Lido e Fosso Sejore saranno in programma presentazioni librarie all'ora di colazione (Bon Bon Art Cafè) e dell'aperitivo (Bagni Elsa). La cornice quattrocentesca del Chiostro delle Benedettine si aprirà alle rassegne specialistiche su intelligenza artificiale, arte, filosofia, scienza, storia, geopolitica, economia, e attualità. Queste ultime saranno ospitate anche nell'ex chiesa di San Francesco che, inoltre, darà spazio alla poesia.
Al Bastione Sangallo, la terrazza-giardino sui tetti della città, torna la rassegna di saggistica dedicata a "Mente Corpo Anima" con pratiche di benessere e presentazione di libri. Novità di questa edizione è l'apertura della libreria 'Passaggi Libri e Caffè' che ospiterà la rassegna di graphic novel 'Passaggi fra le nuvole' e una mostra di tavole a fumetti. Non mancheranno i 'Calici di scienza', le conversazioni con aperitivo con i docenti dell'Università di Camerino (Sala da tè 'L'Uccellin Belverde'). Nel programma, infine, una masterclass di scrittura curata da Scuola Passaggi e le visite guidate alla scoperta di Fano e del territorio. 

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Con i libri nel cuore. Passaggi Festival 2024

Apertura: 26/06/2024

Conclusione: 30/06/2024

Organizzazione: Passaggi Cultura col il Comune di Fano

Indirizzo: Via Castelfidardo, 5 - 61032 Fano (PU)

Per info: passaggi.info@gmail.com | Whatsapp +39 3332680554

Sito web per approfondire: https://www.passaggifestival.it/