Rinascimento in bianco e nero. L’arte dell'incisione a Venezia (1494–1615)

  • Quando:   02/03/2024 - 23/06/2024
  • evento concluso

Arte del RinascimentoMostre a VicenzaBassano del Grappa


Rinascimento in bianco e nero. L’arte dell'incisione a Venezia (1494–1615)
Jacopo de Barbari, Veduta di Venezia a volo d'uccello, 1500. Venezia, Museo Correr.

Dal 2 marzo al 23 giugno 2024, i Musei Civici di Bassano del Grappa propongono "Rinascimento in bianco e nero. L’arte della stampa a Venezia (1494–1615)", rassegna d'eccezione a cura di Giovanni Maria Fara e David Landau.

Il vertiginoso percorso proposto, dal grande impatto visivo con oltre un centinaio di opere, alcune di formato monumentale, vedrà le «felicissime linee nere» dell'incisione, così lodate dagli umanisti, misurarsi con i temi fondanti e universalmente riconosciuti dell'arte veneziana del Rinascimento: il chiaroscuro tonale, il paesaggio, i teleri, la pittura narrativa, le eleganti figure femminili, il rapporto dialettico con le differenti tradizioni artistiche, una personale idea dell'antichità, la difesa della propria irriducibile identità.

Una rassegna d'eccezione dedicata all'incisione veneziana e a quell'autentica rivoluzione mediatica che fu la nascita e la diffusione della stampa, fenomeno epocale che investì l'Europa e trasformò Venezia in un imprescindibile crocevia di esperienze artistiche.

Grazie alle stampe, oggetti immediatamente moltiplicabili, facilmente trasportabili, che non recano in sé alcuna precisa considerazione dei confini geografici e linguistici, Venezia si pose infatti come imprescindibile crocevia di esperienze artistiche in continuo, tumultuoso e interminabile aggiornamento. Fu Venezia infatti il luogo in cui nacquero e vennero commercializzate alcune delle più importanti e affascinanti realizzazioni grafiche ed editoriali di tutto il Rinascimento. Protagonista di una vera e propria rivoluzione mediatica, l'arte incisoria investì capillarmente non solo l'Europa ma tutto il mondo allora conosciuto, diffondendo stili e idee: un fenomeno epocale, paragonabile alla diffusione del digitale che ha trasformato lo stile di vita globale negli ultimi decenni.

«La mostra – afferma Barbara Guidi, Direttrice dei Musei Civici di Bassano del Grappa – ripercorre gli alti e innovativi raggiungimenti di quell'arte che fu in grado di dialogare con le conquiste della pittura, quando non addirittura di influenzarla, quasi che l'una fosse lo specchio dell'altra».... leggi il resto dell'articolo»

Le ricchissime collezioni bassanesi, dovute alla straordinaria raccolta della famiglia Remondini, formatasi alla fine del XVIII secolo e giunta fino a noi nel suo aspetto originario, sono oggetto di un'imponente campagna di restauro integralmente sostenuta da Save Venice: no profit americana da cinquant'anni dedita alla salvaguardia del patrimonio artistico lagunare cui si deve, in ultimo, il magistrale restauro dell'Assunta di Tiziano presso la Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari a Venezia.

La mostra attinge, oltre che al ricco corpus incisorio bassanese, a prestiti concessi da raccolte pubbliche e private: fra queste, la Biblioteca Nazionale Marciana, la Fondazione Giorgio Cini, l'Archivio di Stato, l'Accademia di Belle Arti e la Scuola Grande di San Marco di Venezia, ma anche le Gallerie degli Uffizi di Firenze, la Biblioteca Palatina di Parma e altre ancora.

I temi affrontati dal progetto espositivo sono di eccezionale rilevanza e coinvolgono alcuni fra i maggiori artisti del tempo che rivoluzionario il modo stesso di guardare alla realtà: Andrea Mantegna; Jacopo de' Barbari; Aldo Manuzio e Francesco Colonna; Girolamo Mocetto; Giulio e Domenico Campagnola; Benedetto Montagna; Albrecht Dürer; Marcantonio Raimondi; Hans Burgkmair il Vecchio; Lucantonio degli Uberti; Enea Vico, Battista Franco e lo Schiavone; Lorenzo Lotto e il Pordenone; i grandi poligrafi e stampatori attivi a Venezia sulla metà del XVI secolo (Anton Francesco Doni e Ludovico Dolce; Francesco Marcolini e Gabriele Giolito); Vincenzo Scamozzi e Battista Pittoni; Tiziano e le botteghe dei suoi innumerevoli incisori: Ugo da Carpi, Giulio Bonasone, Giovan Jacopo Caraglio, Giovanni Britto, Nicolò Boldrini, Battista del Moro, Martino Rota, Giulio Fontana, Cornelis Cort. E ancora: Jacopo e Leandro Bassano; Veronese e Tintoretto, ed Agostino Carracci come loro più raffinato interprete in bianco e nero; da ultimo, il vicentino Giuseppe Scolari, col suo segno drammaticamente chiaroscurato, che già prelude al Barocco.

Assieme all'importante pubblicazione scientifica che la accompagna, Rinascimento in bianco e nero. L'arte della stampa a Venezia (1494–1615) è dunque l'occasione per riportare all'attenzione del pubblico, oltre che degli studiosi, a questa straordinaria pagina dell'arte europea e offrire l'occasione di un significativo aggiornamento degli studi a distanza di alcuni decenni dalle memorabili esposizioni The Reinassance Print (1994) e The Genius of Venice (1984).

«Dopo il successo di Io, Canova. Genio europeo il Museo Civico di Bassano del Grappa si rende ancora una volta protagonista del panorama espositivo nazionale grazie all'eccezionale ricchezza delle proprie collezioni e alla qualità delle proprie proposte culturali» afferma Elena Pavan, Sindaco di Bassano del Grappa.
«Un'iniziativa che coniuga, al più alto grado, la tutela del patrimonio bassanese e la sua valorizzazione e che sarà un'autentica scoperta per il pubblico».

La grande mostra si sviluppa eccezionalmente in due sedi, un unico grande progetto che lega il Museo Civico di Bassano del Grappa, e dal 8 marzo al 3 giugno
2024 a Ca' Rezzonico – Museo del Settecento Veneziano.

A cura di Giovanni Maria Fara e David Landau, tra i maggiori studiosi dell'arte incisoria, e da un autorevole comitato scientifico, la mostra propone oltre 180 capolavori grafici, circa 90 opere per sede, appartenenti al ricco corpus grafico delle raccolte civiche di Bassano del Grappa e a rilevanti collezioni pubbliche e private.
L'esposizione, nelle due sedi di Bassano del Grappa e Venezia, racconta per
la prima volta lo sviluppo dell'incisione rinascimentale veneziana nell'ottica di una condivisa valorizzazione del patrimonio grafico veneto, di cui i due istituti custodiscono alcune delle collezioni più prestigiose. Nei due percorsi è presentata una significativa selezione di capolavori di artisti italiani ed europei del XVI secolo che rivoluzionarono il modo stesso di guardare alla realtà: Andrea Mantegna, Albrecht Dürer, Jacopo de' Barbari, Tiziano e le botteghe dei suoi incisori, Tintoretto, Veronese, Benedetto Montagna, Ugo da Carpi, Domenico Campagnola, Agostino Carracci e Giuseppe Scolari.

La mostra costituisce inoltre il punto culminante di un importante progetto di studio e recupero del prezioso patrimonio grafico di ambo i musei: il restauro di 250 capolavori, di cui 87 in mostra, delle collezioni bassanesi e di 60 tra le 92 in mostra di quelle veneziane. Un'imponente campagna di restauro resa possibile grazie
al rilevante finanziamento di Save Venice, Inc. con il generoso sostegno di The Versailles Foundation, Inc., per la sede di Bassano del Grappa, e con il generoso sostegno di Mary Ellen Oldenburg e Tina Walls, per la sede di Venezia.

Secondo un percorso cronologico-tematico articolato in dieci sezioni, le due esposizioni immergeranno i visitatori nell'universo monocromatico della stampa grazie anche ad un allestimento che conduce il pubblico alla scoperta di un'arte raffinata e sorprendente, ricercata da tutti i collezionisti, volano per la diffusione delle più importanti novità artistiche del tempo, e lo fa svelando i segreti delle sue differenti tecniche e l'articolazione delle botteghe di stampatori dell'epoca.
In particolare, al Museo Civico di Bassano del Grappa, l'allestimento scenografico e suggestivo è firmato dal regista teatrale, premiato con l'European Opera Director Prize nel 2015, Andrea Bernard.

"Nella loro lunga storia è la prima volta che le due istituzioni portano avanti un progetto comune" afferma Alberto Craievich, Responsabile di Ca' Rezzonico, "un progetto volto alla valorizzazione del proprio patrimonio attraverso due iniziative parallele ma unite da un unico catalogo". "Due prestigiose collezioni - prosegue Barbara Guidi, Direttrice dei Musei Civici di Bassano del Grappa - sono oggi unite da un percorso espositivo e di ricerca volto a far conoscere, scoprire e riscoprire, in modo nuovo e sorprendente, una delle pagine più rilevanti della storia dell'arte del Rinascimento veneto."
A distanza di alcuni decenni dalla memorabile esposizione londinese The Genius of Venice (1983-1984) e dalla fondamentale pubblicazione The Renaissance Print (1994), la mostra Rinascimento in bianco e nero. L'arte dell'incisione a Venezia (1494–1615) e relativo catalogo costituiscono un'occasione unica per riportare l'attenzione su una pagina determinante dell'arte europea dell'epoca moderna, e per permettere al pubblico di avvicinarsi a un'arte, quella dell'incisione, che fu in grado di dialogare con le conquiste della pittura, quando non addirittura di influenzarla, quasi che l'una fosse lo specchio dell'altra.

Il catalogo

La mostra è affiancata dall'importante e omonima pubblicazione scientifica, Rinascimento in bianco e nero. L'arte della stampa a Venezia (1494–1615), volume di oltre 350 pagine pubblicato sia in lingua italiana che in lingua inglese. I curatori, David Landau e Giovanni Maria Fara, hanno riunito il comitato scientifico di statura internazionale che ha contribuito alla stesura dei saggi a corredo delle schede di catalogo delle opere esposte, saggi che offrono importanti aggiornamenti sugli studi di settore. Gli autori, oltre ai due curatori David Landau e Giovanni Maria Fara, sono Laura Aldovini e Silvia Urbini, co-curatrici insieme a David Landau dell'Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia; Mattia Biffis, professore associato presso l'Università degli Studi di Messina - Dipartimento di Civiltà antiche e moderne; Paul Holberton, uno dei più autorevoli studiosi, a livello internazionale, di Giorgione e del Rinascimento italiano; Ilaria Andreoli, faculty member presso l'Institut National d'Histoire de l'Art (INHA) di Parigi; Giorgio Tagliaferro, professore associato di Storia dell'arte presso l'Università di Warwick; Samuel Vitali, redattore dal 2010 delle "Mitteilungen des Kunsthistorischen Institutes in Florenz"; Jamie Gabbarelli, curatore responsabile della collezione di opere europee su carta dal XV al XVIII secolo presso l'Art Institute di Chicago.

La mostra è promossa e organizzata con Fondazione Musei Civici Venezia e Save Venice, Inc. Con il patrocinio di Regione del Veneto e Etra S.p.A.
In collaborazione con Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza e Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna
Con il sostegno di Fondazione Banca Popolare di Marostica Volksbank e Fondazione Giuseppe Roi Onlus
Mecenate in Art bonus per il progetto didattico Visto...si stampi! Fondazione Cariverona

Il progetto didattico Visto ... Si Stampi!

In occasione della mostra Rinascimento in bianco e nero. L'arte dell'incisione a Venezia (1494-1615) il Museo Civico di Bassano del Grappa propone un importante progetto didattico basato su metodologie aggiornate e innovative, articolato in percorsi narrativi differenti, attività animate e laboratori rivolti alle scuole di ogni ordine e grado e alle famiglie.
Sulla scia del successo e dell'apprezzamento riscontrato in relazione al progetto realizzato lo scorso anno per la grande mostra Io Canova. Genio europeo, il Museo Civico intende fare tesoro di quella feconda esperienza e della solida formazione ottenuta dagli operatori didattici, che hanno visto accresciuta la propria preparazione, offrendo un nuovo progetto strutturato ad hoc per la mostra dedicata all'incisione. Sarà riproposta la metodologia sperimentale che alla visita "guidata" oppone quella "animata", coinvolgente e comunicativa, che non si limiterà a fornire nozioni, date e dati, ma proporrà confronti, esercizi di visione e di interpretazione, volti ad incentivare un rapporto attivo con l'opera d'arte e con i suoi processi creativi, attraverso un approccio che valorizza la superiorità educativa del "comprendere" sull'idea dell'"apprendere".
Il progetto mira a favorire l'accessibilità e la fruizione da parte di un pubblico ampio e diversificato per età, formazione e provenienza sociale; le varie attività proposte saranno infatti studiate e declinate sulla base del differente pubblico cui sono rivolte, variando di volta in volta il linguaggio adottato e focalizzandosi su diverse sfaccettature dei contenuti proposti. Al fine di favorire l'avvicinamento del mondo scolastico all'arte incisoria e di agevolare economicamente le famiglie, è prevista la gratuità per le classi che usufruiranno dei laboratori didattici.
Il progetto è realizzato in collaborazione con Daniele Fraccaro, docente di Mediazione e pedagogia dell'arte dell'Accademia di Belle Arti di Venezia, e i docenti d'incisione dello stesso Istituto, e vedrà la partecipazione di studenti e altri esperti nell'ambito della tecnica incisoria.
Il progetto didattico Visto...Si Stampi! è articolato in quattro differenti percorsi
declinati sulla base dell'età dei partecipanti a cui sono rivolti:

visite e laboratori per la scuola primaria e secondaria | percorsi animati per famiglie | visite guidate.

Con l'ausilio degli apparati didattici e dei materiali presenti in mostra,
si porterà alla scoperta del funzionamento della bottega di uno stampatore del Rinascimento, della suddivisione dei compiti al suo interno e dei diversi materiali e tecniche utilizzati. Le attività saranno divise in due parti, visita animata alla mostra e laboratorio pratico, e ci si servirà di un "kit di stampa", composto da vari strumenti necessari alla realizzazione delle incisioni, sia quelle di tipo xilografico (su matrice in legno), sia quelle di tipo calcografico (su matrice metallica), tipologie di stampa osservabili lungo il percorso espositivo.

I quattro differenti percorsi si articoleranno come segue:

Nella bottega dello stampatore - Visita animata e laboratorio
La narrazione concitata di un incisore in abiti d'epoca introdurrà alla stampa
del '500. Il pretesto narrativo presenta in maniera intrigante e coinvolgente la calcografia e la xilografia. Servendosi di due speciali kit di lavoro, lo stampatore mostrerà funzione e utilizzo di materiali e strumenti del mestiere, collegandoli alle varie fasi dei complessi procedimenti di stampa: dal disegno alla preparazione della matrice, dall'incisione all'acidatura, dalla preparazione della carta all'inchiostratura, dalla pressa alla stampa finale.
Edotti sui segreti della stampa, i bambini seguiranno lo stampatore nelle sale espositive per riconoscere i vari espedienti tecnici direttamente sulle stampe rinascimentali e successivamente sperimenteranno in prima persona le tecniche incisorie. A ciascun partecipante sarà affidato un compito specifico così come avveniva nelle botteghe di stampa rinascimentali (per esempio disegnare il soggetto, inciderlo sulla lastra, utilizzare il torchio ecc..).
→ Attività rivolta alla scuola primaria
→ Durata: 1,5 h
→ Costo: €110 a gruppo comprensivo di biglietto di ingresso

Sotto torchio - Visita animata e laboratorio
Fase 1 Una visita animata condurrà i partecipanti a scoprire le fasi dei complessi procedimenti di stampa rinascimentale proprio a partire dalle opere in mostra.
I partecipanti saranno messi "sotto torchio" da una serie di esercizi che hanno
lo scopo di portare alla luce gli aspetti più caratteristici della stampa e della grafica d'arte: dalle grandi xilografie "a blocchi" ai fogli di controprova, dal bulino all'acquaforte, dal puntinato alla tecnica del tratteggio incrociato e altro ancora.
Fase 2 Nell'aula didattica verrà presentato lo sviluppo della stampa d'arte fino ai giorni nostri, mettendo in evidenza lo scarto e gli elementi di continuità fra le tecniche contemporanee e quelle del Rinascimento.
Fase 3 A questo punto ogni partecipante potrà cimentarsi in un vero e proprio laboratorio di stampa che, pur con tecniche moderne, conservi caratteri desunti dalle stampe antiche, come la "pressa" e la composizione di più stampe in un'unica opera d'insieme, rispettando criteri di raccordo, similmente a quanto previsto nella cinquecentesca stampa "a blocchi". Il laboratorio terminerà con la messa in scena della grande stampa realizzata dalla classe.
→ Attività rivolta alla scuola secondaria di primo e secondo grado → Durata: 1,5 h
→ Costo: €110 a gruppo comprensivo di biglietto di ingresso
Il progetto didattico Musei Civici Bassano del Grappa 11

Rinascimento nero su bianco - Visita guidata
La visita permetterà al pubblico di scoprire il contesto storico e tecnico della stampa rinascimentale con particolare attenzione alle peculiarità della grafica cinquecentesca. Le più significative opere presenti in mostra non saranno semplicemente ammirate, ma opportunamente interpellate quali raffinati mezzi di divulgazione delle novità artistiche dell'epoca. Mantegna, Tiziano, Dürer
e Agostino Carracci sono solo alcuni degli artisti che, in prima persona o tramite scuole e seguaci, emergeranno con la loro specificità stilistica; le loro peculiarità si staglieranno chiaramente proprio in virtù della perentoria sintesi grafica che il segno inciso impone. Dalla xilografia alla calcografia, dal piccolo al grande formato, dal puntinato al tratteggio incrociato, ogni scelta espressiva andrà a configurare l'arte della stampa come un linguaggio imprescindibile per comprendere l'arte del Rinascimento.
→ Attività rivolta alla scuola secondaria di primo e secondo grado → Durata: 1 h
→ Costo: €80 a gruppo comprensivo di biglietto di ingresso
→ Attività rivolta agli adulti
→ Durata: 1 h
→ Costo: €80 a gruppo in aggiunta al biglietto di ingresso

Baci a stampo... e a stampa - Visita animata e laboratorio
Una visita animata ludica e coinvolgente porterà a scoprire i segreti della
stampa rinascimentale. Le più significative xilografie e calcografie della mostra saranno esaminate con attenzione, chiamando in causa, di volta in volta, funzioni, destinazioni d'uso, tecniche, procedure complesse e quasi alchemiche, ma anche materiali, oggetti e strumenti che prontamente l'animatore offrirà allo sguardo
e alle mani dei partecipanti. La tecnica della stampa ricavata da una matrice incisa verrà sviluppata attraverso un'attività di laboratorio che permetterà a tutti
i partecipanti di realizzare una stampa personale ripercorrendo le più tipiche
fasi del procedimento: disegno, incisione, inchiostratura, pressione e stampa. Uno speciale raccordo grafico permetterà di far combaciare le varie stampe, individuando il punto esatto in cui una stampa può "baciare" l'altra. Così, ogni famiglia potrà unire i propri lavori per ricavare un'originale "stampa di famiglia" quale testimonianza dell'esperienza vissuta insieme.
→ Attività rivolta alle famiglie: adulti e bambini dai 5 ai 10 anni → Durata: 1,5 h
→ Costo: €9 a persona comprensivo di biglietto di ingresso

Workshop sulla tecnica incisoria della puntasecca con lo stampatore Giancarlo Busato
Quattro appuntamenti che permetteranno di far conoscere da vicino una delle più affascinanti tecniche incisorie utilizzate già dal Cinquecento, rappresentata in mostra da diverse opere esposte. I partecipanti, assistiti dallo stampatore Giancarlo Busato, potranno praticare loro stessi la tecnica della puntasecca incidendo un'immagine
su una matrice e assistendo successivamente al processo manuale di stampa con il torchio a stella. Al termine dell'attività verranno consegnati a ciascun partecipante i lavori svolti (matrice e stampa). Sarà inoltre possibile visitare liberamente la mostra Rinascimento in bianco e nero. L'arte dell'incisione a Venezia (1494-1615).
Appuntamenti:
→ sabato 16 marzo → sabato 08 aprile → sabato 18 maggio → sabato 15 giugno
Dalle ore 15.00 alle 17.00
Attivabile con un minimo di 20 partecipanti
→ Attività rivolta a tutte le fasce d'età
→ Durata: 2h
→ Costo: €18 a persona comprensivo di biglietto di ingresso alla mostra

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Rinascimento in bianco e nero. L’arte dell'incisione a Venezia (1494–1615)

Bassano del Grappa - Museo Civico

Apertura: 02/03/2024

Conclusione: 23/06/2024

Organizzazione: Musei CIvici

Curatore: Giovanni Maria Fara e David Landau

Indirizzo: P.za Garibaldi, 34 - 36061 Bassano del Grappa (VI)

Orario: tutti i giorni compresi festivi 10:00-19:00 | Chiuso i martedì non festivi, Pasqua e il 25 dicembre | La biglietteria chiude alle ore 18:00

Biglietto: 13 € intero | € 11 ridotto | Biglietto giovani 5 € | Gratuito per varie categorie

Per info: biglietteriamusei@comune.bassano.vi.it | +39 0424 519901

Pubblicazione Scientifica: Scripta edizioni | 352 pagine, dimensioni 24 x 28 cm prezzo di copertina € 38,00 | ISBN 979-12-80581-86-0

Sito web per approfondire: https://www.museibassano.it/it



Altre mostre a Vicenza e provincia

Illustrazionemostre Vicenza

Illustri festival

Illustri Festival torna a colorare Vicenza dal 28 giugno al 29 settembre 2024, trasformando ancora una volta la città nella capitale italiana dell'illustrazione. leggi»

28/06/2024 - 29/09/2024

Veneto

Vicenza

Arte contemporaneaFotografiaSculturamostre Vicenza

Dieci piccole personali

La mostra "Dieci piccole personali", allestita nella palladiana Villa Pojana, si articola tra pittura scultura e fotografia, riunite dal titolo e dal fascino dell'architettura. leggi»

29/06/2024 - 31/07/2024

Veneto

Vicenza

Arte contemporaneamostre Vicenza

HM, HE, HA | Prima parte: Pesce Khete e Michele Tocca

La Fondazione Coppola è lieta di presentare negli spazi del Torrione di Porta Castello la mostra in due parti HM, HE, HA a cura di Elena Volpato e Davide Ferri.
 leggi»

02/06/2024 - 14/09/2024

Veneto

Vicenza

Arte contemporaneamostre Vicenza

POP/BEAT – Italia 1960-1979. Liberi di Sognare

"POP/BEAT – Italia 1960-1979. Liberi di Sognare", la grande mostra in Basilica Palladiana a VIcenza celebra la libertà, i sogni e la bella rivoluzione dal 2 marzo al 28 luglio 2024. leggi»

02/03/2024 - 28/07/2024

Veneto

Vicenza

Arte modernamostre Vicenza

Opere di Mario Mirko Vucetich. La donazione Breganze

La mostra "Opere di Mario Mirko Vucetich. La donazione Breganze" ripercorre le tappe più significative della vita e della carriera professionale dell'artista. leggi»

21/12/2023 - 29/09/2024

Veneto

Vicenza

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Vicenza

Piero Fogliati. La città Fantastica

Atipografia presenta "La città fantastica", personale dedicata a Piero Fogliati aperta al pubblico dal 25 maggio al 14 settembre 2024 ad Arzignano. leggi»

25/05/2024 - 14/09/2024

Veneto

Vicenza

Arte anticamostre Vicenza

Argilla. Storie di incontri

Prosegue fino al 9 settembre 2024 a Vicenza la mostra "Argilla. Storie di incontri", preziosa testimonianza della cultura della Grecia d'Occidente. leggi»

12/10/2023 - 08/09/2024

Veneto

Vicenza