Arte contemporanea‎Mostre a Bologna

Contatti indicibili. Giovanna Caimmi / Giulia Dall'Olio

  • Quando:   27/01/2024 - 03/03/2024
  • ultimi giorni
Contatti indicibili. Giovanna Caimmi / Giulia Dall'Olio
Giulia Dall'Olio, 2023, Carboncino e acrilico su tela, cm 80 x 60

Dal 27 gennaio al 3 marzo 2024 i Musei Civici d'Arte Antica del Settore Musei Civici Bologna sono lieti di presentare "Contatti indicibili", mostra bipersonale di Giovanna Caimmi e Giulia Dall'Olio a cura di Maria Chiara Wang, organizzata nell'ambito della dodicesima edizione di ART CITY Bologna, il programma istituzionale di mostre, eventi e iniziative speciali promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera.

Il progetto espositivo nasce come manifesto per un ritorno alla percezione, alla riscoperta di quell'insieme di sensorialità, sensibilità e istintività quali elementi fondamentali per instaurare un dialogo con l'opera. In tale scambio non servono le parole per spiegare il contenuto, occorre altresì una giusta predisposizione d'animo.

La dialettica diventa, in tal modo, il sistema entro il quale i dati sensoriali acquisiscono significato riuscendo a concepire ciò che non si lascia dire. L'atto conoscitivo che ne risulta è dinamico e aperto anche alle contraddizioni, all'inaspettato, al dissonante a ciò che si emancipa da schemi e categorie. "L'arte con la sua fisionomia plurale", secondo la definizione di Franco Cambi in Riflessioni sull'"indicibile", diventa il linguaggio che ci apre all'indicibile traducendo il pensiero in emozione.

E il contatto? È l'immediatezza, ovvero l'assenza di media tra soggetto e oggetto artistico, è l'esperienza che si ha degli altri corpi e di noi stessi nel medesimo momento, ma è anche la compressione dello spazio e del tempo come nel caso di Contatti indicibili ove l'arte contemporanea viene affiancata a manufatti medievali secondo un accostamento apparentemente inconciliabile, articolato e complesso reso però possibile dal tessuto delle relazioni sottese.

Le opere di Giovanna Caimmi dialogano con quelle di Giulia Dall'Olio e con l'ambiente circostante attraverso il racconto di una natura incontaminata, lussureggiante, a tratti romantica, una natura che nei secoli è stata spesso custode di quei reperti di epoche passate riemersi nel tempo e custoditi nelle sale del Museo.... leggi il resto dell'articolo»

In particolare, Giovanna Caimmi affianca alla qualità pittorica dei disegni il lavoro di ricerca e di archivio; è così che in mostra accosta ai "grovigli naturali" modellati con matita e carboncino su carte veline sovrapposte, Tiber: un'installazione che racchiude e condensa in sé l'indagine storico-artistica che ha condotto su un triplice fronte: quello dei Deutsch-Römer, artisti tedeschi venuti in Italia affascinati dal mito di Roma e della nostra Penisola, quello relativo alle vicende del giovane Carl Philipp Fohr annegato nel Tevere nel 1818 e quello autobiografico.

Nelle parole della curatrice Maria Chiara Wang: "L'elemento che accomuna la produzione dell'artista, sia in seno alle singole opere che trasversalmente all'intero corpus dei suoi lavori, è l'affastellamento, la ridondanza di linguaggi, media e segni; ciò determina un surplus rumoroso che unitamente al peso e alla consistenza delle carte e degli elementi contenuti nell'installazione conferisce una qualità sinestetica ad ogni sua creazione".

Giulia Dall'Olio espone, invece, oltre ai suoi caratteristici lavori in bianco e nero, una nuova serie di opere nelle quali entra significativamente in scena il Blu come tributo a un'epoca, quella medievale, che, a partire dal XII secolo, impiega tale colore in maniera iconografica e simbolica assegnandogli, data la sua rarità, un valore spirituale e divino. Inoltre, come scrive Michel Pastoureau in Blu. Storia di un colore, il blu è "luce sui cui s'iscrive tutto ciò che è creato": quale sfondo allora risulta più adatto per mettere in risalto una natura selvaggia e rigogliosa ritratta con un segno che si fa via via più libero e istintivo?
"Nei disegni di Dall'Olio - osserva ancora Wang - il colore diviene la scenografia dove prende corpo la drammaturgia del gesto, la materia dalla quale l'artista, come uno scultore, fa emergere la vegetazione attraverso l'uso di cancellature con tecnica a levare".

La mostra Contatti indicibili si apre al pubblico venerdì 26 gennaio 2024 alle ore 17.30.
In occasione di ART CITY White Night, sabato 3 febbraio 2024 dalle ore 18.00 alle 22.00 Giovanna Caimmi e Giulia Dall'Olio daranno vita a un live drawings, evento durante il quale il pubblico potrà assistere dal vivo al processo di creazione dell'opera.

Le artiste realizzeranno, ciascuna, un nuovo disegno che andrà a completare l'allestimento della mostra inaugurata il 26 gennaio. Ingresso gratuito dalle ore 18.00.

Durante il periodo di apertura dell'esposizione, mercoledì 21 febbraio alle ore 17.00 si svolgerà la presentazione del 30° volume di Edizioni My Monkey dal titolo Vi è un piacere nei boschi inesplorati, nel quale le opere di Giulia Dall'Olio dialogano con i versi di Lord Byron, e – a seguire - il progetto Tiber di Giovanna Caimmi.

Note biografiche Giovanna Caimmi
Giovanna Caimmi è un'artista indipendente diplomata con lode all'Accademia di Belle Arti di Bologna.
Dal 2020 al 2022 è stata Coordinatrice di Pittura del Dipartimento di Arti Visive presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna dove tuttora insegna nel Dipartimento di Arti Visive (Disegno per la Pittura).
Dal 2013 al 2016 è stata membro interno del CDA della Fondazione Zucchelli, iniziando un'attività di curatela di mostre di giovani artisti.
Attualmente conduce una ricerca come Ph.D Student presso PXL/ MAD University College of Hasselt, Belgium all'interno del Frame Research Group, gruppo di ricerca internazionale.
Come artista indipendente ha esposto in numerose mostre personali e collettive in gallerie e Musei, in Italia e all'estero.

Note biografiche Giulia Dall'Olio
Giulia Dall'Olio (Bologna, 1983) si diploma all'Accademia di Belle Arti della sua città.
Ha esposto in Italia, Germania e Stati Uniti. Vincitrice di diversi premi tra i quali si ricordano: l'esposizione nella collezione permanente della Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma in occasione della 16° edizione del Premio Level0 ArtVerona, in collaborazione con Galleria Studio G7 e Traffic Gallery (2021), e l'esposizione a Palazzo Reale a Milano come finalista della XX° edizione del PREMIO CAIRO (2019).
Tra le mostre principali: Imbalance, Kunsthalle Mannheim, a cura di Mathias Listl e in collaborazione con Galerie Isabelle Lesmeister (2022); INEFFABLE WORLDS, Tang Contemporary Art, Hong Kong, a cura di Michela Sena e Giuliana Benassi (2021); CIAK COLLECTING, Palazzo Orti Manara, Verona, a cura di Irene Sofia Comi (2021); SELVA, Galerie Isabelle Lesmeister, Regensburg (2020); Per ogni estatico istante, Giulia Dall'Olio – Paola De Pietri, Galleria Studio G7, Bologna, a cura di Irene Sofia Comi (2020); Suspension, Massey Klein Gallery, New York, (2018); Il terzo paesaggio, Museo Palazzo Poggi, Bologna, a cura di Leonardo Regano (2016).
Attualmente è rappresentata dalla galleria Isabelle Lesmeister di Ratisbona e da Galleria Studio G7 di Bologna.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Contatti indicibili. Giovanna Caimmi / Giulia Dall'Olio

Apertura: 27/01/2024

Conclusione: 03/03/2024

Organizzazione: Musei Civici Bologna | Musei Civici d'Arte Antica

Curatore: Maria Chiara Wang

Luogo: Bologna, Museo Civico Medievale


Indirizzo: Via Manzoni, 4 - 40121 Bologna

Inaugurazione: venerdì 26 gennaio 2024 ore 17.30

Live drawings: sabato 3 febbraio 2024 ore 20.00 - 23.00 in occasione di ART CITY White Night

Orario: martedì, giovedì 10.00-14.00 | mercoledì, venerdì 14.00-19.00 | sabato, domenica, festivi 10.00-19.00 | chiuso lunedì non festivi



Orario durante ART CITY Bologna (1 – 4 febbraio 2024):
Giovedì 1 febbraio ore 10.00-14.00 |
Venerdì 2 febbraio ore 14.00-19.00 | Sabato 3 febbraio ore 10.00-22.00 | 
domenica 4 febbraio ore 10.00 – 19.00

Ingresso:
Intero € 6 | ridotto € 4 | ridotto speciale giovani tra 19 e 25 anni € 2 | gratuito possessori Card Cultura

Ingresso durante ART CITY Bologna (1 – 4 febbraio 2024)
Gratuito possessori biglietto Arte Fiera
Sabato 3 febbraio dalle ore 18.00 gratuito per tutti

Per info: +39 051 2193916 / 2193930 | museiarteantica@comune.bologna.it

Sito web per approfondire: http://www.museibologna.it/arteantica

Facebook: MuseiArteAnticaBologna



Altre mostre a Bologna e provincia

Altre arti

Stregherie. Iconografia, fatti e scandali sulle sovversive della storia

La mostra "Stregherie. Iconografia, fatti e scandali sulle sovversive della storia" arriva a Bologna, dal 17 febbraio al 16 giugno 2024, nelle splendide sale del quattrocentesco Palazzo Pallavicini. leggi»

17/02/2024 - 17/06/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte moderna Arte contemporanea‎ Fotografia

I preferiti di Marino. Capitolo I

"I Preferiti di Marino. Capitolo I" è la nuova mostra di Fondazione Golinelli, visitabile al Centro Arti e Scienze Golinelli di Bologna, dal 2 febbraio al 2 giugno 2024. leggi»

02/02/2024 - 02/06/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso libero

Arte moderna

Mario De Maria. Ombra Cara

Dal 21 marzo al 30 giugno 2024, a cent'anni dalla morte il Museo Ottocento Bologna celebra la figura del pittore simbolista Mario De Maria, noto anche come "Marius Pictor". leggi»

21/03/2024 - 30/06/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte contemporanea‎

Mimmo Paladino. Nel Palazzo del Papa

Nel 50esimo anniversario di Arte Fiera l'artista di fama internazionale Mimmo Paladino torna a Bologna con "Mimmo Paladino. Nel Palazzo del Papa", dal 1 febbraio al 7 aprile 2024. leggi»

01/02/2024 - 07/04/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte contemporanea‎

Sergio Lombardo 1960–1970

Villa delle Rose a Bologna accoglie la retrospettiva "Sergio Lombardo 1960-1970" che si concentra su un decennio decisivo nell'attività dell'artista, protagonista dell'avanguardia Pop. leggi»

28/01/2024 - 24/03/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso gratuito

Arte contemporanea‎

Greta Schödl. Il tempo non esiste

Greta Schödl, grande artista e performer austriaca, è la protagonista dell'evento espositivo Il tempo non esiste, promosso dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. leggi»

26/01/2024 - 17/03/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso libero

Fotografia

Mary Ellen Bartley: Morandi's Books

Il Museo Morandi del Settore Musei Civici Bologna è lieto di presentare la mostra Mary Ellen Bartley: MORANDI'S BOOKS, a cura di Alessia Masi, prima personale in Italia della fotografa statunitense. leggi»

31/01/2024 - 07/07/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte contemporanea‎

Gianni Emilio Simonetti. Windows on Analogy, Finestre sull'Analogia

AF Gallery di Bologna presenta Gianni Emilio Simonetti cone "Windows in Analogy, Finestre sull'Analogia" dal 25 gennaio al 23 marzo 2024. leggi»

25/01/2024 - 23/03/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso libero in orario di apertura

Arte contemporanea‎

Sostanziale-Super-Sostanziale. Mattia Barbieri / Monica Mazzone

Dal 1 febbraio al 9 marzo 2024 Studio la Linea Verticale a Bologna presenta la mostra bi-personale "Sostanziale-Super-Sostanziale", di Mattia Barbieri e Monica Mazzone. leggi»

02/02/2024 - 09/03/2024

Emilia Romagna

Bologna