Banksy (Unauthorized)

  • Quando:   14/04/2023 - 21/04/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a FirenzeBanksyFirenze


Banksy (Unauthorized)

Libreria Antiquaria Gonnelli - Casa d’Aste presenta un’esposizione dedicata al controverso e celebre artista Banksy; con l’occasione vengono presentati i beni della sezione che verranno poi battuti all’incanto giovedì 25 maggio.
Le opere uniche presenti sono emblematiche del lavoro dello street artist di Bristol e sono tutte accompagnate dai certificati di autenticità: Kids on a gun hill è un cartello stradale, The migrants un cono stradale, Laugh Now è la sua famosa scimmia ma dipinta su una porta, Gas Mask Fly è una sezione di muro e American Depressed è in tutto e per tutto una carta di credito, parodia della nota American Express.

Con Banksy (Unauthorized) ripercorriamo insieme le sue esperienze e performance più significative: Brandalism x Medicom con Steve Lazarides, la vendita-performance di Central Park del 2013, Dismaland del 2015 e The Walled Off Hotel dal 2017.
Dei collectables realizzati da Brandalism x Medicom, nata dalla collaborazione tra Banksy e il fotografo che per primo si è adoperato per la diffusione delle immagini dell’artista e alla sua pubblicità, sono presenti Monkey Sign, Deep Sea Diver, Bomb Hugger, Flying Balloons Girl e Love Rat. L’artista gioca con i concetti di gioco (le opere vengono definite toys) e serietà (per poi affermare: this is a work of art, this is not a toy!).
Poco conosciuta è la performance di Central Park del 2013, durante la quale un anziano signore ha letteralmente trasportato nel parco newyorkese una bancarella di opere, tutte in vendita a 60$, per poi postare sul sito ufficiale dello street artist il video della vendita-performance. Da qui proviene Girl with Balloon, uno dei lotti in asta. L’obiettivo, velato con la sua solita critica che spiazza, diverte e affascina, consisteva nel constatare che in pochi hanno effettivamente acquistato un’opera, seppur a un prezzo basso: il pubblico dell’arte contemporanea, quindi, acquista per l’artista e non l’opera in sé, acquista Banksy e non le sue immagini. L’anziano signore della bancarella è stato poi sostituito da un’artista di strada durante la vendita-performance di Venezia, durante la Biennale, nel 2019: Venice in Oil non è stata altro che la stessa performance, evoluta e permeata di critiche ancor più profonde. La prima critica, di valore ambientale, era rivolta alle grandi navi che attraversano la laguna, concorrendo al deterioramento dei fondali. La seconda riguardava gli artisti di strada, i quali sono spesso stati cacciati dalla polizia da Piazza San Marco. La terza, infine, colpiva proprio la Biennale con la celebre citazione dell’artista: “Chissà perché non mi hanno invitato alla Biennale…”.
Dismaland, il Bemusement Park di Weston-Super-Mare nel Somerset, ha consacrato l’artista, ospitando migliaia di persone nei suoi pochi giorni di esistenza. Il parco anti-Disneyland si è profilato come un luogo di disagio e tristezza, al quale hanno partecipato quelli che Banksy ha definito i migliori artisti in circolazione. Già il processo di prenotazione del biglietto era difficoltoso: il sito, su volontà dell’artista, si bloccava spesso e permetteva l’acquisto dei biglietti d’ingresso solo dopo alcuni tentativi. L’esperienza estraniante e anti-perfezione disneyana, quindi, iniziava ancor prima di arrivare al parco. Arrivati nel Somerset una lunga fila cadenzata da personale maleducato e scortese si protraeva per tempistiche che portavano a spazientirsi. Una volta entrati, poi, i visitatori si trovavano davanti a giostre e installazioni che rendevano l’esperienza dismal, cioè tetra e lugubre. La classica e sognante giostra dei cavalli, per esempio, vedeva come protagonista un macellaio della Findus seduto su alcune scatole di lasagne e con un cavallo in procinto di essere macellato dietro di lui: il rimando allo scandalo della Findus e alla presenza di carne equina non dichiarata nelle lasagne era lampante. Ma non solo: Cenerentola era stata rimpiazzata da Lady D la quale veniva paparazzata dopo l’incidente in carrozza che ha provocato la sua morte; un’orca veniva obbligata a saltare in un cerchio troppo piccolo, la cui critica a un altro parco divertimenti per eccellenza, Seaworld, viene sottolineata dall’antitesi tra il divertimento di adulti e bambini e la disumanità che porta le regine del mare a crescere e vivere in vasche troppo piccole confronto alle loro dimensioni. All’ingresso, il classico castello di Disney si staglia, diroccato e fatiscente, su un laghetto paludoso in cui c’era anche una camionetta della polizia, dopo un brutto incidente. I gadget acquistabili presso il parco erano molti: il palloncino ideato da David Shrigley, I am an imbecile, le banconote, quali la Dismal sterling canvas. The prayer, i celebri cartoni con i soggetti più noti dell’artista inglese, quali The Balloon Girl, The Flower Thrower, Choose Your Weapon, Snow-White e Keep your coins. I want change. Più rare, presenti in asta, le tele, quali Wong War e Winnie the Pooh.
The Walled Off Hotel è un boutique hotel progettato da Banksy e che si trova a Betlemme. Nato nel 2017 sarebbe dovuto essere, come Dismaland, un evento-performance temporaneo, diventato poi stabile. Ha attirato, finora, più di 14.000 visitatori, dando vita a un fenomeno che non era stato calcolato dall’artista, ovvero il turismo di guerra. L’hotel, infatti, nasce a fianco del muro di divisione tra Israele e la Palestina e il nome stesso è un gioco di parole che, oltre a descrivere la posizione della struttura “fuori dal muro” rimanda, per assonanza, alla parola Waldorf, ovvero la nota catena di alberghi di lusso americani. Anche al Walled Off Hotel era ed è possibile acquistare gadget. In asta sono presenti: The Walled Off Hotel. The Box, alcuni soggetti celebri su carta, come Nola e The Bomb Hugger e alcuni The Walled Off Hotel. Five part souvenir wall section.
Infine, chiudono la mostra e la vendita alcune tirature non autorizzate. Banksy, artista o collettivo di artisti che sia, ha deciso di mantenere l’anonimato, il quale non gli permette di avere davvero la proprietà intellettuale delle immagini da lui ideate. Nascono, da qualche anno, le mostre non autorizzate (la nostra è una di queste) e le tirature non autorizzate delle opere stesse le quali, inaspettatamente, stanno conquistando una fetta di mercato sempre maggiore. Tutto ciò che non è autorizzato, inoltre, si incastona egregiamente nel panorama Banksy, nel difficile dipinto costituito dalle parole “artista”, “anonimato”, “privacy”, “copyright” e “proprietà intellettuale”. Alcuni editori si sono appropriati delle immagini e hanno tirato le incisioni dell’artista, dando vita a una nuova forma d’arte, a una nuova opera, che risponde alla scelta dell’anonimato con una creazione non autorizzata, riconosciuta dal mondo dell’arte proprio perché figlia delle risposte della collettività contemporanea alla figura dello street artist, che ha deciso di non rivelare la sua identità. Tra queste: Pulp Fiction, Sale Ends Today, Tesco. Cream of Tomato Soup e Virgin Mary (Toxic Mary).

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Banksy (Unauthorized)

Firenze - Libreria Antiquaria Gonnelli - Casa d’Aste

Apertura: 14/04/2023

Conclusione: 21/04/2023

Organizzazione: Libreria Antiquaria Gonnelli - Casa d’Aste

Indirizzo: Firenze, Via Fra’ Giovanni Angelico, 49 - Firenze

Inaugurazione: venerdì 14 aprile, ore 18.00

Orari: da lunedì a venerdì (ore 9-13 / 14-18)

Per info: Tel 055 268279 - aste@gonnelli.it

Sito web per approfondire: https://www.gonnelli.it



Altre mostre a Firenze e provincia

Pittura del '400mostre Firenze

Angelico a Palazzo Strozzi

Nell'autunno 2025, Palazzo Strozzi ospita uno straordinario progetto dedicato a Beato Angelico, artista simbolo dell'arte del Quattrocento. leggi»

26/09/2025 - 25/01/2026

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Tracey Emin

Palazzo Strozzi dedica alla britannica Tracey Emin una grande mostra, la prima mai realizzata in un'istituzione culturale italiana, dall'8 marzo al 20 luglio 2025 a Firenze. leggi»

08/03/2025 - 20/07/2025

Toscana

Firenze

Sculturamostre Firenze

Wu Weishan. Marco Polo in Cina

Prosegue fino al 28 luglio 2024 all'Accademia delle Arti del Disegno a Firenze la mostra di "Marco Polo in Cina" di Wu Weishan, i più importanti scultori della nuova generazione cinese. leggi»

10/07/2024 - 28/07/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

MP5 La terza dimensione

Museo Novecento presenta "MP5. La terza dimensione", un'opera site specific per il Museo Novecento, visitabile dal 22 giugno al 20 ottobre 2024. leggi»

22/06/2024 - 22/10/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Helen Frankenthaler. Dipingere senza regole

Dal 27 settembre 2025 al 26 gennaio 2026 Palazzo Strozzi presenta "Helen Frankenthaler: Dipingere senza regole", grande mostra dedicata a una delle più importanti artiste americane del Novecento. leggi»

27/09/2024 - 26/01/2025

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Pittura e poesia. Ungaretti e l'arte del vedere

La mostra Pittura e poesia. Ungaretti e l'arte del vedere che si tiene nella sede di Firenze della Tornabuoni Arte è stata prorogata a venerdì 6 settembre 2024. leggi»

17/05/2024 - 06/09/2024

Toscana

Firenze

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Firenze

Wu Weishan. Marco Polo in Cina

La mostra di Wu Weishan 吴为山, che inaugura martedì 9 luglio nel Salone dell'Accademia delle Arti del Disegno, vuole celebrare il settimo centenario della morte di Marco Polo. leggi»

10/07/2024 - 28/07/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Louise Bourgeois In Florence. Do Not Abandon Me / Cell XVIII (Portrait)

Louise Bourgeois In Florence. Due eccezionali mostre – Do Not Abandon me e Cell XVIII (Portrait) – che impegneranno il Museo Novecento e il Museo degli Innocenti. leggi»

22/06/2024 - 20/10/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Leonardo Meoni. Gli altri colori purtroppo, sono tutti caduti

"Gli altri colori purtroppo, sono tutti caduti" è la prima mostra museale in Italia di Leonardo Meoni, dal 17 giugno al 10 ottobre 2024 al Museo Stefano Bardini di Firenze. leggi»

17/06/2024 - 10/10/2024

Toscana

Firenze