Mostre

Le mostre imperdibili a Palazzo Reale

E' stata prorogata al 25 febbraio la grande retrospettiva dedicata al El Greco, che affianca quella dedicata a Francisco Goya. C'è ancora tempo quindi per non perdersi le due grandi mostre in un'unica visita.
El Greco, San Martino e il mendicante, 1597 - 1599 circa, olio su tela, 197×103 cm, National Gallery of Art, Washington (dettaglio)

Ancora pochi giorni invece per entrare nel mondo del grande fotografo italiano Gabriele Basilico, protagonista dell'esposizione "Gabriele Basilico. Le mie città", con oltre 500 opere, divise tra Palazzo Reale e la Triennale. A Palazzo Reale la mostra è curata da Giovanna Calvenzi e Filippo Maggia e presenta una selezione dei lavori sulle grandi committenze internazionali di Basilico.

Gabriele Basilico (Milano, 12 agosto 1944 – 13 febbraio 2013) è stato uno dei maggiori fotografi italiani ed è considerato uno dei maestri della fotografia italiana ed europea contemporanea. Nella sua ricerca ha prestato grande attenzione a temi come le trasformazioni dei territori urbanizzati nel passaggio dall'era industriale a quella postindustriale, e la centralità della città vista come complesso prodotto dell'economia e della storia.

La mostra dedicata a Gabriele Basilico passerà il testimone, a partire dal 23 febbraio, ad un'altra grande mostra fotografica, dedicata a Gyula Halász, ungherese di nascita, noto con lo pseudonimo Brassaï. "Brassaï. L'occhio di Parigi" presenterà più di 200 stampe d'epoca, oltre a sculture, documenti e oggetti appartenuti al fotografo, per un approfondito e inedito sguardo sull'opera di Brassaï, con particolare attenzione alle celebri immagini dedicate alla capitale francese e alla sua vita.

Brassaï fu in stretta relazione con artisti quali Picasso, Dalí e Matisse, e vicino al movimento surrealista, quando, a partire dal 1924, fu partecipe del grande fermento culturale che investì Parigi in quegli anni. Egli è stato tra i primi fotografi, in grado di catturare l'atmosfera notturna della Parigi dell'epoca e il suo popolo: lavoratori, prostitute, clochard, artisti, girovaghi solitari.

Mostra fotograficha a Palazzo Reale

Brassaï: Soirée Haute couture, Paris 1935 © Estate Brassaï Succession - Philippe Ribeyrolles

Appena un giorno dopo, il 24 febbraio, sarà invece la volta dell'inaugurazione della mostra monografica dedicata a Giuseppe De Nittis, per la prima volta protagonista a Palazzo Reale, a cura di Fernando Mazzocca e Paola Zatti. "De Nittis. Pittore della vita moderna" presenterà, fino al 30 giugno 2024, circa 90 dipinti, tra oli e pastelli, provenienti dalle principali collezioni pubbliche e private, italiane e straniere, tra cui il Musée d'Orsay e il Petit Palais di Parigi, i Musée des Beaux-Arts di Reims e di Dunquerke, gli Uffizi di Firenze, oltre allo straordinario nucleo di opere conservate alla GAM di Milano e una selezione dalla Pinacoteca di Barletta, intitolata al Pittore, che ne conserva un eccezionale numero a seguito del lascito testamentario della vedova Léontine De Nittis.

De Nittis a Palazzo Reale

De Nittis, La Porte Saint Denis a Parigi... leggi il resto dell'articolo»

Nel mese di marzo sarà la volta di una grande mostra dedicata a due dei massimi esponenti dell'Impressionismo, che quest'anno celebra i 150 anni dalla nascita, fatta risalire al 15 aprile 1874. Si tratta di "Cézanne e Renoir. Dalle collezioni del Musée d'Orsay e dell'Orangerie" che Palazzo Reale si appresta ad inaugurare il 19 marzo e che indaga l'influenza dei due artisti sui movimenti artistici successivi.

Il percorso espositivo farà ripercorrere la vita e l'opera di Paul Cézanne e Pierre-Auguste Renoir, maestri che hanno contribuito in maniera decisiva alla nascita dell'Impressionismo. Sarà un viaggio tra i dipinti più iconici di Renoir e Cézanne, dai ritratti, ai paesaggi, alle nature morte, alle bagnanti.

Ninfee Monet

Claude Monet (1840-1926), Ninfee, 1916-1919 circa, olio su tela, 130x152 cm, Parigi, Musée Marmottan Monet, lascito Michel Monet, 1966, Inv.5098, @Musée Marmottan Paris

A partire dal 7 di aprile invece arriva a Palazzo Reale Milano il progetto "Dal Cuore alle Mani: Dolce&Gabbana", che presenta, per la prima volta in mostra, le creazioni uniche della casa di moda. Curata da Florence Müller, studiosa di storia della moda, e prodotta da IMG, la mostra presenterà inoltre diverse espressioni artistiche in dialogo con l'universo creativo di Dolce&Gabbana.

La stagione espositiva di Palazzo Reale culminerà nel mese di settembre col prestigioso progetto dedicato a Pablo Picasso, la mostra "Picasso. Lo straniero", a cura di Annie Cohen-Solal in collaborazione con Sébastien Delot, e realizzata in collaborazione con il Museo Picasso di Parigi e il Museo Nazionale di Storia dell'Immigrazione. L'esposizione, ospitata a Palazzo Reale dal 20 settembre 2024 al 2 febbraio 2025, propone una riflessione sui temi dell'accoglienza, dell'immigrazione e della relazione con l'altro, mettendo in mostra oltre 80 opere, selezionate per mettere in luce come la condizione di straniero abbia influenzato l'identità dell'artista. Nato nel 1881 a Malaga, in Spagna, Picasso si stabilisce a Parigi nel 1904. Nonostante la Francia diventi la sua residenza e la sua fama cresca oltre ai confini nazionali, Picasso non otterrà mai la cittadinanza francese, ricevendo solo uno status onorario nel 1948.

Picasso a Palazzo Reale

Pablo Picasso (1881 – 1973) La Lecture de la lettre [Parigi], 1921 Olio su tela, 184 x 105 cm, Musée national Picasso-Paris. Dation Pablo Picasso, 1979. MP72 © Succession Picasso – Gestion droits d'auteur Photo © RMN-Grand Palais (Musée national Picasso-Paris) / Mathieu Rabeau

Riassumendo, ecco alcune delle grandi mostre, in corso o di futura inaugurazione, da non perdere a Palazzo Reale.

El Greco a Palazzo Reale

Prorogato al 25 febbraio 2024 a Palazzo Reale il progetto espositivo inedito El Greco, la grande retrospettiva dedicata all’artista cretese.

Goya. La ribellione della ragione

Palazzo Reale di Milano ospita la mostra "Goya. La Ribellione della Ragione" ed il ciclo di conferenze "Goya. Amato Mostro".

Gabriele Basilico. Le mie città

A dieci anni dalla scomparsa, Milano dedica a Gabriele Basilico una ampia mostra che si articola in due sedi espositive – Palazzo Reale e Triennale Milano.

Brassaï. L’occhio di Parigi

Dal 23 febbraio al 2 giugno 2024 a Palazzo Reale si tiene la mostra "Brassaï. L'occhio di Parigi" con più di 200 stampe d'epoca.

De Nittis. Pittore della vita moderna

Dal 24 febbraio al 30 giugno 2024 Palazzo Reale celebra il talento di Giuseppe De Nittis, pittore della vita moderna con una mostra monografica a lui dedicata.

Cézanne e Renoir. Dalle collezioni del Musée d’Orsay e dell’Orangerie

Palazzo Reale di Milano ospita la mostra "Cézanne e Renoir. Dalle collezioni del Musée d’Orsay e dell’Orangerie" che indaga l'influenza dei due artisti sui movimenti artistici successivi.

Dolce & Gabbana. Dal Cuore alle Mani

"Dal Cuore alle Mani: Dolce&Gabbana" a Palazzo Reale Milano, un tributo al bello, al ben fatto, al fatto a mano dal 7 aprile al 31 luglio 2024.

Picasso. Lo straniero

"Picasso. Lo straniero" a Milano dal 20 settembre 2024 al 2 febbraio 2025 propone una riflessione sui temi dell'accoglienza, dell'immigrazione e della relazione con l'altro.


La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it