Arte del Rinascimento Arte anticaMostre a Vicenza

Le trecce di Faustina. Acconciature, donne e potere nel Rinascimento

  • Quando:   14/12/2023 - 07/04/2024
Le trecce di Faustina. Acconciature, donne e potere nel Rinascimento
Immagini di allestimento a cura di Marco Zorzanello

Intesa Sanpaolo apre al pubblico dal 14 dicembre 2023 al 7 aprile 2024 alle Gallerie d'Italia - Vicenza la mostra Le trecce di Faustina. Acconciature, donne e potere nel Rinascimento, a cura di Howard Burns, Vincenzo Farinella e Mauro Mussolin.

La mostra affronta per la prima volta con taglio monografico un aspetto fondamentale dell'arte, della cultura, della società e degli studi antiquari del Rinascimento: le acconciature femminili.

Attraverso una selezione circa 70 opere provenienti da importanti musei nazionali e internazionali, oltre che dalla collezione Intesa Sanpaolo, tra cui busti – da quelli imperiali a quelli rinascimentali – dipinti, sculture, monete antiche, medaglie moderne, disegni, volumi a stampa, l'esposizione ricostruisce il mondo affascinante e complesso delle capigliature del Quattro e Cinquecento, le possibilità artistiche che hanno offerto e la loro importanza nella società e nella moda italiana.

Michele Coppola, Executive Director Arte Cultura e Beni Storici Intesa Sanpaolo, afferma: "Apriamo, nella cornice suggestiva di Palazzo Leoni Montanari, un progetto capace di sorprendere per la bellezza delle opere esposte e l'originalità del tema che le collega, portando a Vicenza capolavori dall'antichità al Rinascimento che ancora oggi offrono riflessioni attuali. La provenienza dei prestiti racconta il respiro internazionale dell'iniziativa e conferma il contributo della Banca, attraverso le Gallerie d'Italia, a impreziosire una città fortemente legata alla storia del nostro irrinunciabile impegno in cultura."

Il titolo richiama una delle acconciature più spettacolari e famose, quella dell'imperatrice Faustina Maggiore, moglie di Antonino Pio, divenuta simbolo di concordia e amore coniugale. Il suo busto, presente nelle più celebri raccolte antiquarie rinascimentali, sia di artisti come Lorenzo Ghiberti e Andrea Mantegna, che di committenti come Lorenzo il Magnifico e Isabella d'Este, divenne un celebrato modello artistico e numerose copie e rielaborazioni diedero grande visibilità all'eccentrica capigliatura che finì per essere adottata da moltissime donne, specialmente in Veneto.... leggi il resto dell'articolo»

Il percorso si snoda attraverso otto sale. Dopo un prologo dedicato al tema della "chioma di Berenice", la prima sala racconta la riscoperta del ritratto di Faustina Maggiore e della sua particolarissima acconciatura: un ritratto e un'acconciatura che interessò molti grandi artisti quattrocenteschi (Lorenzo Ghiberti, Filarete, Andrea Mantegna, Giovanni Bellini).

La seconda sala ripercorre in sintesi la storia del ritratto femminile nell'arte greca e romana, mostrando la grande varietà delle acconciature scelte dalle donne antiche. La terza sala mostra la liberazione dei capelli delle donne, raggiunta nel Quattrocento anche grazie al prestigio dei modelli classici. La quarta sala propone un doveroso e inevitabile confronto con le acconciature maschili, che non meno di quelle femminili, furono il prodotto del recupero di modelli classici combinati con sensibilità più moderne. La quinta sala ripercorre l'interesse palesato da Michelangelo per la raffigurazione dei capelli femminili, esaminando in particolare i disegni con le" teste divine" e l'invenzione della Leda. La sesta sala considera le pettinature come testimonianza della nuova visibilità della donna in società e della loro capacità di esprimere codici di costume adeguati a contesti assai diversi, dalle corti ai bordelli. La settima sala sarà invece dedicata all'attenzione mostrata dal cinema per le acconciature femminili, antiche e moderne. L'ottava e ultima sala documenta come l'acconciatura di Faustina – filo rosso della mostra – abbia continuato a esercitare grande fascino anche nell'età neoclassica e, in particolare, nella ritrattistica di Antonio Canova.

Lo spazio espositivo raccoglie una selezione di ritratti di protagoniste del Rinascimento, tra cui Lucrezia Borgia, Isabella d'Este, Vittoria Colonna ed Eleonora da Toledo, e approfondisce l'espressività delle acconciature nella ritrattistica ufficiale, evidenziando come le stesse donne le abbiano utilizzate per proporre valori culturali e modelli di comportamento.

Nell'ambito della mostra saranno proposti incontri ed eventi e un'ampia attività di didattica gratuita rivolta alle scuole e alle famiglie.

Il catalogo della mostra è realizzato da Edizioni Gallerie d'Italia | Skira.

Il museo di Vicenza, insieme a quelli di Milano, Napoli e Torino, è parte del progetto museale Gallerie d'Italia di Intesa Sanpaolo, guidato da Michele Coppola, Executive Director Arte, Cultura e Beni Storici della Banca.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Le trecce di Faustina. Acconciature, donne e potere nel Rinascimento

Apertura: 14/12/2023

Conclusione: 07/04/2024

Organizzazione: Gallerie d'Italia, museo di Intesa Sanpaolo

Curatore: Howard Burns, Vincenzo Farinella e Mauro Mussolin

Luogo: Vicenza, Gallerie d'Italia

Indirizzo: Contrà Santa Corona, 25 - 36100 Vicenza

Sito web per approfondire: https://gallerieditalia.com/it/vicenza/



Altre mostre a Vicenza e provincia

Arte contemporanea‎

POP/BEAT – Italia 1960-1979. Liberi di Sognare

"POP/BEAT – Italia 1960-1979. Liberi di Sognare", la grande mostra in Basilica Palladiana a VIcenza celebra la libertà, i sogni e la bella rivoluzione dal 2 marzo al 30 giugno 2024. leggi»

02/03/2024 - 30/06/2024

Veneto

Vicenza

Arte contemporanea‎

Patrizia Da Re. Ossa di Vetro

Qu.Bi Gallery presenta "Ossa di Vetro" con opere di Patrizia Da Re, con suoi lavori, realizzati con interventi pittorici e stampa con colori calcografici da matrice in linoleum su lastra radiografica. leggi»

02/03/2024 - 30/03/2024

Veneto

Vicenza

Ingresso Gratuito

Fotografia

Tommaso Pitton. ICE-land

Il fotografo e architetto Tommaso Pitton ritorna a esporre in città con il progetto fotografico ICE-land al Punto Ottico Human Eyes di Contrà santa Barbara a Vicenza. leggi»

23/02/2024 - 30/03/2024

Veneto

Vicenza

Fotografia

Antonio Magazzino. Vicenza città bellissima

"Vicenza città bellissima" è la mostra fotografica di Antonio Magazzino dedicata alla città di Vicenza in programma dal 2 al 31 marzo a Vicenza. leggi»

02/03/2024 - 31/03/2024

Veneto

Vicenza

Arte del Rinascimento

Rinascimento in bianco e nero. L’arte della stampa a Venezia (1494–1615)

Dal 24 febbraio al 2 giugno 2024, i Musei Civici di Bassano del Grappa propongono "Rinascimento in bianco e nero. L’arte della stampa a Venezia (1494–1615)", rassegna grande impatto visivo. leggi»

24/02/2024 - 02/06/2024

Veneto

Vicenza

Fotografia

Luca Girardini. What's wrong with my villa?

Sabato 10 febbraio alle ore 17:30 l'associazione culturale Metamorfosi Gallery presenta "What's wrong with my villa?" progetto fotografico inedito ideato da Luca Girardini. leggi»

10/02/2024 - 03/03/2024

Veneto

Vicenza