Arte contemporanea‎Mostre a Napoli

Chiara Dynys. Presepe

  • Quando:   24/11/2023 - 05/01/2024
  • evento concluso
Chiara Dynys. Presepe
Chiara Dynys, dalla serie Un’eterna ghirlanda brillante, 2022, Ergal

Fino al 5 gennaio Casamadre arte contemporanea a Napoli presenta Chiara Dynys con la mostra "Presepe".

La dissoluzione metaforica delle icone tradizionali, delle figure devozionali, in un presepe di anomalie, di trasgressione delle forme e dei colori che mostra l'imperfezione, la decadenza e la rinascita, la metamorfosi e il divenire, in continuità tra passato e presente e tra realtà e finzione. Napoli e il suo "futuro remoto".

Napoli: teatro della mescolanza tra sacro e profano, tra verità e finzione, tra le stratificazioni della storia e le istanze del presente che si contaminano senza soluzione di continuità, dando vita a "convivenze improbabili".

È su Napoli e la sua tradizione, in cui l'imperfezione diventa arte, ove la metamorfosi è continua e intrisa di spirito di sopravvivenza e capacità di reinvenzione, che riflette Chiara Dynys nelle sue ultime creazioni e nell'esposizione ispirata a uno dei simboli della città, "Presepe".

Fondata dieci anni fa da Eduardo Cicelyn, negli stessi spazi che erano stati di Lucio Amelio negli anni Settanta, nello storico Palazzo Partanna, Casamadre, che ha ospitato alcuni dei maggiori protagonisti della scena contemporanea internazionale, incontra ora l'artista mantovana ormai affermatissima, impegnata anche quest'anno in molteplici produzioni ed esposizioni in Italia e all'estero e presente con sue opere in tanti musei pubblici e privati: dai Musei Civici di Venezia alla Kunstsammlung di Weimar, dalla Collezione Panza di Biumo alle Civiche Raccolte d'Arte di Milano, dal Mart di Rovereto a Palazzo Maffei Casa Museo a Verona.... leggi il resto dell'articolo»

E come sempre è in nuce, attraverso la materia e la luce, il tema del difforme, del limite e del passaggio ad una realtà altra, quasi metafisica, in questo lavoro sulla "dissoluzione metaforica delle icone tradizionali, figure devozionali in terracotta", con cui la Dynys cerca di esprimere - per usare le sue stesse parole - "il nesso, che a Napoli e fortissimo, tra trasformazione e conservazione".

"Napoli - scrive Eduardo Cicelyn che cura l'esposizione – è una multivisione artistica del passato e del presente e anche del sotto e del sopra: catacombe, camminamenti scolpiti nel tufo, ipogei ma anche i nuovissimi percorsi sotterranei della metropolitana, punteggiati di opere d'arte contemporanea(...)L'unicità di Napoli è nei legami indissolubili, quasi incestuosi tra il dentro e il fuori, tra le cose morte e il presente palpitante, (...) qui niente riposa in pace e tutto vive e si mescola nel flusso della quotidianità metropolitana che è energia, desiderio di cambiamento ma anche consapevolezza alchemica che nulla si crea e nulla si distrugge".

E ancora: "La tradizione napoletana è immersa in questa specie di futuro remoto, che tiene in movimento la storia tra presente e passato, che la espone e la vende nelle botteghe che si fingono antiche e nelle bancarelle che mescolano il vero con il falso. San Gregorio Armeno è l'epicentro di una delle più note, la cultura del presepe".

Chiara Dynys appassionata di Napoli riprende questa tradizione e la rivede a modo suo "rutilante di forme alterate e colori rinnovati": singole figure che richiamano i personaggi del racconto della notte di Natale (15 opere della serie "Presepe" 2023 in terracotta smaltata) sorgono dalla materia, deformi, dotate di grande bellezza eppure disfatte, "come presenze sospese nel nulla, in una scansione che disegna la griglia geometrica di un mondo solo immaginario". Intorno, l'orizzonte bianco della galleria, trafitto qua e là dai resti di una cometa metallica: le 22 opere della serie "Un'eterna ghirlanda brillante" 2022, realizzate in ergal.

"Il disagio dell'individuo le difficoltà sociali, i problemi delle minoranze vengono messi in scena – spiega l'artistasenza inutili parafrasi, ma con un progetto individuale di comprensione e di grande ammirazione per la bellezza, l'eterna bellezza che questa incredibile città mantiene al di là di tutto, in un'ipotesi sempre risolutiva e di crescita".

Chiara Dynys ha realizzato le opere della serie Presepe personalmente in un laboratorio napoletano, assieme agli artigiani più esperti, in mesi e mesi di lavoro comune.

"Napoli preme ed entra nella nuova opera d'arte. La città che tutto assorbe e rimastica" precisa Cicelyn. "Perciò anche questo presepe impossibile, forse neanche così diverso per ispirazione, vorremmo pensarlo dentro la rocambolesca avventura umana del luogo che sa conservare le credenze più antiche nei modi più strani e imprevisti della modernità. Dove anche la bellezza dei corpi e delle anime è un'ipotesi incerta, magari un'approssimazione che si raggiunge per eccesso di grazia o per difetto di forma, nell'immagine che si fa di giorno per disfarsi durante la notte".

Note biografiche

Chiara Dynys è una delle più rilevanti artiste italiane contemporanee. Ha partecipato a numerosi progetti espositivi in Italia e all'estero. Tra le più importanti istituzioni che hanno ospitato il suo lavoro si ricordano il Musée d'Art Moderne di Saint-Étienne (1992), il Centre d'Art Contemporain di Ginevra (1996), il CIAC - Centre International d'Art Contemporain di Montréal (1997), la Städtische Galerie di Stoccarda (1999), il Museo Cantonale di Lugano (2001 - 2015), la Quadriennale di Roma (1986 - 2005), il Bochum Museum, Bochum (2003), il Kunstmuseum di Bonn (2004), il Wolfsberg Executive Development Center, Wolfsberg (2005), lo ZKM- Zentrum für Kunst und Medientechnologie di Karlsruhe (2005 - 2012), il Franz Gertsch Museum, Burgdorf (2007), lo Spazio-1, Collezione Giancarlo e Danna Olgiati, LAC, Lugano (2012), Arkhangelskoye – VII Moscow Biennale, Mosca (2017); ICAE Armenia, Yerevan (2018), il MASI di Lugano (2018) e musei italiani come il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto (2005 -2023), il Museo del Novecento di Milano (2012), la Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma (2013), il Museo Correr di Venezia (2019), Villa e Collezione Panza di Varese (2009 – 2021), Palazzo Maffei Casa Museo di Verona (2021) e MA*GA – Museo Arte Gallarate l'ultima personale dell'artista "Chiara Dynys. Melancholia" (2022).

Sempre nel 2022 Chiara Dynys è stata protagonista di importanti esposizioni ed eventi, fra cui "Quirinale Contemporaneo" presso MIMS – Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, "Glasstress 2022 – State of Mind" presso la Fondazione Berengo Art Space di Murano (Venezia) e "Il Numinoso" a cura di Giorgio Verzotti presso BUILDING, Milano.

Appena conclusa la personale "Chiara Dynys. L'ombra della luce" al Mart.

A tutt'oggi sono visitabili "Enlightening Grimoires" installazione site specific e donazione permanente al MUVE presso Museo Fortuny, Venezia, "Sante subito e fiori" presso Archivio Vincenzo Agnetti, Milano e "Gate of Heaven" presso la Porta di Milano di Malpensa.

Chiara Dynys partecipa, inoltre, alla prima edizione di "Reggia Contemporanea", curata da Cristina Renata Mazzantini e da Angelo Crespi, presso la Villa Reale di Monza.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Chiara Dynys. Presepe

Apertura: 24/11/2023

Conclusione: 05/01/2024

Organizzazione: Casamadre arte contemporanea

Curatore: Eduardo Cicelyn

Luogo: Napoli, Casamadre arte contemporanea, Palazzo Partanna

Indirizzo: Piazza dei Martiri, 58 - 80121 Napoli

Inaugurazione: 23 novembre ore 19.00

Orario: martedì-sabato 10.30-13.00 e 14.00-19.00

Per info: +39 081 193 60 591 | info@lacasamadre.it

Sito web per approfondire: https://www.lacasamadre.it/



Altre mostre a Napoli e provincia

Pittura del '600 Pittura del '500

La presa di Cristo. Caravaggio

Dal 2 marzo al 16 giugno 2024 "La presa di Cristo", capolavoro di Caravaggio è esposto nella sede della Fondazione Banco di Napoli. leggi»

02/03/2024 - 06/06/2024

Campania

Napoli

Arte contemporanea‎

Fabrizio Cotognini. Phtongos

Dal 22 febbraio al 30 marzo la Fondazione Morra Greco presenta a Napoli "Phtongos", una personale di Fabrizio Cotognini. leggi»

22/02/2024 - 30/03/2024

Campania

Napoli

Ingresso gratuito

Arte contemporanea‎

Richard Wathen. Unfolding the moon

Dal 16 febbraio al 19 aprile 2024 Solito - Galleria S3 di Napoli presenta Richard Wathen con "Unfolding the moon". leggi»

16/02/2024 - 19/04/2024

Campania

Napoli

Arte contemporanea‎

Philip Colbert. House of the Lobster

Le aragoste pop di Philip Colbert arrivano al MANN, Museo Nazionale Archeologico di Napoli che diventa "House of the lobster" fino al 1 aprile 2024. leggi»

26/01/2024 - 01/04/2024

Campania

Napoli

Illustrazione

Haravec. Gli esperimenti del principe di Sansevero nelle illustrazioni di Daniela Pergreffi

Il Museo Cappella Sansevero e Off Gallery a Napoli presentano la mostra "Haravec", gli esperimenti del principe di Sansevero nelle illustrazioni di Daniela Pergreffi, dal 31 gennaio al 4 marzo 2024. leggi»

31/01/2024 - 04/03/2024

Campania

Napoli

Arte contemporanea‎

Eugenio Tibaldi. Why a Fable?

Dal 20 gennaio al 20 aprile 2024 la Galleria Umberto Di Marino ospita "Why a Fable?", mostra personale di Eugenio Tibaldi, leggi»

20/01/2024 - 20/04/2024

Campania

Napoli

Arte moderna Arte contemporanea‎

Vitalità del Tempo

Le Gallerie d'Italia - Napoli di Intesa Sanpaolo aprono al pubblico il rinnovato percorso espositivo dedicato alle opere del Novecento delle collezioni del Gruppo: "Vitalità del Tempo". leggi»

21/12/2023 - 21/06/2024

Campania

Napoli

Pittura del '800

Napoli al tempo di Napoleone. Rebell e la luce del Golfo

Intesa Sanpaolo apre al pubblico dal 23 novembre 2023 al 7 aprile 2024 alle Gallerie d'Italia a Napoli, la mostra Napoli al tempo di Napoleone. Rebell e la luce del Golfo, dedicata a Joseph Rebell. leggi»

23/11/2023 - 07/04/2024

Campania

Napoli