Arte contemporaneaMostre a Modena

Aurelia Maria De Stefano. Lo spazio, il tempo e Jonathan Livingston

  • Quando:   16/03/2024 - 23/03/2024
  • evento concluso
Aurelia Maria De Stefano. Lo spazio, il tempo e Jonathan Livingston

Dal 16 al 23 marzo 2024 Space Gallery di Modena ospita "Lo spazio, il tempo e Jonathan Livingston" personale di Aurelia Maria De Stefano.

Testo di Giosuè Deriu

"Se la nostra amicizia dipendesse da cose come lo spazio e il tempo, quando finalmente supereremo lo spazio e il tempo avremo distrutto la nostra fratellanza! Superiamo lo spazio, e tutto quello che ci resta è il Qui. Superiamo il tempo, e tutto ciò che ci resta è l'Ora. E nel bel mezzo del Qui e dell'Ora non credi che potremmo vederci qualche volta?"

Quando vedi le opere di Aurelia vieni trasportato, sarà il cerchio che ti assorbe, le tonalità del blu che sfumando ti rilassano, e quei gabbiani, in lontananza, che ti fanno sentire via. Nasce alla fine del ventesimo secolo tra bellezze e contraddizioni, intuendo sin dall'infanzia che nei colori e nella resa pittorica avrebbe trovato risposte per l'anima. Aurelia Maria De Stefano sviluppa la propria arte con rispetto delle sue capacità, non vuole strafare, non vuole dimostrare, perché la sua è una ricerca, dove la psiche si rivela per mano all'espressione artistica, si evince subito dall'utilizzo della pennellata che il suo è un rituale, dove gesto e soluzione cromatica si esprimono in una curva. In fisica teorica, una closed timelike curve è una linea di universo chiusa, la quale implica, quindi, che l'oggetto da essa rappresentato, continuando a viaggiare nel futuro, torni, sia nello spazio sia nel tempo, al punto da cui è cominciata la linea di universo stessa.

Questa è la teoria della relatività generale. Il filo conduttore è uno, il percorso è intuitivo, nessun volo pindarico sia per soggetto, colore e tecnica, piuttosto una ricerca semplice ed educata che inizia da un supporto di tela, una stesura di fondo data dal gesso per aumentare la presa e resa delle tonalità, un utilizzo consistente del colore primario Blu in tutta la sua gamma che sfuma sino ad arrivare al bianco nelle sue gradazioni, dove imperterriti volano dei gabbiani, nell'osservazione dell'esistenza.... leggi il resto dell'articolo»

Poi ad un tratto arriva il tramonto dello stato d'animo e la visione verte nei toni bruni e gialli, svelando una sorta di malinconia. Di fatto queste opere malinconiche prendono il nome di "La Fuga" e "Anima in Fuga", dove le sagome dei volatili, all'apparenza gabbiani, protagonisti della esposizione, muovono verso l'alto dove la luce appare come spiraglio di salvezza da quei pensieri negativi di cui il nostro subconscio è intriso. E il percorso dei gabbiani procede nelle altre dieci tele strutturate nello stesso emblema di circolarità, di contrasto tra il giorno e la notte, tra il buio e la luce, tristezza e gioia, dove il lato positivo, quello illuminato, non scende mai sotto il livello del mare, ma al massimo si dilata, come lo spazio e il tempo, sino a dividere la tela nella linea più antica della storia, Horizon, diventando uno Spiraglio, un Bagliore, dove ci si sente Dispersi.

Questo quello che si evince dalla prima personale di Aurelia Maria De Stefano, un percorso che parla della curiosità, uno dei motori dell'esistenza, dove la paura a volte regna sovrana, e questa, senza il giusto controllo declina nell'incoscienza, ma allo stesso tempo è grazie alla paura stessa, per mano all'equilibrio, che nasce il coraggio. La luce regna, a rappresentare una positività che l'artista esprime, come vi fosse un occhio di bue puntato nel vuoto, o forse la luce in fondo al tunnel, o piuttosto il Sahasrara, il settimo chakra, il centro del pensiero e della comprensione che ci collega con l'energia universale e, attraverso di essa, ci si avvicina alla Luce di conoscenza, di consapevolezza del proprio essere, di serenità. Quella sensazione che ricorda la percezione dell'esistenza, di Unità nel Tutto.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Aurelia Maria De Stefano. Lo spazio, il tempo e Jonathan Livingston

Modena, Space Gallery

Apertura: 16/03/2024

Conclusione: 23/03/2024

Organizzazione: Space Gallery

Indirizzo: via Bonacini, 11 - 41121 Modena

Vernissage: sabato alle ore 18.00

Orario: 9.00- 12.30 e 16.00-19.00 | giovedì pomeriggio | domenica chiuso

Sito web per approfondire: https://spacegallery.it/



Altre mostre a Modena e provincia

Arte contemporaneamostre Modena

Marco Vecchiato. Come l’odore dei sogni del giorno dopo

Dal 29 aprile 2024 al 18 maggio 2024 a Modena, Artekyp ospita "Come l'odore dei sogni del giorno dopo", personale di Marco Vecchiato nella mostra. leggi»

29/04/2024 - 18/05/2024

Emilia Romagna

Modena

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Modena

Gabriella Costanzi. Gelem Gelem

Dal 13 al 21 aprile, presso la Sala del Torrione di Castelnuovo Rangone, si terrà l'esposizione di dipinti della pittrice veronese Gabriella Costanzi. leggi»

13/04/2024 - 21/04/2024

Emilia Romagna

Modena

Arte contemporaneamostre Modena

Marco Massarotti. Infinire

Il percorso artistico di CRAC prosegue con la mostra "Infinire" di Marco Massarotti, allestita da domenica 7 aprile fino a domenica 26 maggio. leggi»

07/04/2024 - 26/05/2024

Emilia Romagna

Modena

Fotografiamostre Modena

Franco Fontana. Modena dentro

Modena festeggia i 90 anni di Franco Fontana con la mostra "Modena dentro", una selezione di opere in dialogo con capolavori di pittura e scultura di artisti contemporanei e stranieri. leggi»

27/03/2024 - 16/06/2024

Emilia Romagna

Modena

Ingresso libero all'inaugurazione

Arte contemporaneamostre Modena

Jonathan Binet. Cabriole

Dopo la sua ultima esposizione in galleria nel 2017, Jonathan Binet inaugura una nuova personale presso la Galleria Mazzoli, offrendo un'ampia prospettiva di nuove opere. leggi»

23/03/2024 - 31/05/2024

Emilia Romagna

Modena

Illustrazionemostre Modena

Zitt! Zitt! Arriva Lupo Alberto

"Zitt! Zitt! Arriva Lupo Alberto. Silver, 50 anni da lupo", fino al 25 agosto 2024 a Modena una mostra per scoprire tutto, ma proprio tutto, sul lupo azzurro più adorabile e simpatico che esista. leggi»

08/03/2024 - 25/08/2024

Emilia Romagna

Modena

Fotografiamostre Modena

Corrispondenze

"Corrispondenze" è il progetto vincitore di Strategia Fotografia: sette artisti emergenti si confrontano con le importanti collezioni di fotografia custodite da FMAV, fino al 5 maggio 2024 a Modena. leggi»

08/03/2024 - 05/05/2024

Emilia Romagna

Modena

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Modena

Sergio Padovani. Pandemonio

Dopo l'anteprima romana, l'artista Sergio Padovani porta a Modena, sua città natale, la mostra "Pandemonio", dal 16 maggio al 5 maggio 2024 presso il Complesso di San Paolo. leggi»

16/03/2024 - 05/05/2024

Emilia Romagna

Modena

Arte contemporaneamostre Modena

Gianni Mantovani. Rosso Clima

Domenica 7 aprile 2024 alle ore 11 presso la Sala della Loggia in Piazza della Repubblica 5 a Formigine (MO), si inaugura "Rosso Clima", una personale di Gianni Mantovani. leggi»

07/04/2024 - 28/04/2024

Emilia Romagna

Modena