Pittura del '700Mostre a Treviso

La beffa. Canova e Giorgione, storia di un autoritratto

  • Quando:   02/12/2022 - 10/04/2023
  • evento concluso
La beffa. Canova e Giorgione, storia di un autoritratto

Un palazzo. Una sala da pranzo. Otto commensali. Canova. Giorgione. Un autoritratto. Questi gli elementi alla base della mostra "La beffa. Canova e Giorgione, storia di un autoritratto" che inaugurerà il 2 dicembre presso il Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto.
L’inaugurazione si terrà alle ore 18 in Teatro Accademico dove interverranno il Sindaco Stefano Marcon, l’Assessore alla Cultura Biblioteca, Teatro e Museo Roberta Garbuio, Matteo Melchiorre (direttore Biblioteca Museo Archivio Castelfranco Veneto), Moira Mascotto (direttore Museo Gypsotheca Antonio Canova) e Antonio Carradore (storico dell’arte) membri del Comitato scientifico curatoriale, Francesca Antonacci e Damiano Lapiccirella della Galleria Antonacci Lapiccirella Fine Art di Roma.
«Con La beffa. Canova e Giorgione, storia di un autoritratto,» rileva il direttore del Museo castellano e curatore della mostra Matteo Melchiorre «il Museo Casa Giorgione offre un contributo al panorama delle celebrazioni canoviane in linea e in piena coerenza con la missione: indagare, studiare, illustrare e raccontare, con spirito critico e strumenti metodologicamente seri, la figura di Giorgione e della sua fortuna critica sulla lunga durata».

Al catalogo delle opere realizzate da Antonio Canova “in veste di pittore” è stato possibile aggregare, grazie allo studio di Fernando Mazzocca nel 2018, un dipinto dello scultore, paradossalmente noto come Autoritratto di Giorgione, realizzato nel 1792. È stato per merito e intuizione di Antonacci Lapiccirella Fine Art - Roma che quest’opera, per lungo tempo sfuggita al monitoraggio, e alla conoscenza, degli studiosi, è stata prima individuata e quindi, sempre su impulso di Damiano Lapiccirella e Francesca Antonacci, nel 2018, analizzata e fatta studiare; da uno studioso, del resto, del calibro di Fernando Mazzocca. Questo dipinto è la spia del dialogo sui generis, poco noto ma tutt’altro che insignificante, intrattenuto da Canova con un artista, Giorgione, del quale anch’egli avvertì l’irresistibile, benché sfuggente, fascinazione. Davvero unica la genesi dell’opera che racconta la vicenda di uno scherzo, ben riuscito, ordito dallo scultore e dal suo mecenate, il senatore di Roma il principe Abbondio Rezzonico, nei confronti dei maggiori intellettuali e artisti allora presenti a Roma.
Spacciato come “Autoritratto” eseguito da Giorgione, per l’abilità con cui era stato realizzato il dipinto fu da tutti riconosciuto come autentico e il celebre scultore dimostrò così di essere anche un abile pittore.
A rendere possibile la beffa del 1792 fu la consuetudine di Antonio Canova con l’attività pittorica. A riprova delle sue doti artistiche come pittore, all’interno del percorso espositivo ritroviamo la grande tela Venere con fauno (1792), raffigurante la bellissima dea, distesa tra drappi e cuscini che rivolge il suo sguardo accogliente all’osservatore che verrà attratto dalla sua bellezza al contempo eterea e seducente.
Ulteriore elemento per la costruzione della beffa fu l’individuazione dei giusti espedienti di verosimiglianza. Al fine di configurare una verosimile fisionomia di Giorgione, Canova si ispirò alle fonti e ai modelli iconografici che tramandavano le (presunte) fattezze del pittore di Castelfranco e che ritroviamo in mostra: la Vita di Giorgione scritta da Vasari e le Maraviglie dell’arte di Ridolfi, circolanti a fine Settecento.

La mostra, che ha poi avuto il patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni del bicentenario della morte di Antonio Canova, ha preso forma allorché il Comune di Castelfranco ha cercato la disponibilità, immediatamente e generosamente concessa, di Damiano Lapiccirella e Francesca Antonacci di Antonacci Lapiccirella Fine Art, i quali hanno accettato non solo di concedere il prestito del dipinto canoviano da essi custodito ma anche di offrire la riproduzione degli esiti dello studio effettuato sul dipinto stesso dal prof. Mazzocca nel 2018 e a suo tempo, per cura sempre di Antonacci Lapiccirella Fine Art, messo a disposizione della comunità scientifica e degli amanti dell’arte sotto forma di un piccolo ma ricchissimo catalogo bilingue.
La mostra di Castelfranco sta peraltro nel filo delle iniziative che il Museo Casa Giorgione ha progettato, costruito e proposto nel corso del 2022.
Il Sindaco e l’Assessore alla Cultura, Biblioteca, Museo e Teatro, Roberta Garbuio, commentano così la proposta: «L’iniziativa scientifico-espositiva, frutto del rinnovato dinamismo del nostro Museo, riporta al centro del discorso, come le altre iniziative svoltesi in questo ricco 2022, la figura di Giorgione. Questa mostra, inoltre, può essere un esempio di ciò che potrà nascere in futuro nella convergenza di visioni e di programmi che animano il recente accordo “Tiziano Canova & Giorgione - Terre Natie” che promuove una sinergia operativa attraverso l’arte e la cultura, per la scoperta e la valorizzazione ulteriore dei nostri territori. Un ringraziamento va alle Soprintendenze e agli Istituti culturali
che hanno prestato la loro consueta e preziosa collaborazione per il buon esito della mostra».

Considerata l’eccezionalità di quest’annata “canoviana”, che vede una grande mostra dedicata al maestro di Possagno ai Musei Civici di Bassano e un fiorire di iniziative presso il Museo Gypsotheca Antonio Canova, l’Amministrazione di Castelfranco ha promosso, in accordo con il Comune di Bassano del Grappa e con Fondazione Canova onlus, una bigliettazione particolarmente conveniente per coloro che vorranno godere della totalità delle offerte espositive dedicate al grande scultore.

Titolo: La beffa. Canova e Giorgione, storia di un autoritratto

Apertura: 02/12/2022

Conclusione: 10/04/2023

Organizzazione: Museo Casa Giorgione

Luogo: Castelfranco Veneto, Museo Casa Giorgione

Indirizzo: Piazza S. Liberale - 31033 Castelfranco Veneto (TV)

Inaugurazione: 2 dicembre alle ore 18 in Teatro Accademico

Orari di visita
il martedì e mercoledì dalle 10.00 alle 13.00 da giovedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00
Visite guidate e attività per bambini
Nei fine settimana di mostra, proposte didattiche (visite guidate e laboratori) per le scuole di ogni ordine e grado

Biglietti di ingresso
- Intero 10€
- Ridotto 7€
(studenti universitari 19 - 26 anni, gruppi con almeno 15 componenti, over 65 anni, personale del Ministero della Cultura (MiC), soci FAI, Touring Club, AreaArte, accompagnatori di portatori di handicap, possessori coupon Isola dei Musei, Soci Pro Loco Castelfranco Veneto)
- Ridotto speciale 5€
(Visitatori in possesso dei biglietti della Gypsotheca Canova di Possagno e della mostra “Io Canova. Genio europeo” di Bassano del Grappa)
- Studenti / under18 1€, gratuito
(bambini fino ai 6 anni, portatori di handicap, un accompagnatore guida
per gruppo, 2 accompagnatori per ogni scolaresca, giornalisti, residenti
nel Comune di Castelfranco Veneto se accompagnatori di almeno due visitatori a biglietto intero o famiglia, soci ICOM, guide autorizzate e accompagnatori turistici)
- Pacchetto gift 20€
(Per coloro che vogliono regalare il biglietto della mostra più il catalogo)

Per info: info@museocasagiorgione.it - tel. 0423.735626

Sito web per approfondire: https://www.museocasagiorgione.it/



Altre mostre a Treviso e provincia

Arte contemporanea‎

ANNISESSANTA

Oltrearte Galleria Contemporanea presenta ANNISESSANTA, collettiva di maestri contemporanei. La mostra resterà visitabile fino al 24 febbraio 2024 negli orari di apertura della galleria. leggi tutto»

02/12/2023 - 24/02/2024

Veneto

Treviso

Arte moderna Pittura del '900

Giorgio de Chirico. Metafisica continua

La mostra a Palazzo Sarcinelli di Conegliano (TV) in programma dal 11 ottobre 2023 al 25 febbraio 2024, anticipa le celebrazioni del centenario del Surrealismo (1924-2024). leggi tutto»

11/10/2023 - 25/02/2024

Veneto

Treviso

Arte moderna

Futurismo di Carta. Forme dell’avanguardia nei manifesti della Collezione Salce

"Futurismo di Carta, i capolavori della grafica futurista" in mostra a Treviso fino 25 febbraio 2024. leggi tutto»

28/10/2023 - 25/02/2024

Veneto

Treviso

Arte contemporanea‎

Juti Ravenna (1897 – 1972). Un artista tra Venezia e Treviso

A oltre cinquant'anni della scomparsa di Juti (Luigi) Ravenna, artista eccellente e attento critico d'arte, i Musei Civici di Treviso gli dedicano una retrospettiva al Museo Bailo. leggi tutto»

13/10/2023 - 04/02/2024

Veneto

Treviso


Resta aggiornato
su eventi e mostre scaricando l'app di
Itinerari nell'Arte e Itinerari nel Gusto!

itinerApp - appuntaeventi

Disponibile su Google Play
Scarica da Apple Store
La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso