Arte contemporanea‎Mostre a Milano

Francesco Fienga. Modellare il corpo del tempo

  • Quando:   11/03/2023 - 11/04/2023
  • evento concluso
Francesco Fienga. Modellare il corpo del tempo
FIENGA La costante presenza dell'assenza

Alla PoliArt Contemporary di Milano inaugura Modellare il corpo del tempo, mostra dedicata a Francesco Fienga. Il corpus principale della mostra è composto da circa venti opere, tra sculture da terra e da parete, che entrano nello spazio fisico e ideale della galleria, fondendo un equilibrio e un’eleganza rinascimentali con una vera e propria potenza primordiale.

C’è infatti una forza trascinante nelle opere dell’artista pompeiano, che divide la sua ricerca tra Genova e Hannover: il ferro, l’acciaio satinato e a specchio, la cera, il gesso e i pigmenti, sono i materiali che l’artista assembla e inchiavarda come in fortezze minacciose eppure accoglienti.
L’artista affronta la propria ricerca con l’intensità del grande scultore classico - un’intensità che non dovrebbe essere dimenticata dall’arte contemporanea -, accumulando un’energia che continua a vibrare viva in ogni sua opera. Ed è proprio la maestosa e persino dura vitalità di queste opere ad aprire varchi nello spazio espositivo, aggettando forme che coinvolgono tutto l’ambiente circostante, come se l’artista fosse in grado di scolpire anche dimensioni inattese e invisibili. Si tratta di un vero e proprio attraversamento dimensionale in cui ci si trova coinvolti e rapiti, quasi fossimo davanti a un’opera di Burri, che credo, pur in una diversità radicale, sia il maestro che ha consegnato alla contemporaneità la tradizione dell’equilibrio e della forza dell’arte occidentale.
Non è un caso che la scelta dei materiali di Fienga vada dal ferro e dall’acciaio, sino al gesso, alla cera e ai pigmenti: è la gioiosa disciplina dell’armonia che può tenere insieme la forza e la fragilità, la potenza dei metalli e la segreta presenza della pittura, la luce e l’ombra, e persino l’attonito sguardo riflesso dell’osservatore. Ma gli effetti specchianti dell’acciaio lucidato già dialogano con la brunita durezza del ferro e con la morbida e duttile opacità della cera. L’uniformità dei bianchi del gesso, poi, seguono mutevoli ritmi da cui nere e incognite forme emergono come lava appena raffreddata. È questa forse la natura pompeiana di Francesco Fienga, l’essenza inattingibile delle sue opere: la presenza minacciosa e mai sopita del vulcano che incute fascino, potenza e rispetto. Davanti a queste opere pare che persino il tempo si arresti e prenda corpo per divenirne una parte integrante, carica di attesa. È il grande potere della scultura in cui la materia si anima per modellare il corpo del tempo in cui la storia si conserva.

Completa la mostra una selezione di disegni, da cui spesso provengono le opere dell’artista campano. Ma non si tratta di veri e propri progetti, perché anche sulla carta Fienga trova luoghi dinamici che già tentano di ergersi oltre la superficie. E non è un problema di prospettiva, o non solo, ma una sorta di agrimensura spaziale in cui ogni segno già si disegna nello spazio.
LC

Nota biografica:

Francesco Fienga nasce a Pompei nel 1969. Studia al Liceo Artistico con Mario Persico, in seguito pittura all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Nel 1997 si trasferisce a Genova dove intraprende l’attività di insegnamento. Dopo un primo periodo in cui sperimenta la pittura e l’incisione, si dedica alla scultura, concentrandosi sul rapporto tra arte e società e sviluppando l’idea di una scultura che si pone in stretta relazione con il luogo, con l’ambiente da cui è prodotta e nel quale è fruita: elabora quindi sculture che si pongono in profonda relazione con gli spazi nei quali vengono collocate. Vive tra Genova e Hannover in Germania.... leggi il resto dell'articolo»

Hanno scritto di Francesco Fienga:
F. Annarumma, M. B. Autizi, G. Baffi, P. Balmas, M. Bignardi, S. Barucco, E. Battarra, R. Borghi, A.R. Brizzi, G. Caliendo, L. Caprile, L. Caramel, L. Caruso, L. Cestaio, F. Cipriano, F. Cocco, A. Cocchetti, L. Conti, V. Corbi, E. Crispolti, M. Cristaldi, M.R. Costa, A.G.T. Di Bianca, G. Di Genova, G. Dionisio, E. De Micheli, S. Fontana, A. P. Fiorillo, C. Fusca, A. Izzo, E. Leone, C. Manzolillo, B. Marsano, F. Marri, D. Morlicchio, L. Panteri, L. Parlati, E. Krum, I. Reale, M. Ricca, E. Risso, N. A. Rossi, E. Santese, G. Scorza, S. Seralange, L. Sicignano, E. Terlizzi, F. Turchetto, M. Vallesi, S. Zuliani.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Francesco Fienga. Modellare il corpo del tempo

Apertura: 11/03/2023

Conclusione: 11/04/2023

Organizzazione: PoliArt Contemporary

Curatore: Leonardo Conti

Luogo: Milano, PoliArt Contemporary

Indirizzo: Viale Gran Sasso 35 - 20131 Milano

Orario
Mercoledì 16-18.30
Venerdì 10.30 - 13 e 15.30-18.30
Sabato 11-13
Gli altri giorni e in orari diversi per appuntamento
(eventuali variazioni saranno reperibili su Google)

ingresso libero

Info
02.70636109
388.6016501 e 380.3816409
info@galleriapoliart.com


Inaugurazione: sabato 11 marzo alle ore 18
Inaugurazione: Sabato 11 marzo alle ore 18.00 sarà eseguita la performance di danza di Gabriele Vaccargiu con la musica di Paola Samoggia dedicate alla mostra

Sito web per approfondire: http://www.galleriapoliart.com/milano



Altre mostre a Milano e provincia

Arte contemporanea‎

A MIlano. Emilio Scanavino. Opere e documenti degli anni ‘50

Dal 4 marzo al 1 aprile 2024 "A MIlano. Emilio Scanavino. Opere e documenti degli anni ‘50", una mostra di materiale documentativo originale e una selezione di opere sul suo primo decennio in città. leggi»

01/03/2024 - 01/04/2024

Lombardia

Milano

Ingresso su prenotazione

Arte contemporanea‎

Armando Xhomo. Rosso primordiale

Dal 19 marzo al 2 aprile 2024, alla MA-EC Gallery di Milano (via Santa Maria Valle 2), si tiene la personale dell'artista Armando Xhomo intitolata Rosso Primordiale. leggi»

19/03/2024 - 02/04/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea‎

Nuria Maria. Tulle Tänne (Come here)

Fino al 30 marzo 2024 Cadogan Gallery a Milano presenta "Nuria Maria. Tule tänne (Come here)", una mostra che celebra l'amore, la casa e il paesaggio. leggi»

27/02/2024 - 30/03/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea‎

Marco Tamburro. Attraverso

Dal 1 marzo 2024 Galleria d’Arte Domestica di Milano presenta la mostra "Attraverso" di Marco Tamburro, a cura di Luca Cantore D’Amore. leggi»

01/03/2024 - 01/04/2024

Lombardia

Milano

Ingresso gratuito

Arte contemporanea‎

Mariella Bettineschi. All in One

Dal 28 febbraio al 24 marzo 2024, Triennale Milano presenta "All in One", personale di Mariella Bettineschi. leggi»

28/02/2024 - 24/03/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporanea‎

Manuela Bertoli. Augenmusik

Amy-d Arte Spazio Milano svela la Project Room con un solo show di Manuela Bertoli dal titolo -Augenmusik, - a cura di Susanna Vallebona. leggi»

06/03/2024 - 26/03/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea‎

Cosmologie

Dal 2 marzo al 27 aprile 2024, Spazio 21 di Lodi ospita la mostra "Cosmologie" a cura di Angela Madesani, una riflessione sul tema del cosmo operata da 15 artisti. leggi»

02/03/2024 - 27/03/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero previo tesseramento Euro 10

Arte contemporanea‎

Any Questions?

Dal 5 marzo al 10 maggio 2024, la galleria AreaB di Milano presenta la mostra "Any Questions?", una collettiva tutta al femminile curata da Isabella Tupone e Francesco Mancini. leggi»

05/03/2024 - 10/05/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporanea‎

Venus in Furs

Spazio Arte Contemporanea ospita la mostra del collettivo "Venus in Furs", dal 9 marzo al 6 aprile 2024 a Robecchetto con Induno (MI). leggi»

09/03/2024 - 06/04/2024

Lombardia

Milano

Ingresso gratuito