Arte contemporanea‎Mostre a Roma

Emotion

  • Quando:   29/11/2023 - 01/04/2024
Emotion

Fino al 1 aprile "Emotion. L'arte contemporanea racconta le emozioni", mostra collettiva a cura di Danilo Eccher.
Più di venti artisti, più di venti opere molte delle quali site specific: Emotion porta il pubblico in un viaggio di emozioni perché se ne possano sentire molte molte di più.

Sorpresa, confusione, desiderio, gioia, paura, attesa, angoscia, felicità, orgoglio, eccitazione, nostalgia, ammirazione, sollievo, tranquillità, imbarazzo. Quante emozioni ispirano un artista? E quante vengono trattenute dentro l'opera? E quali prova uno spettatore davanti a quell'opera? E quante si mantengono nel tempo e quante cambiano e come cambiano?

Quando si ha a che fare con le emozioni sono più le domande delle risposte, sono sempre più le emozioni delle certezze.
Un fungo alto tre metri accoglie e invita al viaggio, era già successo in una favola, in un altro viaggio, in un altro mondo, in un'altra meraviglia. Questa volta il fungo è di Carsten Höller e il viaggio è nell'arte. Inizia così Emotion l'arte contemporanea racconta le emozioni, per proseguire con molto altro, con altre emozioni.

Prosegue con lo stupore di trovarsi di fronte alle altissime figure di Luigi Mainolfi, nel chiostro esterno, camminando su un pavimento di oceano; nello spaesamento delle cattedrali immaginarie di Piero Pizzi Cannella e nella meraviglia della sua Camera Picta ispirata a Raffaello; con l'incanto delle rifrazioni luminose e sonore dell'aurora boreale ricreata dall'opera interattiva di Alessandro Sciaraffa; con l'attrazione verso la foresta stregata della video installazione di Masbedo (Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni) o l'attrazione ipnotica e concentrica dei ludoscopi di neon di Paolo Scirpa.
Un viaggio di emozioni che diventa relazione e interazione tra i visitatori grazie all'ambiente di Gregor Schneider; un universo di colori attraverso i prismi scomponibili dell'artista coreana Kimsooja; un microcosmo onirico di visioni possibili e impossibili di Tony Oursler; le grandi figure di supereroi ripensate da Adrian Tranquilli fino al progetto site specific di Nedko Solakov che riporta alla dimensione della narrazione in chiave arguta, a tratti ironica.

E se il soffitto, il pavimento e le pareti fossero avvolti da una foresta di rovi e libellule di Pietro Ruffo, quale emozione provereste? E se poteste camminare tra le Erme di Luigi Ontani sentendovene parte? E se l'intento di Laure Prouvost con la sua video-installazione e il grande lampadario meccanico fosse quella di farvi provare un'estasi paradisiaca, vi abbandonereste? E quale curiosità muove il visitatore a esplorare, investigare e cercare di scoprire nelle nature morte, create anche grazie l'intelligenza artificiale, di Matt Collishaw i significati più nascosti?
Eva Jospin mette le sue emozioni dentro paesaggi e architetture di cartone; Annette Messager le cala dal soffitto, dedicandole al corpo umano, attraverso delle fotografie dentro reti da pesca, forme colorate e un grande Pinocchio; il collettivo AES + F in quella che definisce "psicoanalisi sociale"; rivela ed esplora i valori, i vizi e i conflitti della cultura globale contemporanea; Subodh Gupta utilizza oggetti per evocare ricordi e infine Paul Morrison, grazie ai suoi disegni neo romantici e pop-naturalisti, conduce in paesaggi ed emozioni inaspettate.
Emotion conferma l'idea di DART Chiostro del Bramante e di Danilo Eccher di poter realizzare grandi narrazioni contemporanee in cui da una prima idea/tema, in questo caso il contrasto tra la verità e la finzione nell'arte, con l'emozione come effetto di questa dicotomia, l'arte possa entrare in relazione in un contesto più ampio con la filosofia, la letteratura, l'architettura.
Secondo Eccher, superato il tradizionale metodo dell'esporre, è necessario creare percorsi in cui il pubblico è chiamato non solo a "guardare" ma a immergersi, avendo letture sempre diverse e migliori con un coinvolgimento certamente più ampio in termini di qualità e quantità.
Sul rapporto tra verità e finzione si interrogano da sempre gli artisti di ogni tempo, così come sull'emozione che l'opera provoca in chi la realizza e in chi la guarda, questo nuovo progetto rinnova la metodologia curatoriale di Eccher e l'impegno di Chiostro del Bramante, dopo i progetti Love, Enjoy, Dream e Crazy.
"La verità non è mai un traguardo ma un lungo e accidentato percorso che non può escludere gli errori e gli inganni. Ogni verità si accompagna al proprio inganno, Abele al suo Caino, ogni esistenza al suo peccato originario. Verità e Inganno sono fratelli siamesi che non si possono separare e l'arte è il metro del loro confronto. Sono gli artisti che agiscono in tale territorio e sono loro che accendono il brivido dell'emozione. Emotion è un dialogo fitto e inatteso fra verità e apparenza, è il segno di un confronto guidato dalla sorpresa e dall'emozione". Danilo Eccher, curatore... leggi il resto dell'articolo»

Emotion conferma inoltre la volontà di DART Chiostro del Bramante non solo di produrre grandi progetti espositivi, ma soprattutto di pensare al proprio pubblico in termini di coinvolgimento, formazione, didattica, vicinanza ai linguaggi contemporanei, attraverso diversi strumenti, che sappiano attrarre e appassionare visitatori di ogni età perché l'arte possa ispirare, suggerire, accompagnare e, questa volta in modo particolare, emozionare.
Con Emotion esprimiamo un desiderio: che il pubblico del Chiostro del Bramante prenda tempo per emozionarsi.
"In un momento come quello che viviamo dove tutto va veloce, dove ogni cosa è consumata con rapidità, questa mostra dedicata ai sentimenti ci piacerebbe fosse un'opportunità per stupirsi e commuoversi, per gioire ma anche un poco per imbarazzarsi, per sentirsi orgogliosi, per provare paura ma anche tranquillità, per essere nostalgici ma anche psichedelici e tornare poi alla felicità e alla pace. Un viaggio grazie all'arte e agli artisti, per entrare in contatto con le tante emozioni che ci permettono di sentire, di capire, di essere. Un necessario Take you time per far vivere, anche fuori dal Chiostro, Emotion". Natalia de Marco, direzione DART Chiostro del Bramante

DART Chiostro del Bramante: la cultura della cultura
All'interno dell'architettura rinascimentale ideata da Donato Bramante nel 1500: grandi mostre, artisti italiani e internazionali, progetti ideati e prodotti e poi una libreria, una caffetteria, una serie di spazi accoglienti, un luogo straordinario nel centro di Roma a pochi passi da piazza Navona. Grazie alla leadership al femminile e alla gestione appassionata e competente della presidente Patrizia de Marco e delle figlie Laura, Giulia e Natalia de Marco, DART Chiostro del Bramante si è affermato negli anni come punto di riferimento per tutti coloro che vogliono scoprire l'arte moderna e contemporanea, con mostre di alto valore artistico e culturale, percorsi didattici per ogni fascia d'età, laboratori e visite guidate per tutti i pubblici.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Emotion

Apertura: 29/11/2023

Conclusione: 01/04/2024

Organizzazione: DART Chiostro del Bramante

Curatore: Danilo Eccher

Luogo: Roma, DART Chiostro del Bramante

Indirizzo: Arco della Pace, 5 - 00186 Roma

Orario: lunedì-venerdì 10.00-20.00 | sabato e domenica 10.00-21.00

Biglietto:intero da lunedì al venerdì, € 15 - sabato e domenica, festivi € 18 |  Junior (6-14 anni) valido tutti i giorni compresi i festivi € 10 | omaggio bambini da 0 a 5 anni ed altre categorie

Per info: + 39 06 68 80 90 35 | infomostra@chiostrodelbramente.it

Sito web per approfondire: https://www.chiostrodelbramante.it/



Altre mostre a Roma e provincia

Arte contemporanea‎

Elvira Salonia. Vista Mare

Dal 4 Marzo al 18 marzo 2024, Galleria dei Miracoli a Roma ospita la prima mostra personale della pittrice ragusana Elvira Salonia dal titolo "Vista Mare". leggi»

04/03/2024 - 18/03/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero

Fotografia

Antonio Romano e Simone Proietti Marcellini. In Ucraina

Fino al 5 Maggio Drugstore Museum di Roma ospita "In Ucraina. Irpin', storie di guerra e di resilienza", mostra sul reportage fotografico di Simone Proietti Marcellini e Antonio Romano. leggi»

23/02/2024 - 05/05/2024

Lazio

Roma

ingresso gratuito

Arte contemporanea‎

Silvia Stucky. Getterò in mare il cuore che ha qualche desiderio

Silvia Stucky presenta "Getterò in mare il cuore che ha qualche desiderio" nell'ambito del progetto Umanità?! leggi»

02/03/2024 - 23/03/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Rossocinabro presenta N.B.

Rossocinabro presenta N.B. a cura di Joe Hansen, dal 4 al 29 marzo 2024. leggi»

04/03/2024 - 29/03/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Grab the city

Dal 22 febbraio al 1 aprile 2024 la Galleria Nazionale ospita una grande mostra, articolata si più livelli, dedicata al GRAB, il Grande Raccordo ciclabile di 50 km che circonda e attraversa Roma. leggi»

22/02/2024 - 01/04/2024

Lazio

Roma

Mostre Immersive

Macchine del Tempo

Prosegue fino al 24 marzo 2024 "Macchine del Tempo", la mostra dell'Istituto Nazionale di Astrofisica al Palazzo delle Esposizioni di Roma. leggi»

25/11/2023 - 24/03/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Cent'anni di Carla Accardi

A 10 anni dalla morte e a 100 dalla nascita, Roma dedica una grande mostra antologica a Carla Accardi, dal 6 marzo al 9 giugno. leggi»

06/03/2024 - 09/06/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Lina Passalacqua. Io... e il mare

Dal 1al 16 marzo 2024 Plus Arte Puls, di Roma presenta "Io... e il mare", personale di Lina Passalacqua. leggi»

01/03/2024 - 16/03/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Enrico Accatino. Riquadrare la storia

Dal 22 marzo al 15 maggio 2024 Sala 1-Centro Internazionale d'Arte Contemporanea di Roma presenta "Riquadrare la storia", retrospettiva dedicata ad Enrico Accatino. leggi»

22/03/2024 - 15/05/2024

Lazio

Roma