Il segno è l’esemplare parlato

  • Quando:   03/03/2023 - 21/04/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a RomaRoma


Il segno è l’esemplare parlato
Simona Weller, Nessuna Onda, 1985-86, cm200x150, tempera su carta

z2o Sara Zanin è lieta di presentare la mostra collettiva Il segno è l’esemplare parlato, a cura di Micol Veller Fornasa, con opere di Mariella Bettineschi, Beatrice Pediconi, Maria Angeles Vila Tortosa, Simona Weller presso gli spazi di z2o project in via Baccio Pontelli 16. La mostra apre al pubblico venerdì 3 marzo 2023, a partire dalle ore 18.

Il titolo della mostra Il segno è l’esemplare parlato è ispirato a un testo di Gertrude Stein, scrittrice e collezionista americana, determinante per la valorizzazione delle avanguardie parigine dei primi del Novecento per le quali inventò un modo inedito di leggere le opere d’arte. Il segno, la parola, l’immagine, il gesto, caratterizzano l’esperienza espressiva delle quattro artiste presenti in mostra definendone il percorso. Mariella Bettineschi (1948), Beatrice Pediconi (1972), Maria Angeles Vila Tortosa (1978), Simona Weller (1940), seppur di diverse generazioni, hanno in comune la medesima attitudine ad affrontare un discorso sul metodo che, pur tenendo conto di una storia già scritta e “parlata” riesce ad aggiungere un nuovo traguardo alla ricerca sul segno. Per tale ragione il segno è l’esemplare parlato.

Mariella Bettineschi, si contraddistingue, nel panorama internazionale, per la continua ricerca di linguaggi capaci di raccontare, attraverso pittura, scultura, disegno, collage, fotografia, digital painting, la centralità della donna. Le opere scelte per questa mostra fanno parte del ciclo dei Morbidi realizzate nel 1980. Sono piccoli cuscini, leggeri, composti da organza, lana, piume, filamenti di oro, che accennano piccole immagini o sottili grafie, evocative, forse allusive, ma sempre enigmatiche.

Per Beatrice Pediconi le opere sono frutto di una disciplina che con rigore osserva la trasformazione della materia, di manualità e sperimentazione dove l’imprevisto, nell’atto della realizzazione dell’opera, spesso partecipa al risultato stesso. Le opere in mostra fanno parte del ciclo Segno, iniziato nel 2020 durante il lockdown, sono la prima testimonianza di un linguaggio diverso, un nuovo alfabeto che si imprime sulla preziosa carta cotone, di piccolo formato, utilizzata come supporto dove, improvvise e solitarie, appaiono tracce filiformi, sottili ed eteree. Si percepisce un movimento come un lento fluttuare sul foglio bianco dove il colore si rivela lentamente allo sguardo ma è la casualità del gesto che decide come fissarlo.

Maria Angeles Vila Tortosa, nel suo lavoro rielabora alcuni temi specifici legati al mondo femminile, come la vita domestica, gli affetti familiari, la maternità e l’accudimento. Il mezzo espressivo privilegiato dall’artista è l’incisione, una tecnica antica con cui parlare di memoria, femminismo e stereotipi di genere. Le incisioni su carta, dai tenui colori pastello, raccontano il microcosmo dell’artista e si trasformano in pavimenti, light box, libri d’artista e scatole lignee allo scopo di realizzare piccole scenografie portatili come i quattro Libri della memoria presenti in mostra.... leggi il resto dell'articolo»

La ricerca di Simona Weller, attiva dagli Sessanta, evolve nei primi anni Settanta, quando passa da un mondo descrittivo surreale-naturalistico, alla riscoperta del mondo segnico infantile sino a passare a quella scrittura che diventerà protagonista della sua opera. Attraversando varie fasi, dalle pagine di quaderno alle finte lavagne, arriva a isolare una parola simbolo che usa come ductus nei suoi quadri (mare, erba, alba), fino a diventare, nella ripetizione e sovrapposizione ossessiva, una morbida tessitura che spesso evoca il lirismo di certi fenomeni naturali come un’alba o un tramonto. Ha scritto Flaminio Gualdoni “Simona Weller nasce dalla costola migliore dell’astrazione lirica, d’una pittura che sia cadenza essenziale e respiro del senso”.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Il segno è l’esemplare parlato

Roma - z2o Sara Zanin

Apertura: 03/03/2023

Conclusione: 21/04/2023

Organizzazione: z2o Sara Zanin

Curatore: Micol Veller Fornasa

Indirizzo: via della Vetrina 21 - 00186 Roma

Inaugurazione: venerdì 3 marzo 2023

Orari: aperto solo su appuntamento

Per info: T. +39 06 70452261 | info@z2ogalleria.it

Sito web per approfondire: https://www.z2ogalleria.it/

Facebook: z2ogalleria



Altre mostre a Roma e provincia

Arte contemporaneamostre Roma

Estate in arte 2024

L'incantevole panorama dei Castelli Romani ospita "Estate in arte", il week end dal 26 al 28 luglio 2024 al Museo Civico Tuscolano- Scuderie Aldobrandini di Frascati. leggi»

26/07/2024 - 28/07/2024

Lazio

Roma

Ingresso gratuito

Arte contemporaneaArchitetturamostre Roma

Rita Sabo. Sacred Planet

In collaborazione con la Fondazione YOU - Education for Children in Need, il Museo MAXXI-Museo Nazionale delle arti del XXI secolo di Roma presenta le opere di Rita Sabo. leggi»

04/07/2024 - 25/08/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero

Mostre tematichemostre Roma

La caduta del muro di Berlino: 35° anniversario

La Galleria Russo inaugura dal 18 ottobre al 15 novembre 2024 una mostra esclusiva, curata da Carlo Maria Lolli Ghetti, dedicata al trentacinquesimo anniversario della caduta del muro di Berlino. leggi»

18/10/2024 - 15/11/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneaSculturamostre Roma

Roberta Morzetti. 6_24

Da giovedì 13 giugno 2024, la Basile Contemporary di Roma – diretta da Rosa Basile – ospiterà la mostra personale "6_24" della nota scultrice Roberta Morzetti. leggi»

13/06/2024 - 30/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Beatrice Pediconi...senza turbare una stella

"...senza turbare una stella", le raffinate e delicate composizioni di Beatrice Pediconi sono in mostra a Roma dal 20 settembre al 10 novembre 2024. leggi»

20/09/2024 - 10/11/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Alessia Babrow. Love My Mother per il Progetto #EX_TRA

Il 18 luglio 2024 Alessia Babrow presenta due ulteriori opere in cantieri del Gruppo Pouchain per il Progetto #EX_TRA: Universal Heartbeat e Love is Stronger Than Hate. leggi»

18/07/2024 - 30/09/2024

Lazio

Roma

Sculturamostre Roma

Botero a Roma

Per la prima volta a Roma le sculture di Botero, dal 10 luglio al 1°ottobre 2024 in alcune delle piazze più belle di Roma. leggi»

10/07/2024 - 01/10/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Isabella Ducrot. Tessere è umano

Dal 1 agosto 2024 al 16 febbraio 2025 il Museo delle Civiltà presenta "Tessere è umano" di Isabella Ducrot...e le collezioni tessili del Museo delle Civiltà". leggi»

01/08/2024 - 16/02/2025

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Mapping Ego. Un viaggio nell'Identità

Rossocinabro è lieta di presentare la mostra Mapping Ego, un'indagine coinvolgente del panorama artistico attuale attraverso le opere di artisti internazionali. leggi»

22/07/2024 - 30/08/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero