Carlo Zoli "L'infinito volgere del tempo" a Milano

  • Quando:   09/05/2024 - 15/06/2024

SculturaMostre a Milano


Carlo Zoli L'infinito volgere del tempo a Milano

Carlo Zoli è protagonista a Milano con la personale "L'infinito volgere del tempo", in programma dal 9 maggio al 15 giugno 2024 nello spin-off di HUB/ART in via Nerino 2, con la cura di Greta Zuccali.

Dopo la partecipazione alla quinta edizione di YouNique – Fine Craft Art & Design di Lugano e dopo la mostra personale conclusa ad aprile a Firenze, nella sede della regione Toscana, l'artista faentino, già vincitore della categoria ceramica alla XIV Florence Biennale, presenta al pubblico milanese le opere della nuova serie "L'infinito volgere del tempo"; una selezione di ventotto pezzi unici e irripetibili, realizzati negli ultimi anni, che parlano di mito e passioni umane per rappresentare il mondo e le sue infinite danze. Sculture forgiate con la maestria propria di un demiurgo contemporaneo che dona la vita "a immagine e somiglianza delle idee" alla materia umile della terra, l'argilla, poi terracotta policroma, rifinita con patine, smalti, resine, metalli preziosi.

"Possiamo affermare che Zoli - spiega Zuccali - modellando la materia viva dell'argilla, provi a dare anima e forma a un paesaggio popolato da figure, talvolta enigmatiche e fantastiche, altre volte ancorate al mito classico, alla letteratura cavalleresca o alle tradizioni cristiane, immaginando un mondo parallelo a quello reale."

Da sempre Zoli indaga i due volti di quella medaglia tanto preziosa quanto effimera che chiamiamo "esistenza", tra "Quiete", creature eteree e armoniche, e "Tempesta", soggetti viscerali e battaglieri, e da ultimo ha trovato una sintesi nella serie al centro di questa esposizione.

Sono opere plastiche in cui l'elemento del cerchio diventa primario a sottolineare la presa di distanza dalla concezione lineare del tempo, per cui ogni cosa ha un inizio e una fine, un senso e uno scopo, e affermando piuttosto il concetto di ciclicità. I personaggi inseriti nelle loro orbite richiamano citazioni che da Pitagora a Eraclito arrivano fino a Nietzsche e a uno dei capisaldi della sua filosofia: "l'eterno ritorno dell'uguale". Zoli segue il Kairos dei greci, opposto a Kronos, ovvero l'idea di ripetizione costante degli eventi secondo una personalissima visione della vita che talvolta diviene inferno senza speranza, altre volte si innalza verso le armonie celesti più pure. Sono Titani, angeli, eroi, divinità dell'Olimpo, spesso associati al cavallo, tema da sempre prediletto da Carlo, in quanto simbolo di forza e potenza vitali; ognuno di essi è l'espressione di un attimo inteso come eterno ripetersi, immortale ed eterno, nel bene e nel male, e che come tale merita di essere vissuto intensamente per sé stesso.... leggi il resto dell'articolo»

L'Angelo ribelle (2021), ad esempio, diviene emblema di tracotanza, la stessa che Dante cita immerso nella palude Stige accompagnato da Virgilio: "Questa lor tracotanza non è nova." Un angelo, inscritto in un cerchio, viene colto in un urlo strozzato, privo della capacità di volare perché le sue ali si sono spezzate nel tentativo di avvicinarsi al sole. La fiamma del desiderio di ciò che è proibito lo ha spinto incautamente a travalicare le regole, mettendo in discussione l'ordine prestabilito, e lo ha portato quindi a cadere. Il manifestarsi dell'esistenza è invece rappresentato ne Il sangue vitale (2023) dove la protagonista, forse una maga o forse una sciamana, emerge dal profondo blu dell'universo e porta in dono la linfa vitale, quel seme che proviene dalle stelle, genitrici degli elementi primari da cui ha avuto origine il tutto, i pianeti, la nostra terra, la natura, gli esseri umani, e che continuamente e incessantemente si rigenera.

L'esposizione milanese è una nuova occasione per entrare in contatto con l'originalissima ricerca di Carlo Zoli che - conclude la curatrice - "testimonia in ogni istante la necessità dell'esplorare, dello scavare nel senso dell'umanità, e trasforma ognuno di noi in moderni argonauti alla ricerca di nuovi significati racchiusi in antiche forme."

Carlo Zoli
Quarto discendente di una famiglia di ceramisti faentini, Zoli è nato a Bari nel 1959 e dal 1967 vive e lavora a Faenza. La tradizione familiare risale ai primi del novecento: il bisnonno Carlo era ceramista nel Borgo Durbecco di Faenza, dove il nonno Paolo, già pittore presso i fratelli Minardi, ha poi fondato la Bottega di maiolica artistica La Faience, insieme a Pietro Melandri, Dino Fabbri e Amerigo Masotti; ma è al padre Francesco, a sua volta pittore, oltre che scultore e docente di Decorazione artistica, che Carlo deve la sua formazione e la spinta a coltivare le sue qualità peculiari. Da allora Zoli predilige creare modellando l'argilla e sono ormai noti i suoi pezzi unici in terracotta policroma ispirati a mito, storia e leggenda, che dal 1985 al 2019 sono state esposte in mostre personali e collettive in gallerie, fiere d'arte, biennali di scultura, musei, in Italia e in tutto il mondo. Dopo una pausa di riflessione e ricerca, è tornato ad esporre nel 2022 alla sesta edizione di "FantastikA" alla Rocca Sforzesca di Dozza (Bologna); nel 2023 ha partecipato alla XIV Florence Biennale con tema "I am you", presenziando al World Art Dubai, poi a Firenze, alla collettiva alla Fortezza da Basso e alla mostra dei premiati nelle diverse categorie all'Accademia delle arti del disegno; da ultimo ha esposto alla quinta edizione di YouNique – Fine Craft Art & Design di Lugano e tenuto la personale "L'infinito volgere del tempo" a Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati, Sede Regione Toscana che ha patrocinato l'evento.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Carlo Zoli "L'infinito volgere del tempo" a Milano

Milano - Spin-off HUB/ART

Apertura: 09/05/2024

Conclusione: 15/06/2024

Curatore: Greta Zuccali

Indirizzo: via Nerino 2 - Milano

Inaugurazione: giovedì 9 maggio h 18 - 21

Orari: Lunedì h 15 - 20, da martedì a sabato h 10 - 20, domenica h 10 - 19

Ingresso libero

Sito web per approfondire: https://www.carlozoli.com



Altre mostre a Milano e provincia

Arte contemporaneamostre Milano

"Lady Oscar" al Museo del Fumetto

Il Museo del Fumetto "Wow Spazio Fumetto" in viale Campania a Milano, in occasione dei 45 anni di uscita, in Italia, del cartone "Lady Oscar", espone due dipinti di Albert Edwin Flury. leggi»

25/05/2024 - 15/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Paolo De Stefani. Sezione Aurea

Galleria Manifiesto Blanco presenta la mostra personale di Paolo De Stefani "Sezione Aurea - Luogo ancestrale. Forma architettonica. Spazio vuoto". leggi»

24/05/2024 - 22/06/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Claudio Onorato. Semplici prodigi

Il prossimo mercoledì 29 maggio, presso ON HOUSE MILANO, sarà inaugurata la mostra dell'artista Claudio Onorato dal titolo "Semplici prodigi". leggi»

29/05/2024 - 12/07/2024

Lombardia

Milano

Architettura Designmostre Milano

Gae Aulenti (1927-2012)

Dal 22 maggio 2024 al 12 gennaio 2025 Triennale Milano presenta la mostra Gae Aulenti (1927-2012), realizzata in collaborazione con l'Archivio Gae Aulenti. leggi»

22/05/2024 - 12/01/2025

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

L’arte di collezionare. Non si fa in tempo ad avere paura

Dal 29 al 31 maggio 2024, Deutsche Bank a Milano – Bicocca ospita "L'arte di collezionare. Non si fa in tempo ad avere paura", evento nell'ambito di MuseoCity Spin-off. leggi»

29/05/2024 - 31/05/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

Cesare Fullone. Per Aspera ad Astra

La serie Soldati di Cesare Fullone torna dal 29 maggio al 29 giugno 2024 a Milano da galleria Fabbrica Eos e al Comune di Milano. leggi»

29/05/2024 - 29/06/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

In Contemporanea

Dal 28 maggio al 27 giugno 2024, Spazio HUS accoglie la mostra collettiva "In Contemporanea", a cura di Denis Jovanovic Romagnoli. leggi»

28/05/2024 - 27/06/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte modernamostre Milano

Felice Carena

Intesa Sanpaolo apre al pubblico dal 17 maggio al 29 settembre 2024 nel suo museo di Milano delle Gallerie d'Italia, la mostra "Felice Carena". leggi»

17/05/2024 - 29/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Steve Hubback. Metalkymist: Forged from Dreams

Per la mostra "Metalkymist: Forged from Dreams" presso ERRATUM di Milano, Steve Hubback presenta nuove creazioni in bronzo, alluminio e acciaio inossidabile. leggi»

04/06/2024 - 05/06/2024

Lombardia

Milano