Josep Mainou. Se non ti piace cambialo

  • Quando:   13/05/2024 - 20/09/2024

Arte contemporaneaMostre a Milano


Josep Mainou. Se non ti piace cambialo
Josep Maynou, Mx. Samba, 2023, lana, cotone e vestiti riciclati, cm 210 x 160

Come secondo appuntamento della programmazione espositiva per il 2024, dal 13 maggio al 20 settembre 2024, Spazio Leonardo – lo spazio multifunzionale aperto alla città, sede di Leoanrdo Assicurazioni – presenta "Se non ti piace cambialo", mostra personale dell'artista spagnolo Josep Maynou (1980, Barcellona), che ha prodotto per l'occasione una nuova serie di tappeti realizzati in lana e vestiti riciclati.

Snodandosi tra pratica performativa e utilizzo di oggetti quotidiani, Maynou propone una forma di narrazione contemporanea, una visione immaginaria della vita di ogni giorno raccontata attraverso l'ironia dei suoi oggetti. Come un diario, questi elementi raccontano la storia di un momento specifico, narrando una storia individuale e collettiva.

La serie di tappeti Suits carpets, appartiene ad una più ampia produzione di opere tessili dell'artista realizzate in Marocco, dove Josep ama trascorrere lunghi periodi dal 2014. Qui raccoglie tessuti e vestiti usati dai mercati, dalle strade e dagli amici e li porta nei villaggi di montagna fuori Marrakech, per lavorare con la tecnica tessile Boucherouite a fianco delle donne berbere e degli artigiani locali nelle loro case. In questa collaborazione, l'artista propone immagini e disegni, principalmente riferiti a icone della cultura pop globale, che vengono poi trasformati e reinterpretati dagli artigiani marocchini nel processo di traduzione dagli schizzi ai tappeti.

Suits carpets sono sette tappeti colorati raffiguranti abiti maschili di diversi tagli e misure e nasce dalla personale relazione dell'artista con questo capo di abbigliamento, tradizionalmente simbolo di mascolinità, leadership, lavoro in ufficio, formalità e compostezza.

Attraverso la loro traduzione bidimensionale su supporti tessili realizzati con vestiti riciclati, gli abiti pensati da Josep si allontanano dalla loro esistenza fisica e simbolica. Si presentano come forme imperfette, dovute alla difficoltà della tessitura manuale, e accostamenti di colori inaspettati associati a diverse personalità idealizzate. I titoli dei tappeti sono infatti nomi propri di persone declinati in maschile, femminile e neutro (come Mx. Samba, Mrs. Sucata, Mr. Zumar), incarnando l'inevitabile negoziazione di questioni quali l'autenticità, lo status sociale, l'inclusione, il genere, la sostenibilità versus la produzione di massa, l'analogico versus il digitale e il suo impatto sul nostro immaginario omogeneo e standardizzato.... leggi il resto dell'articolo»

Il titolo della mostra "Se non ti piace cambialo" diventa quindi un appello al cambiamento e all'innovazione, suggerendo la possibilità di essere fautori del nostro futuro, cambiando ciò che non funziona nelle nostre vite (non solo i nostri abiti, ma anche il nostro lavoro, la nostra visione delle cose, le nostre opinioni).

Josep Maynou (1980, Barcellona) ha studiato Arte all'Università di Barcellona, Porto e alla Middlesex University di Londra. Tra le sue mostre personali si segnalano: Chuletas, Bombon Projects, Barcellona (2023); Point of Light Papitu, Centro Párraga, Murcia , a cura di Samuel Leuenberger (2022); Self Bazar, UNA, Piacenza (2021); This must be the place, L+S Projects, Porto (2020); 13, Idealfrühstück, Parigi (2019); LE LUCKY, HVW8, Berlino (2019); The Return of the Junker. JM2000, Bombon projects, Barcellona (2019); Populaire, Lehman&Silva, Porto (2019); Thing1, Thing2, Broken Dimanche, Berlino (2017); Things: To do, Beverly's, NYC (2017) or The Ninja from Marrackech, Galerie Suvi Lehtinen, Berlino (2015). Tra le mostre collettive a cui ha partecipato: Ring Ring Ring, Pal Project, Paris; In Praise of Boredom, BWA Warszawa,Poland ; F.I.R.E. - Flames In Readymade Entertainment. Longtermhandstand, Budapest (HU).Worlds Within Worlds. Curated by Jelena Tamindzija Donnart, KUNSTHALLE - CCA Andratx, Andratx (ES); MOMAD Museum of Modern Art Dubrovnik, Dubrovnik (HR) and Prsten Gallery - HDLU Croatian Association of Fine Artists, Zagreb (HR), Ya Laytani-I Wish. Curated by Peter Bencze & Réka Lörincz, Salalah (OM), THIS MUST BE THE PLACE. Curated by Sofia Lemos, L+S Projects, Porto; Telephone. OGR, Turin; Textus ex Machina. Cu, aqb PROJECT SPACE, Budapest; Hunter of World, Salts, Basel; Supersimetrica, Matadero, Madrid; A Lovers Discord, Moca, London. Le sue performance più recenti includono: ONE NIGHT DANCE, SPACED OUT x PSM Gallery, Brandenburg; ENSEMBLE, survivre maintenant, Palais de Tokyo, Parigi; TIME, The Institute for Endotic Research, Berlino; Pane Per Poveri, Laatrac, Atene; Making Public Program, Fundació Tapies, Barcellona. Tra le sue collezioni pubbliche si segnala il MACBA- Museo di Arte Contemporanea di Barcellona.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Josep Mainou. Se non ti piace cambialo

Milano - Spazio Leonardo

Apertura: 13/05/2024

Conclusione: 20/09/2024

Indirizzo: via della Liberazione 16/a - 20124 Milano

Orario: lunedì-venerdì 9:00-18:00

Per info: info@unagalleria.com

Sito web per approfondire: https://unagalleria.com/



Altre mostre a Milano e provincia

Arte contemporaneamostre Milano

Ivano Fabbri. La sala dei Molteplici

La PoliArt Contemporary di Milano, dal 30 maggio al 14 settembre 2024, presenta "Ivano Fabbri. La sala dei Molteplici". leggi»

30/05/2024 - 14/09/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

Antonio Cursano e Rachele Bianchi. Dolore e Resurrezione

Dal 24 maggio al 2 giugno 2024 l'Archivio Rachele Bianchi a Milano ospita la mostra di Antonio Cursano e Rachele Bianchi. leggi»

24/05/2024 - 02/06/2024

Lombardia

Milano

su prenotazione al link

Arte contemporaneamostre Milano

L’arte di collezionare. Non si fa in tempo ad avere paura

Dal 29 al 31 maggio 2024, Deutsche Bank a Milano – Bicocca ospita "L'arte di collezionare. Non si fa in tempo ad avere paura", evento nell'ambito di MuseoCity Spin-off. leggi»

29/05/2024 - 31/05/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

"Lady Oscar" al Museo del Fumetto

Il Museo del Fumetto "Wow Spazio Fumetto" in viale Campania a Milano, in occasione dei 45 anni di uscita, in Italia, del cartone "Lady Oscar", espone due dipinti di Albert Edwin Flury. leggi»

25/05/2024 - 15/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Paolo De Stefani. Sezione Aurea

Galleria Manifiesto Blanco presenta la mostra personale di Paolo De Stefani "Sezione Aurea - Luogo ancestrale. Forma architettonica. Spazio vuoto". leggi»

24/05/2024 - 22/06/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Claudio Onorato. Semplici prodigi

Il prossimo mercoledì 29 maggio, presso ON HOUSE MILANO, sarà inaugurata la mostra dell'artista Claudio Onorato dal titolo "Semplici prodigi". leggi»

29/05/2024 - 12/07/2024

Lombardia

Milano

Architettura Designmostre Milano

Gae Aulenti (1927-2012)

Dal 22 maggio 2024 al 12 gennaio 2025 Triennale Milano presenta la mostra Gae Aulenti (1927-2012), realizzata in collaborazione con l'Archivio Gae Aulenti. leggi»

22/05/2024 - 12/01/2025

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Cesare Fullone. Per Aspera ad Astra

La serie Soldati di Cesare Fullone torna dal 29 maggio al 29 giugno 2024 a Milano da galleria Fabbrica Eos e al Comune di Milano. leggi»

29/05/2024 - 29/06/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

In Contemporanea

Dal 28 maggio al 27 giugno 2024, Spazio HUS accoglie la mostra collettiva "In Contemporanea", a cura di Denis Jovanovic Romagnoli. leggi»

28/05/2024 - 27/06/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero