Arte contemporanea‎Mostre a Treviso

ANNISESSANTA

  • Quando:   02/12/2023 - 24/02/2024
  • ultimi giorni
ANNISESSANTA

Oltrearte Galleria Contemporanea presenta ANNISESSANTA, collettiva di maestri contemporanei. La mostra resterà visitabile fino al 24 febbraio 2024 negli orari di apertura della galleria.

La mostra raccoglie opere di:

Carla Accardi, Riccardo Guarneri, Ugo La Pietra, Ennio Morlotti, Carlo Nangeroni, Claudio Olivieri, Mario Raciti, Antonio Sanfilippo, Vincenzo Satta, Emilio Scanavino, Tino Stefanoni, Guido Strazza, Giulio Turcato, Valentino Vago

Luca Pietro Nicoletti, autore del testo in catalogo, ha introdotto l'esposizione sabato 2 dicembre, giorno dell'inaugurazione nella galleria di Conegliano, sottolineando che si tratta di una mostra sulla ricerca astratta degli anni '60. Un momento di intersezione in cui ci sono artisti che hanno 40 anni, e che hanno esordito già nel decennio precedente, e altri, appartenenti alla generazione dei trentenni, che sono esordienti invece negli anni '60. La mostra propone un confronto tra questa intersezione.... leggi il resto dell'articolo»

Gli artisti che negli anni '60 muovono i primi passi troveranno una maggiore definizione della loro ricerca solo alla fine del decennio o nel decennio successivo.

Dall'altra parte troviamo autori che hanno vissuto la fine degli anni '40, momento in cui l'astrazione cercava di avere un dialogo con l'Europa, che in quel momento significava soprattutto con la Francia, e che passa per le esperienze come quella del Gruppo Forma 1, qui rappresentato da Carla Accardi, Sanfilippo e Turcato. Per loro, la pratica artistica negli anni 60 è già l'evoluzione di un bagaglio di esperienza più importante.

Ci sono poi altri, come Olivieri, di cui qui è esposta una bellissima opera del '67 di grandi dimensioni, che si assesteranno su una pittura molto diversa, ma che negli anni '60, insieme a Raciti e Vago, cominciano con una pittura informale per poi chiedersi come ne possono uscire, quando questa sembra essere andata in crisi. Passano quindi ad una pittura di segno, di scrittura, diradano l'uso della materia sulla tela, appiattendola (in contrapposizione a quello che si vede nella tela di Morlotti che è presente in mostra).

Claudio Olivieri, 1967

Claudio Olivieri - Implosione, olio su tela, cm 150x180, 1967

Nel '67 - siamo a Milano - sono passati quattro anni dalla realizzazione della prima monografia su Boccioni, fatta da Guido Ballo, docente all'Accademia di Brera, che quindi ha insegnato agli artisti che in quegli anni producevano arte contemporanea. Proprio negli anni in cui Olivieri e altri erano in Accademia, Ballo teneva un corso sul Boccioni divisionista, la preistoria del Futurismo, e la tela di Olivieri mostra come si trasforma il divisionismo nella pittura astratta.

Siamo quindi in un momento di storicizzazione delle avanguardie storiche che erano riferibili a 40, 50 anni prima. Si tratta quindi di un momento di passaggio.
Per quegli artisti che poi faranno il salto verso la pittura aniconica e la pittura analitica (negli anni '70) è un momento che intercetta anche l'avvento della Pop Art, che non lascia indifferente nessuno, neppure quelli che la rifiutano. Un'idea sottesa dall'influenza della Pop Art è che si possa trasformare il segno in qualcosa di più leggibile e chiaro. L'arte astratta non è così separata dalla realtà come può sembrare, ma fa vedere una realtà diversa.

Gli artisti più giovani di questa mostra si dedicano ad una realtà più onirica, una sorta di visione (pensiamo a Raciti). Per altri, nati nel decennio precedente, come Nangeroni e Strazza, lo sguardo viene posto su una realtà meccanica. Non si guarda più alla natura ma alla realtà moderna, la realtà dell'industria. Ecco quindi l'interesse per i materiali completamente artificiali, come nell'opera dell'Accardi qui presente, dipinta sulla plastica (sicofoil), anch'essa del '67. Nuovi materiali per trovare una nuova iconografia, nuovi soggetti.

In definitiva, una mostra dedicata ad uno dei decenni più vivaci della pittura italiana.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

ANNISESSANTA

Apertura: 02/12/2023

Conclusione: 24/02/2024

Organizzazione: Oltrearte Galleria Contemporanea

Luogo: Conegliano, Oltrearte Galleria Contemporanea

Indirizzo: Via Felice Cavallotti, 5/7 - Conegliano (TV)

Orari di apertura:

Giovedì: 15:30 - 19:00

Venerdì e Sabato: 10:30 - 12:30 / 15:30 - 19:00

Sito web per approfondire: https://www.oltrearte.com/



Altre mostre a Treviso e provincia

Arte moderna

Futurismo di Carta. Forme dell’avanguardia nei manifesti della Collezione Salce

"Futurismo di Carta, i capolavori della grafica futurista" in mostra a Treviso fino 25 febbraio 2024. leggi»

28/10/2023 - 25/02/2024

Veneto

Treviso

Arte moderna Pittura del '900

Giorgio de Chirico. Metafisica continua

La mostra a Palazzo Sarcinelli di Conegliano (TV) in programma dal 11 ottobre 2023 al 17 marzo 2024, anticipa le celebrazioni del centenario del Surrealismo (1924-2024). leggi»

11/10/2023 - 17/03/2024

Veneto

Treviso

Arte moderna

Donna in Scena. Boldini, Selvatico, Martini

Dal 13 aprile al 28 luglio 2024 al Museo di Santa Caterina di Treviso vanno in scena le donne alla moda del Bel Mondo all'affermarsi della modernità, nei ritratti di Boldini, Selvatico, Martini. leggi»

13/04/2024 - 28/07/2024

Veneto

Treviso

Arte musiva

Carlo Scarpa. Vetro Vero

"Vetro Vero-Carlo Scarpa", Palazzo Foscolo di Oderzo ospita la mostra dedicata al designer e innovatore dell'arte vetraria del '900, dal 23 dicembre 2023 al 17 marzo 2024. leggi»

23/12/2023 - 17/03/2024

Veneto

Treviso