Dipingiamo di nuovo il cattolicesimo

  • Quando:   19/04/2023 - 21/05/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a Roma


Dipingiamo di nuovo il cattolicesimo
JAROSŁAW MODZELEWSKI F©Marek Gardulski - Fundacja Swietego Mikolaja

Dipingiamo di nuovo il cattolicesimo”. Dieci dipinti contemporanei dedicati all’immagine di Gesù Misericordioso, realizzati da dieci pittori polacchi secondo la visione di santa Faustina, saranno in mostra nei Musei di San Salvatore in Lauro dal 19 aprile al 21 maggio 2023.

Il vernissage si svolgerà mercoledì 19 aprile ore 18.30 nei Musei di San Salvatore in Lauro. Seguirà un concerto del coro universitario dell’Angelicum, che eseguirà canti tradizionali liturgici a cappella nel Salone dei Piceni dei Musei di San Salvatore in Lauro.

La mostra, che mira a far rivivere la tradizione dell'arte sacra e il mecenatismo ecclesiastico delle belle arti, fa parte del progetto "Dipingiamo di nuovo il cattolicesimo", ideato dall'Istituto di Cultura San Giovanni Paolo II della Pontificia Università San Tommaso d'Aquino, dall’Angelicum di Roma e dalla Fondazione San Nicola con sede a Varsavia.

Il culto della Divina Misericordia

I dipinti sono stati realizzati in conformità con le istruzioni originali scritte da santa Faustina Kowalska nel suo famoso “Diario”: all’inizio del secolo scorso, Cristo sarebbe apparso a suor Faustina per chiederle di dipingere un'immagine “secondo lo schema che vedi”, con la firma “Gesù, confido in Te”. Questa citazione, annotata nel "Diario", racconta la storia delle rivelazioni che la Santa ricevette sul mistero della “Divina Misericordia”. La santa ebbe questa visione il 22 febbraio 1931, ma fu solo nel 1934 che il dipinto fu effettivamente realizzato. Santa Faustina fu infatti inizialmente turbata da questa richiesta di Gesù, poiché non era in grado di dipingere. Fu solo un paio d'anni dopo, a Vilnius (allora Polonia, ora Lituania), che il beato padre Michał Sopoćko (sacerdote che fu suo confessore) l'aiutò a realizzare la richiesta ricevuta da Gesù Cristo, chiedendo al pittore Eugeniusz Kazimirowski di realizzare il dipinto, secondo precise e dirette istruzioni di santa Faustina. Tuttavia la santa pianse quando vide il risultato finale, perché sentiva che era purtroppo lontano dalla verità, dalla visione di Gesù che aveva avuto. Scriverà poi nel suo “Diario”: “(...) ho visto che (l'immagine) non è bella come Gesù, (e) mi sono rattristata molto. (...) ho fatto un bel pianto. Ho detto al Signore: 'Chi ti dipingerà bello come sei?'".... leggi il resto dell'articolo»

Il dipinto di Kazimirowski, l’"originale" che fu creato sotto la supervisione di santa Faustina, è ora esposto nella cattedrale di Vilnius. Una copia di quell'immagine si trova a Roma, in una delle cappelle della Basilica di “Santa Maria Maggiore”.

Gli artisti polacchi che hanno realizzato le dieci opere, in una una combinazione di arte astratta, spirituale e figurativa, hanno seguito un'attenta preparazione prima di iniziare il loro lavoro. Sono Jarosław Modzelewski, Ignacy Czwartos, Wincenty Czwartos, Jacek Dłużewski, Wojciech Głogowski, Jacek Hajnos O.P. (Ordo Praedicatorum, frate dell’Ordine dei Domenicani), Krzysztof Klimek, Bogna Podbielska, Beata Stankiewicz e Artur Wąsowski.

L'obiettivo del progetto non è quello di ricalcare semplicemente il dipinto originale, ma piuttosto di creare nuove immagini di qualità artistica, espresse in un linguaggio contemporaneo. “Abbiamo invitato grandi artisti a partecipare al progetto, chiedendo loro di dare inizio a un lavoro estremamente importante con l’auspicio che artisti, teologi e storici dell'arte si siedano tra loro, e che da questo nasca nuova arte sacra”, afferma Dariusz Karłowicz, direttore del programma dell'Istituto di Cultura San Giovanni Paolo II, ideatore del progetto, oltre che curatore della mostra. “Vorremmo dare l'opportunità di creare opere d'arte che altrimenti non verrebbero create”, ha aggiunto. “Il problema che richiede attenzione è la crisi della grande tradizione della pittura religiosa cattolica. Per la prima volta dopo secoli, le verità della fede non parla ai fedeli nel linguaggio contemporaneo delle immagini. L'arte rumorosa o non affronta la dottrina e la vita cristiana, o è apertamente anti-cristiana. I documenti della Chiesa affermano chiaramente che la grande arte dovrebbe essere presente nei nostri templi, ma in pratica spesso non è così. Esprimere gli insegnamenti di Cristo nel linguaggio della prossima generazione è responsabilità di coloro che devono trasmettere la verità al mondo. È la nostra collaborazione nell'opera dell'Incarnazione”, conclude Karłowicz.

La mostra è stata allestita per la prima volta in Polonia, a Cracovia, dal 9 novembre 2022 al 6 gennaio 2023. Poi ha fatto tappa a Varsavia, dal 27 febbraio al 2 aprile 2023. Quasi tutte le opere che saranno allestite a Roma, nei Musei di San Salvatore in Lauro, hanno già un posto riservato in chiese e cappelle.

Ho la sensazione di iniziare qualcosa di molto importante. Qualcosa che non è stato fatto in questa forma. Vedo il tema della Divina Misericordia come la mia più grande sfida”, dice Jarosław Modzelewski, pittore, illustratore, educatore, co-fondatore del collettivo artistico "Gruppa". “Quando ho ricevuto la proposta di affrontare il tema della Divina Misericordia, mi ha spinto a pensare seriamente alla possibilità di un tale dipinto. La domanda era presente fin dall'inizio: un tale dipinto è possibile anche ora? È possibile per un pittore contemporaneo affrontare seriamente un tale soggetto, un tale motivo? È un compito molto difficile”, aggiunge. “Questo tema non è un'icona da riprodurre - dice Jacek Dłużewski, pittore, docente presso l'Accademia di Arte e Design di Breslavia -, ma una forma viva da plasmare con il linguaggio contemporaneo; e questa forma artistica contemporanea è una risposta a un tema pittorico che è ancora presente”. A Ignacy Czwartos quando gli è stato chiesto perché ha dipinto Gesù, ha risposto: “Penso di averlo dipinto da sempre. La pittura astratta, quello che faccio, richiede concentrazione e preghiera. Ho pensato spesso a Cristo. Questo compito, ridipingere l'immagine della Divina Misericordia, è una combinazione di arte astratta, spirituale e figurativa. Credo di essermi preparato per questo dipinto per tutta la vita”.

La pittura di immagini contemporanee di Gesù Misericordioso è stata resa possibile grazie al sostegno di mecenati privati. “Il mecenatismo che è saggio e responsabile, è della massima importanza per il mondo. L'arte ha bisogno di talento e intelligenza, ma richiede anche uno sponsor. Nessuna commissione, nessuna arte. Questa impresa, dell'Istituto di Cultura San Giovanni Paolo II all'Angelicum, è interamente finanziata da sponsor privati. Vorrei ringraziarli per lo slancio, la generosità e l’altruismo mostrato”, ha concluso Dariusz Karłowicz.

La mostra dedicata all’immagine di Gesù Misericordioso è la prima fase del progetto. Negli anni a venire, gli organizzatori auspicano di invitare gli artisti ad affrontare altri temi che sono centrali per la fede e che per secoli hanno avuto particolare rilievo nel patrimonio della cultura europea.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Dipingiamo di nuovo il cattolicesimo

Roma - Musei di San Salvatore in Lauro

Apertura: 19/04/2023

Conclusione: 21/05/2023

Curatore: Dariusz Karłowicz

Indirizzo: Piazza di S. Salvatore in Lauro - 00186 Roma

Inaugurazione: 19 aprile alle 18.30

Orari: dal martedì al sabato 10.00-13.00/16.00-19.00, domenica 9.00-12.00 (chiusure straordinarie 25 e 30 Aprile e 1 Maggio).

L’ingresso è gratuito



Altre mostre a Roma e provincia

Arte contemporaneamostre Roma

Nino Perrone. Nel vento della pittura

Nino Perrone presenta la sua nuova personale "Nel vento della pittura" alla Galleria Vittoria di Roma, dal 19 giugno al 06 luglio 2024. leggi»

19/06/2024 - 06/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Not-Only Urban

Dal 21 al 30 giugno 2024 la città di Frascati accoglie la collettiva "Not-Only Urban", curata da Alessio Musella e Alessandro Giansanti: Urban, Street Art, Pop e Neo-Pop, Art brut, Naïf e Graffitismo. leggi»

21/06/2024 - 30/06/2024

Lazio

Roma

libero e gratuito

Arte contemporaneamostre Roma

Corrado Veneziano | Dipingendo Cavalcaselle, di tersa mano

Fino al 28 luglio 2024 il Museo Nazionale Romano ospita la mostra di Corrado Veneziano, il suo tributo a Giovanni Battista Cavalcaselle, studioso originali e affascinanti della storia dell'arte italiana. leggi»

19/06/2024 - 28/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Processi 151

Accademia di Spagna a Roma presenta PROCESSI 151 dal 20 giugno fino al 1° settembre 2024. leggi»

20/06/2024 - 01/09/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

S-XS

La Galleria il Leone di Roma, il giorno 21 giugno 2024 alle ore 18.00 inaugurerà la mostra intitolata S-XS. leggi»

21/06/2024 - 06/07/2024

Lazio

Roma

Ingresso gratuito

InstallazioniVideo artmostre Roma

Spazio Griot presenta Riverberi

Dal 20 giugno al 28 luglio la Pelanda del Mattatoio di Roma accoglie per il terzo anno consecutivo Riverberi, la programmazione artistica di SPAZIO GRIOT. leggi»

20/06/2024 - 28/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Just add water: Something fishy

PrimaLinea Studio presenta la bipersonale di Alessandra Cecchini e Andrea Frosolini "Just add water: Something fishy", a Roma dal 22 giugno al 7 settembre 2024. leggi»

22/06/2024 - 07/09/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero su appuntamento

Arte contemporaneamostre Roma

Nessun dorma | Mostra collettiva in omaggio a Giacomo Puccini

LA__LINEA artecontemporanea inaugura, in occasione del centenario della scomparsa del Maestro Giacomo Puccini (1924-2024), negli spazi dell'associazione culturale. leggi»

12/06/2024 - 26/06/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Tanek. Ensueños

Al bar.lina il Pride si declina in Pink, il sesto appuntamento è con "Ensueños", personale del giovane artista Tanek, dal 14 al 30 giugno 2024 a Roma. leggi»

14/06/2024 - 30/06/2024

Lazio

Roma