Mostre

Monet in mostra a Padova: meta imperdibile per gli amanti della pittura

Continua a Padova il doppio appuntamento con la pittura francese della fine dell'Ottocento e dei primi decenni del Novecento e in particolare con Claude Monet, uno dei padri dell'Impressionismo, che fu capace con la sua produzione più tarda di anticipare l'informale e l'espressionismo astratto.
Claude Monet, Stagno delle Ninfee, 1918-19, Olio su tela, 73 x 105 cm, Parigi, Musée Marmottan Monet, lascito di Michel Monet, @Musée Marmottan Paris

I due principali centri espositivi per mostre temporanee del capoluogo veneto, già custode di un Patrimonio Mondiale UNESCO grazie ai preziosi cicli affrescati del Trecento, ospitano in queste settimane due grandi mostre dedicate alla pittura francese che ha anticipato le evoluzioni verso la pittura moderna del Novecento, ed in particolare a Claude Monet, uno dei padri dell'Impressionismo, e tra i pittori più amati in assoluto.

La prima mostra ad essere inaugurata è stata quella di Palazzo Zabarella, che espone fino al 12 maggio 2024 59 opere provenienti dalla collezione europea del Brooklyn Museum. "Da Monet a Matisse. French Moderns, 1850–1950", oltre ad alcuni dei nomi più noti associati alla stagione dell'Impressionismo, espande il suo orizzonte ad altri movimenti chiave del periodo, come realismo, post-impressionismo, simbolismo, fauvismo, cubismo e surrealismo. Di Monet possiamo ammirare un dipinto risalente ai primi anni '80 dell'Ottocento, come "Alta marea a Pourville", del 1882, ma anche un'opera più tarda, della serie dedicata al Parlamento inglese "Il Palamento, effetto sole" del 1903. 

Alta marea a Pourville

Claude Monet, Alta marea a Pourville, 1882. Olio su tela, 66 x 81.3 cm. Brooklyn Museum, dono di Mrs. Horace O. Havemeyer, 41.1260. (Photo: Brooklyn Museum)

Per uno sguardo d'insieme all'allestimento della mostra di Palazzo Zabarella puoi guardare questa video presentazione.

Guarda e scopri la mostra

Iscriviti al nostro canale per non perdere i nuovi contenuti!

Potremmo dire che la mostra sui French Moderns rappresenta un eccellente antipasto per gli amanti della pittura di Monet, che verrà ampiamente soddisfatta dalla proposta espositiva del Centro Culturale Altinate San Gaetano, che è stata inaugurata ad inizio marzo, e che si concluderà il 21 luglio. La mostra "Monet. Capolavori dal Musée Marmottan Monet di Parigi", pur presentando nelle prime sale alcune opere di artisti coevi con cui Monet ebbe rapporti di amicizia o da cui in qualche modo fu influenzato, è dedicata completamente al grande maestro francese, affrontando l'intero suo percorso biografico ed artistico. Si parte dai dipinti del periodo più propriamente impressionista, per passare a quelli prodotti nei suoi viaggi in Normandia, in Norvegia, a Londra e in Olanda, per finire con la produzione più tarda, quando Claude Monet realizzò quella che egli stesso definì come la sua opera d'arte più bella, il Giandino di Giverny.... leggi il resto dell'articolo»

Monet, il Treno nelle nece

Claude Monet, Il treno nella neve. La locomotiva, 1875, olio su tela, 59x78 cm, Parigi, Musée Marmottan Monet, dono Eugène et Victorine Donop de Monchy, 1940, @Musée Marmottan Paris

E proprio in questa fase creativa, complice anche una progressiva perdita della vista, che il Maestro fu capace di evolvere la sua pittura verso nuovi esiti, che rendono naturale collegarlo ai movimenti pittorici dell'informale e dell'espressionismo astratto americano.

Nei capolavori di Giverny è possibile riscontrare la sua straordinaria capacità di trasporre i toni di colore e le nuances più impercettibili, per un ribaltamento del paradigma pittorico della sua fase giovanile. Le tele di piccolo formato dedicate a paesaggi e grandi spazi lasciano il posto a grandi tele che si concentrano su piccoli dettagli del suo giardino, in una costante ricerca della luce che si materializza sulle superfici dell'acqua e della vegetazione. Oltre che dagli splendidi dipinti esposti, il visitatore viene catturato anche da passaggi e sale immersive decisamente spettacolari, e da supporti didattici e video che arricchiscono e completano una mostra di assoluto livello.

Anche in questo caso puoi avere un'anteprima di alcuni dei passaggi e delle opere più significativi della mostra guardando il nostro video racconto.

Guarda e scopri la mostra

Iscriviti al nostro canale per non perdere i nuovi contenuti!


Link per approfondire:


La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it