Liberty. Torino Capitale

  • Quando:   26/10/2023 - 10/06/2024
  • evento concluso

ArchitetturaEventi e spettacoli a Torino


Liberty. Torino Capitale
Leonardo Bistoffi, Prima esposizione internazionale d'arte decorativa moderna

Palazzo Madama, Museo Civico d'Arte Antica di Torino presenta, da giovedì 26 ottobre 2023 a lunedì 10 giugno 2024, la mostra Liberty. Torino Capitale a cura di Palazzo Madama e della SIAT – Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino con la collaborazione di MondoMostre.

L'esposizione racconta con un centinaio di opere il fondamentale ruolo di Torino per l'affermarsi del Liberty, un'arte che nella capitale sabauda diviene il fulcro di un'esperienza sociale, architettonica e artistica che travolge ogni aspetto della vita e della società, definendo un'esperienza architettonica e artistica che dalle suggestioni torinesi si diffonderà in tutto il mondo.

Si tratta di un'operazione focale per l'ingresso di Torino nel RANN di Bruxelles e la sua candidatura a Città Patrimonio Mondiale UNESCO per il Liberty.

Un allestimento emozionante e coinvolgente che affronta ogni aspetto delle manifestazioni artistiche del Liberty in modo originale e inedito, consentendo al visitatore di comprendere appieno i meccanismi della creazione architettonica ed estetica, potendo per la prima volta percepire il farsi delle opere, siano esse di architettura, di design d'interni, pitture, sculture, lavori grafici o di decorazione, oggetti d'uso, testi letterari, poesia o musica, tutti lavori caratterizzati dalla particolarissima linea strutturale della natura, generatrice eterna di forme.

Nel quarantennio della cosiddetta Belle Époque, nei decenni di fiducia sconfinata nel progresso, un mondo senza più confini trova la sua espressione in un movimento artistico-filosofico che con squisita eleganza decorativa connette ogni cosa con linee dolci e sinuose che si incontrano e si intrecciano armoniosamente. È la nascita di uno stile che trova in Torino la sua capitale e la propria cassa di risonanza nel Parco del Valentino, protagonista dei nuovi valori della nazione e del progresso, cornice ideale per mettere in mostra la produzione italiana in campo industriale, agricolo e artistico.... leggi il resto dell'articolo»

Torino in quello scorcio finale del XIX secolo seppe reinventarsi un ruolo di leadership in ciò che al tempo si chiamava progresso o "la modernità". .
Superata solo da Milano, che perse anch'essa un ruolo politico istituzionale di rilievo, vice capitale dell' impero asburguco, ed allo sviluppo industriale seppe unire quello
economico finanziario grazie anche ad una posizione geografica più favorevole per gli scambi, compresa la vicinanza alla neutraile e ricca Svizzera. Una borghesia intraprendente ed una nobiltà avveduta formarono grandi fortune investite nell'abbellimento della città con una serie di monumenti, l'apertura di nuovi quartieri di lusso illuminati dalla travolgente novità del periodo, l'energia elettrica.  Nelle nuove abitazioni venivano ospitate opere d'arte di pittori e scultori rinomati. Non mancano esempi di edifici civettuoli della prima periferia di allora, come Valdocco. Ma pure gli opifici, spesso dimora familiare degli imprenditori, furono abbelliti o costruiti ex novo con abbondanza di fregi e volute Liberty. Persino i bagni pubblici furono costruiti con ricercate decorazioni in stile, tanto che alcuni sono ancora attivi ed altri traformati in piccoli centri culturali. Torino accoglie un numero sorprendente di edifici stile Liberty, circa 500. 

Di questa stagione europea assai feconda nel proprio superare il naturalismo in nome di un simbolismo decorativo, la mostra di Palazzo Madama rende conto con grandi sezioni strutturate intorno a una parola chiave: metamorfosi. Il passaggio tra Ottocento e Novecento può, infatti, essere considerato quale un grande processo di metamorfosi estetica, sociale, geopolitica. Le declinazioni del Liberty analizzate nei più diversi contesti, dal domestico all'industriale e dal privato all'urbanistico, anche grazie alla spinta della rivoluzionaria Esposizione Internazionale del 1902. 

Articolata in cinque sezioni, analizza la società e la cultura della seconda metà dell'Ottocento, fino al passaggio al Novecento, da più punti di vista: attraverso l'immagine della donna nelle opere di grandi artisti come Boldini e Bistolfi, Corcos e Canonica; il passaggio architettonico alla Casa Moderna (dentro un bow window di Palazzina Turbiglio); ora dando la possibilità di apprezzare l'eleganza degli abiti del tempo, l'arredamento e gli accessori, sotto la luce di un lampadario dell'Officina Mazzucotelli, e prendendo coscienza del ruolo della danza (con opere come il vaso portafrutta di Leonardo Bistolfi).

Un fervore purtroppo interrotto dalla grande guerra, peraltro patrocinata da questi stessi ambienti.

L'allestimento, la mostra e il catalogo – edito da Silvana Editoriale – sono a cura di Beatrice Coda Negozio, Roberto Fraternali, Carlo Ostorero, Rosalba Stura e Maria Carla Visconti che, anche come SIAT – Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, da decenni hanno intrapreso un percorso di tutela e approfondiscono dei temi della cultura Liberty a Torino, rendendosi protagonisti di importanti iniziative scientifiche, editoriali e divulgative.

All'esposizione si accompagna il ricco programma off Libertyamo, orientato al massimo coinvolgimento della città e dei cittadini alla riscoperta delle proprie radici e dell'eccezionalità del contesto architettonico della loro quotidianità.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Liberty. Torino Capitale

Torino - Palazzo Madama

Apertura: 26/10/2023

Conclusione: 10/06/2024

Organizzazione: Palazzo Madama, Società degli Ingegneri e Architetti in Torino con la collaborazione di MondoMostre

Curatore: Beatrice Coda Negozio, Roberto Fraternali, Carlo Ostorero, Rosalba Stura, Maria Carla Visconti

Indirizzo: piazza Castello - 10124 Torino

Orario: da lunedì a domenica 10.00-18.00 | chiuso il martedi

Ingresso: intero € 14 over 65 compresi | ridotto 12 | Gratuito per alcune specifiche categorie. (solo mostra) | Open, cioè intero Museo ( che consente ai non vedenti di toccare alcune, poche opere) 16 €

Per info: +39.011.521178 | ftm@arteintorino.com

Catalogo: Silvana Editoriale



Altre mostre a Torino e provincia

Mostre tematichemostre Torino

Teatri e Teatrini

Palazzo Madama presenta il progetto espositivo "Teatri e teatrini. Le arti della scena tra Sette e Ottocento nelle collezioni di Palazzo Madama", a Torino dal 24 giugno al 9 settembre 2024. leggi»

20/06/2024 - 09/09/2024

Piemonte

Torino

Mostre tematichemostre Torino

Change! Ieri, oggi e domani, il Po

Palazzo Madama presenta un approfondimento sul tema della crisi climatica, attraverso il percorso del fiume Po, paradigma di quanto avviene su scala mondiale, dal 27 giugno al 13 luglio 2024 a Torino. leggi»

27/06/2024 - 13/07/2024

Piemonte

Torino

Arte contemporaneamostre Torino

Ciro Palumbo. Navigando l'ignoto

Archeion - Archivio Ciro Palumbo presenta la mostra "Navigando l'ignoto", visitabile al 30 giugno 2024 negli spazi della Promotrice delle Belle Arti di Torino. leggi»

07/06/2024 - 30/06/2024

Piemonte

Torino

Arte contemporaneamostre Torino

Torino anni '50. La grande stagione dell'Informale

"Torino anni '50. La grande stagione dell'Informale" al Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto porta l'attenzione sulla scena artistica di Torino dal secondo dopoguerra fino agli inizi degli anni '60. leggi»

27/03/2024 - 01/09/2024

Piemonte

Torino

Fotografiamostre Torino

Andrea Guerzoni. Simbionti

Dal 6 giugno al 7 settembre 2024 il Museo della Frutta "Francesco Garnier Valletti di Torino ospita "Simbionti", mostra personale di Andrea Guerzoni. leggi»

05/06/2024 - 07/09/2024

Piemonte

Torino

Arte contemporaneamostre Torino

Gianluca Patti. Oltre la superficie

Fino al 29 giugno 2024, la Galleria Ferrero ospita la mostra personale di Gianluca Patti "Oltre la superficie". leggi»

17/05/2024 - 29/06/2024

Piemonte

Torino

Arte contemporaneamostre Torino

Carlos Carlè. Fuoco Materia Forma

Prosegue fino al 30 giugno, presso il "Centro Ceramico Museo Fornace Pagliero 1814" a Castellamonte (TO), l'antologica dal titolo: "Carlos Carlè - Fuoco Materia Forma". leggi»

27/04/2024 - 30/06/2024

Piemonte

Torino

Pittura del '600mostre Torino

Guercino. Il Mestiere del pittore

A Torino dal 23 marzo 2024 i Musei Reali ospitano "Guercino. Il Mestiere del pittore", oltre 100 opere del grande pittore tra cui la monumentale pala della "Madonna del Rosario" finalmente ammirabile da vicino. leggi»

23/03/2024 - 28/07/2024

Piemonte

Torino

Fotografiamostre Torino

Cristina Mittermeier con National Geographic

"Cristina Mittermeier con National Geographic", a cura di Lauren Johnston, è la mostra che dal 13 marzo al 1° settembre 2024 potrete vedere nelle sale delle Gallerie d'Italia a Torino. leggi»

13/03/2024 - 01/09/2024

Piemonte

Torino