Arte contemporanea‎Mostre a Bologna

The Best Place

  • Quando:   01/02/2024 - 04/02/2024
  • evento concluso
The Best Place

In occasione di ART CITY Bologna 2024 nel periodo di Arte Fiera Bologna 50, dal 1° al 4 febbraio 2024, sarà possibile presso la Bottega Storica Prata, visitare la mostra dal titolo The Best Place.

La mostra è a cura di Pasquale Fameli e Pierluca Nardoni e le opere in mostra, oltre ai manufatti artistici artigianali realizzati da Antonio, Giancarlo e Pierluigi Prata, sono delle artiste ed artisti Ginevra Bandini, Corrado Bonomi, Gianni Cella, Asia Galeati, Gianni Pedullà, Leonardo Santoli, Irene Zangheri.

Gli artisti:

Ginevra Bandini scivola con disinvoltura tra i linguaggi artistici, senza preoccuparsi troppo di una coerenza interna tra el opere. La strategia creativa adottata è al "mossa del cavallo", ossia un continuo gioco di imprevedibili scarti laterali non privi di risultati enigmatici. Ogni opera inganna el apparenze giocando su contrasti cromatici e concettuali: così, le semplici emozioni manifestate dai bambini vengono disturbate
dalla presenza di simboli negativi e il mare è ridotto a una dozzina di barattoli che lo trasformano in un souvenir per turisti. Quale sarà al prossima mossa?

Il lavoro di Corrado Bonomi è uno dei primi esempi in cui l'arte concettuale assume un
aspetto giocoso, scrollandosi di dosso l'asetticità dei diagrammi e dei giochi linguistici del Concettuale degli anni Settanta per recuperare ampie quote di pittoresco. Le idee minime, apparentemente insignificanti oparadossali, prendono vita in Bonomi proprio grazie all'esercizio della pittura, esercitata come traduzione di un pensiero svagato e favoleggiante (Castelli in aria) oppure di un motto di spirito (A olio sotf olio).

Gianni Cella rivisita fiabe e racconti antichi, riportandoli nei riquadri minimi e coloratissimi di un ex-voto o fornendo loro una specie di corazza burlesca e fluida grazie alla vetroresina. Le sue figure sono la versione odierna dei folletti presenti ni numerose tradizioni folcloriche: bagnati nell'immaginario Pop della televisione edei cartoni animati, queste nuove animule asumono forme cangianti e is accucciano in ogni anfratto domestico, pronte aravvivarci l'esistenza.... leggi il resto dell'articolo»

Anche Asia Galeati intercetta un immaginario arcaico, nel suo caso persino rituale, dato che riannoda le tradizioni popolari della natia Romagna ritrovando attrezzi rurali dalle proprietà magiche come le caveje, o reinventandone le maschere. Se, come in Natura morta con sedia, aessere riattivata è la tradizione dell'uncinetto, essa fa da cornice a un
palinsesto di tecniche che lascia affiorare un'immagine dolcemente straniante e fantasmatica

In Gianni Pedullà la manualità si manifesta da sempre in modi chiassosi erutilanti, attraverso una stratificazione di pelli "povere" (cartapesta, iuta ealtri tessuti di recupero) che compone davanti ai nostri occhi le forme stereotipate di uno strano zoo. Eppure quelle galline o quegli elefanti potrebbero zampettare grazie a un'animazione "a passo uno" o squagliarsi nella precarietà dei materiali, adimostrare la volubile dinamica di ogni immaginario.

Leonardo Santoli ricopre oggetti riferibili a contesti differenti mediante motivi ornamentali di ascendenza arcaica, reinventati però attraverso li filtro giocoso del fumetto. Una maschera, un cappello o un busto classico diventano i supporti di una pratica decorativa capace di riaffermare al sua natura espansiva, di occupare spazi impropri e di arricchirli. Ma questa operazione non manca neppure di un gustoso quoziente ironico che il risignifica e il vitalizza.

Irene Zangheri si interroga infine sui limiti che separano rappresentazione epresentazione, costruendo immagini talmente dirette da stabilire rapporti di contiguità con alcuni tra i più disparati oggetti quotidiani. Capita così di osservare una donna che ricama fatta a ricamo o una bottiglia dipinta ad acrilico turata da un vero tappo in plastica. Piccole trappole percettive che dissolvono e ridisegnano, di volta in volta, li confine tra illusione e realtà.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

The Best Place

Apertura: 01/02/2024

Conclusione: 04/02/2024

Curatore: Pasquale Fameli e Pierluca Nardoni

Luogo: Bologna, Bottega Storica Prata

Indirizzo: Via Caldarese, 1d - 40125 Bologna

Inaugurazione: Notte Bianca, sabato 3 febbraio

giovedi 1 - venerdi 2 dalle ore 9,00 - 12,00 e dalle ore 15,00 e dalle ore 19,00 - Notte Bianca: sabato 3 dalle ore 20,00 alle ore 24,00

Inaugurazione con presentazione del catalogo: domenica 4 dalle ore 15,00 alle ore 19,00
altri orari su appuntamento telefonico



Altre mostre a Bologna e provincia

Altre arti

Stregherie. Iconografia, fatti e scandali sulle sovversive della storia

La mostra "Stregherie. Iconografia, fatti e scandali sulle sovversive della storia" arriva a Bologna, dal 17 febbraio al 16 giugno 2024, nelle splendide sale del quattrocentesco Palazzo Pallavicini. leggi»

17/02/2024 - 17/06/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte moderna Arte contemporanea‎ Fotografia

I preferiti di Marino. Capitolo I

"I Preferiti di Marino. Capitolo I" è la nuova mostra di Fondazione Golinelli, visitabile al Centro Arti e Scienze Golinelli di Bologna, dal 2 febbraio al 2 giugno 2024. leggi»

02/02/2024 - 02/06/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso libero

Arte moderna

Mario De Maria. Ombra Cara

Dal 21 marzo al 30 giugno 2024, a cent'anni dalla morte il Museo Ottocento Bologna celebra la figura del pittore simbolista Mario De Maria, noto anche come "Marius Pictor". leggi»

21/03/2024 - 30/06/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte contemporanea‎

Mimmo Paladino. Nel Palazzo del Papa

Nel 50esimo anniversario di Arte Fiera l'artista di fama internazionale Mimmo Paladino torna a Bologna con "Mimmo Paladino. Nel Palazzo del Papa", dal 1 febbraio al 7 aprile 2024. leggi»

01/02/2024 - 07/04/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte contemporanea‎

Sergio Lombardo 1960–1970

Villa delle Rose a Bologna accoglie la retrospettiva "Sergio Lombardo 1960-1970" che si concentra su un decennio decisivo nell'attività dell'artista, protagonista dell'avanguardia Pop. leggi»

28/01/2024 - 24/03/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso gratuito

Arte contemporanea‎

Greta Schödl. Il tempo non esiste

Greta Schödl, grande artista e performer austriaca, è la protagonista dell'evento espositivo Il tempo non esiste, promosso dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. leggi»

26/01/2024 - 17/03/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso libero

Fotografia

Mary Ellen Bartley: Morandi's Books

Il Museo Morandi del Settore Musei Civici Bologna è lieto di presentare la mostra Mary Ellen Bartley: MORANDI'S BOOKS, a cura di Alessia Masi, prima personale in Italia della fotografa statunitense. leggi»

31/01/2024 - 07/07/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte contemporanea‎

Gianni Emilio Simonetti. Windows on Analogy, Finestre sull'Analogia

AF Gallery di Bologna presenta Gianni Emilio Simonetti cone "Windows in Analogy, Finestre sull'Analogia" dal 25 gennaio al 23 marzo 2024. leggi»

25/01/2024 - 23/03/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso libero in orario di apertura

Arte contemporanea‎

Sostanziale-Super-Sostanziale. Mattia Barbieri / Monica Mazzone

Dal 1 febbraio al 9 marzo 2024 Studio la Linea Verticale a Bologna presenta la mostra bi-personale "Sostanziale-Super-Sostanziale", di Mattia Barbieri e Monica Mazzone. leggi»

02/02/2024 - 09/03/2024

Emilia Romagna

Bologna