Marisa Gramola e Lorenzo Lovo. Omaggio al critico d'arte Salvatore Fazia

  • Quando:   06/04/2024 - 21/04/2024
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a Vicenza


Marisa Gramola e Lorenzo Lovo. Omaggio al critico d'arte Salvatore Fazia

Sabato 6 aprile 2024 alle 18.00 inaugura presso la galleria d'arte Artù-Artisti Uniti di Vicenza, in Contrà Piancoli 14, la mostra di pittura di Marisa Gramola e Lorenzo Lovo quale " Omaggio al critico d'arte Salvatore Fazia ". La mostra è visitabile fino al 21 aprile. 

La mostra resterà aperta da sabato 6 a domenica 21 aprile 2024.

Testo di Salvatore Fazia 

Per Marisa.
Non si tratta di memoria, c'è in atto qualcosa di più profondo, ed è ciò che si costituisce come modo artistico. Qualcosa sprofonda, nella scena, e nello stesso tempo organizza un calcolo, una specie di misura: il calcolo artistico, infatti, non è il concetto di memoria avanguardistica, il calcolo artistico è primitivamente un'operazione pitagorica, divenuta poi una figura di scena classica per fruttare senso in espansione nell'economia simbolica dell'arte, evidenza di misura dove l'operazione dell'opera realizzi l'effetto speciale di una volontà di rappresentazione. L'opera d'arte di Marisa Gramola ... in realtà è il risultato dorato di una volontà di sogno e di un sogno nell'arte molto complesso: dapprima questa oscura ispirazione d'arte, questa fiducia in una sua qualche qualità di potenza; poi tutta una complicata strategia di manovre tra ripescaggi nell'inconscio del passato ma come tracce di una memoria già quasi artistica. E qui allora la ricerca di recupero di elementi sicuramente simbolici, e doppiamente simbolici, tra stanzialità dei segni, di certi segni, e transitività dell'immaginazione esisten- ziale, e, d'altra parte sceneggiabilità degli stessi se- gni nell'immaginario d'attualità o come allestimento d'una ipotesi del genere. L'arte di Marisa Gramola è tutta ragionata, anzi, ragionante, ... Allora fotografie di famiglia, album di famiglia e di periferia, infanzie aristocratiche e popolari, architetture, resti, segni di campagna ... montaggi, accumuli. Tutto, si capisce, a fior di pelle, tra i sensi: perché l'operazione dell'ar- te, un'operazione del genere, non può avvenire che là, nella zona della comune universalità com'è quella dei sensi...

Il caso Lovo: una pittura tra arte e letteratura.
Artista singolare (perché di lui si può dire una cosa antica: quella cioè di essere creatore di un mondo amato da tutti come un sogno del passato) ma poco parlato dalla cultura, poco ufficializzato, costituisce ormai uno scandalo critico, un caso. Di che si tratta? Cominciamo da un'osservazione curiosa: la pittura di Lovo, i suoi modi, i suoi soggetti, per quanto li cer- chiate nella pittura moderna e contemporanea, in quella italiana, in quella veneta, non li troverete. Li trovate invece altrove, in tutt'altra parte, e strana- mente in un'altra arte: la letteratura, quella veneta. Lovo assomiglia, vita e opera, agli scrittori veneti: artisti solitari, periferici, dolci e scontrosi; la loro stessa solitudine, la loro stessa caratterialità segnata da profondi e rapidi malumori, da una generale e radicale diffidenza. L'attaccamento alla propria terra come a un'isola e la stessa rottura con tutto ciò che è razionale, e casomai il privilegiamento di una terza patria (Sgorlon, interrogato se si sente mitteleuro- peo, risponde di sì, e aggiunge: quando andiamo di là diciamo " andiamo dentro", quando andiamo di qua diciamo "andiamo fora"). Per Rigoni Stern, l'Alto- piano è il mondo, e poi la Russia; per Tomizza, Trieste e poi la Jugoslavia; per Sgorlon il Friuli, e poi l'Austria; per Meneghello, Malo e poi l'Inghilterra, per Zoderer, la Val Pusteria, e poi la Germania; per lo stesso Camon la Bassa, e poi il Sud America. Lovo ha Quinto, e pure lui la Germania. Impressionante è la somiglianza figurativa tra certe pagine di Camon, certi ritratti, certe descrizioni (la vecchia Crua, Remo, la casa de Ranguttani, nel romanzo La vita eterna)...

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Marisa Gramola e Lorenzo Lovo. Omaggio al critico d'arte Salvatore Fazia

VIcenza - Artù-Artisti Uniti

Apertura: 06/04/2024

Conclusione: 21/04/2024

Organizzazione: Artù-Artisti Uniti

Indirizzo: Contrà Piancoli 14 - 36100 Vicenza

Inaugurazione: 6 aprile ore 18.00

Orario: martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica 16.00-19.00 | giovedì 10.00-12.00 e 16.00-19.00 | lunedì chiuso

Per info: info@artistiuniti.com

Sito web per approfondire: http://www.artistiuniti.com/



Altre mostre a Vicenza e provincia

Arte contemporaneamostre Vicenza

Piero Fogliati. La città Fantastica

Atipografia presenta "La città fantastica", personale dedicata a Piero Fogliati aperta al pubblico dal 25 maggio al 14 settembre 2024 ad Arzignano. leggi»

25/05/2024 - 14/09/2024

Veneto

Vicenza

Arte contemporaneamostre Vicenza

Sergio Zen. Il Colore, La Mia Voce

Sabato 25 Maggio ore 17.00 presso i giardini della Biblioteca Civica di Valdagno verrà inaugurata la mostra "Sergio Zen. Il Colore, La Mia Voce". leggi»

25/05/2024 - 23/06/2024

Veneto

Vicenza

Arte anticamostre Vicenza

Argilla. Storie di incontri

Prosegue fino al 9 settembre 2024 a Vicenza la mostra "Argilla. Storie di incontri", preziosa testimonianza della cultura della Grecia d'Occidente. leggi»

12/10/2023 - 08/09/2024

Veneto

Vicenza

Arte contemporaneamostre Vicenza

POP/BEAT – Italia 1960-1979. Liberi di Sognare

"POP/BEAT – Italia 1960-1979. Liberi di Sognare", la grande mostra in Basilica Palladiana a VIcenza celebra la libertà, i sogni e la bella rivoluzione dal 2 marzo al 30 giugno 2024. leggi»

02/03/2024 - 30/06/2024

Veneto

Vicenza

Arte contemporaneamostre Vicenza

Vision

Dal 16 al 26 maggio in Villa Bonin Maistrello a Vicenza, si terrà la mostra collettiva "Vision" promossa dall'associazione culturale Fix Talent Art. leggi»

16/05/2024 - 26/05/2024

Veneto

Vicenza

Ingresso gratuito

Arte del Rinascimentomostre Vicenza

Rinascimento in bianco e nero. L’arte dell'incisione a Venezia (1494–1615)

Dal 2 marzo al 23 giugno 2024, i Musei Civici di Bassano del Grappa propongono "Rinascimento in bianco e nero. L’arte della stampa a Venezia (1494–1615)", in mostra capolavori imperdibili. leggi»

02/03/2024 - 23/06/2024

Veneto

Vicenza