FotografiaMostre a Firenze

Massimo Listri. Firenze - Kyiv e ritorno

  • Quando:   08/02/2024 - 08/03/2024
  • evento concluso
Massimo Listri. Firenze - Kyiv e ritorno
Museo Khanenko, Kyiv

Fino all'8 marzo nella Sala d'Arme di Palazzo Vecchio a Firenze è visitabile la mostra "Firenze - Kyiv e ritorno" di Massimo Listri, a cura di Sergio Risaliti, direttore artistico del Museo Novecento di Firenze.

Si tratta di un inedito ciclo di opere fotografiche che Listri ha dedicato alle bellezze architettoniche e artistiche di Kyiv, dove gran parte del patrimonio storico artistico è a rischio di sopravvivenza. La mostra vuole essere anche l'omaggio di Firenze alla capitale dell'Ucraina, simbolo di lotta per la libertà e indipendenza di un popolo aggredito militarmente dalla Russia. Firenze è gemellata con Kyiv dal 27 luglio 1967 quando il Sindaco di Firenze era Piero Bargellini, e questo progetto sancisce l'amicizia e vicinanza al popolo ucraino in una fase storica drammatica come questa.

La peculiarità di questa mostra è che, pur trattando di un sanguinoso conflitto in corso, non troviamo immagini di guerra, distruzioni di teatri e biblioteche, di case e scuole, feriti e morti. Dodici di queste fotografie su grande formato saranno stampate ed esposte su delle strutture metalliche, come quadri antichi sul loro cavalletto. Le altre saranno proiettate sulle pareti della Sala d'Arme, grazie all'utilizzo dei videoproiettori già installati nella Sala, esaltando la cristallina, nitida qualità dei dettagli fotografici, vero cavallo di battaglia di Listri, conosciuto nel mondo per le sue 'metafisiche' vedute artistiche.

"E' una scelta precisa quella che fa Massimo Listri con queste foto - dichiara il sindaco Dario Nardella, che sarà presente domani all'inaugurazione della mostra -: immagini che ad una prima occhiata frettolosa sono apparentemente senza tempo e senza spazio ma che, ad uno sguardo più attento e approfondito, svelano tutta l'angoscia che accompagna da due anni l'invasione russa in Ucraina. Un enorme teatro con sedute di velluto rosso completamente vuoto, centinaia di foto di donne e uomini raccolte insieme in un tetro collage di caduti, luoghi sacri sviscerati di ogni religione, lussuosi saloni delle feste fermatisi prima dell'ultimo ballo, scorte di pane pronto ad essere distribuito, opere d'arte coperte, sacchi di sabbia che cercano riparo dall'orrore. Una guerra senza protagonisti e senza sangue ma che si intravede incombente dalle immagini di Listri".

"L'Unesco - sottolinea il curatore Risaliti - stima in più di 250 gli edifici culturali danneggiati o interamente distrutti, con un danno economico di quasi 3 miliardi di euro. Qualche decennio fa è accaduta la stessa cosa alla biblioteca di Sarajevo, simbolo di valore e significato universale, come la città di Palmira. Tutti noi ci sentiamo depredati di qualcosa che ci appartiene, perché la cultura ci afferma come esseri umani dotati di una coscienza superiore, raggiunta, non per intervento divino, ma grazie all'arte, alla musica, a tutto ciò che di bello e di memorabile abbiamo creato nei secoli".
"Massimo Listri ha raggiunto Kyiv, ma non ha fotografato le rovine, i feriti e i morti - continua Risaliti - non ha voluto documentare l'orrore, la disperazione. Il suo reportage, come sempre di altissima qualità poetica e formale, riguarda alcune dei maggiori siti del patrimonio storico artistico e architettonico della capitale ucraina. Ha cercato di generare contemplazione, durata, proiettando sentimenti di morte attraverso al compassione per quanto di bello ha costruito il popolo ucraino nei secoli. Infatti, questo suo nuovo ciclo di fotografie ci tocca nel profondo, ci commuove e ci lascia in qualche modo sgomenti. Sono indiscutibilmente belle, non ostentano altro che bellezza, magnificenza, ricchezza estetica, sacralità, opulenza creativa, devozione spirituale. Eppure, non possiamo non associare tutta questa bellezza e fastosità alla deprimente, allucinata e soffocante presenza della guerra, con i suoi disastri e la sua pesante cappa di dolore".

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Massimo Listri. Firenze - Kyiv e ritorno

Apertura: 08/02/2024

Conclusione: 08/03/2024

Organizzazione: Museo di Palazzo Vecchio

Curatore: Sergio Risaliti

Luogo: Firenze, Sala d'Arme, Palazzo Vecchio

Indirizzo: P.za della Signoria - 50122 Firenze

Orario: tutti i giorni 14.00-19.00 | giovedì chiuso

Per info: bigliettimusei.comune.fi.it | info@musefirenze.it | +39 055 2768224.



Altre mostre a Firenze e provincia

Arte contemporanea

Pilar Vega. Indiviso

Chiasso Perduto presenta "Indiviso" di Pilar Vega. Inaugurazione Giovedì 18 Aprile alle 18:00 (ingresso libero), allestita fino al 21 di Aprile dalle 15 alle 19. leggi»

19/04/2024 - 21/04/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Monograff. Azulejos

Galleria d'arte La Fonderia presenta Azulejos, mostra personale di Tommaso Mannucci in arte Monograff, con inaugurazione sabato 13 aprile 2024 alle ore 18 a Firenze. leggi»

13/04/2024 - 07/05/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Stefania Puntaroli. Legami

Sabato 13 aprile 2024 presso il nuovo Museo Civico della Paglia Domenico Michelacci di Signa, a ovest della città Metropolitana di Firenze, si inaugura la personale Legami di Stefania Puntaroli. leggi»

13/04/2024 - 30/05/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Humanity

Si terrà a Firenze, dal 03 al 10 Maggio, presso il prestigioso Museo Bellini, la mostra d'arte "Humanity" curata dalla storica e critica d'arte Francesca Callipari. leggi»

10/05/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Anselm Kiefer. Angeli caduti

Dal 22 marzo al 21 luglio 2024 Palazzo Strozzi ospita una grande mostra dedicata a uno dei più grandi maestri dell'arte tra XX e XXI secolo, Anselm Kiefer. leggi»

22/03/2024 - 21/07/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Sophie Dickens. Apocalisse

Sophie Dickens, scultrice britannica, è la protagonista della mostra che inaugura alla Crumb Gallery, a Firenze, giovedì 4 aprile 2024. leggi»

05/04/2024 - 25/05/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

2024 #ARTFORSUSTAINABILITY Group Exhibition in Florence

Il prossimo 10 aprile la Galleria Art Art di Firenze ospita la mostra #ARTFORSUSTAINABILITY, a cura di Daniela Pronestì. leggi»

10/04/2024 - 24/04/2024

Toscana

Firenze

Arte moderna

Ritorni. Da Modigliani a Morandi

Ritorni. Da Modigliani a Morandi. Ci sarà tempo fino al 15 settembre per ammirare diciannove grandi capolavori del novecento italiano appartenuti a Alberto Della Ragione. leggi»

23/03/2024 - 15/09/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea Arte antica

L'Incanto di Orfeo

Si intitola "L'incanto di Orfeo" la grande mostra a Palazzo Medici Riccardi fino all'8 settembre 2024, con circa 60 opere d'arte dedicate a una delle più importanti e immortali figure del mito classico. leggi»

20/03/2024 - 08/09/2024

Toscana

Firenze