Arte modernaMostre a Roma

Le Citron di Édouard Manet

  • Quando:   01/03/2024 - 19/03/2024
Le Citron di Édouard Manet
Édouard Manet, Le Citron (Il limone), 1880, olio su tela, 14 x 22 cm. 
Parigi, Musée d'Orsay. Lascito del conte Isaac de Camondo, 1911. © Musée d'Orsay, Dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt

"Le Citron di Édouard Manet", un prestito eccezionale dal Musée d'Orsay, è in mostra a Villa Medici a Roma dal 1° marzo al 19 maggio 2024.

Agrume iconico del paesaggio mediterraneo, il limone è al centro del programma primaverile di Villa Medici grazie al prestito eccezionale dal Musée d'Orsay dell'opera Le Citron (Il limone) dipinta da Édouard Manet nel 1880, che sarà esposta per tre mesi nelle camere storiche del cardinale de' Medici, come momento clou della visita guidata a Villa Medici.

La presenza silenziosa del limone, che sembra fare appello a tutti i sensi, è l'occasione per una residenza letteraria della scrittrice e filosofa francese Vinciane Despret, che ad aprile sarà chiamata a lasciarsi ispirare da questo frutto.

Questa programmazione sotto il segno degli agrumi permetterà di affrontarne la dimensione storica, artistica e culinaria attraverso eventi multidisciplinari, tra cui un laboratorio di ricerca sul tema "Il potere degli agrumi", organizzato dal dipartimento di storia dell'arte di Villa Medici.

Nel XVI secolo, nel vasto giardino della tenuta acquistata nel 1576 da Ferdinando de' Medici, crescevano in abbondanza aranci, limoni, melangoli e cedri. Coltivati con cura dai giardinieri per preservarne dimensioni e gusto, gli agrumi rifornivano la tavola del cardinale, mentre i fiori e le scorze venivano canditi, marinati oppure trasformati in oli profumati e distillati nella fonderia del palazzo. Era in particolare il cedro, o mala medica, ad essere coltivato per le sue virtù farmacologiche, che alleviavano le febbri e fungevano da antidoto contro i veleni. Oggi, i preziosi agrumi sono rievocati dai visitatori di Villa Medici quando contemplano la volta affrescata della stanza degli uccelli, studio privato di Ferdinando.... leggi il resto dell'articolo»

Da Roma a Parigi, da una passione per gli agrumi all'altra: tre secoli dopo la nascita dell'agrumeto di Ferdinando de' Medici, Édouard Manet (Parigi, 1832-1883) dipinge Il limone. Nonostante le dimensioni modeste (14 x 22 cm), il dipinto è una delle nature morte più potenti del pittore, che rivendicava la sua ambizione di diventare il "San Francesco della natura morta". Il pittore ha isolato il frutto dai toni gialli su un sobrio piattino in ceramica smaltata nera che ne esalta gli elementi fondamentali: il colore acceso, la grana della scorza, la semplicità.

Nel 2024, il Ministero della Cultura francese e il Musée d'Orsay celebrano i 150 anni dell'impressionismo. Parallelamente alla mostra Paris 1874. Inventer l'impressionnisme (Parigi 1874. Inventare l'impressionismo) che si terrà a Parigi, in oltre 30 musei francesi sarà possibile scoprire circa 180 opere eccezionalmente concesse in prestito dal Musée d'Orsay. 
Le Citron di Manet sarà così protagonista a Villa Medici, ricucendo un legame con la passione per gli agrumi della famiglia de' Medici.

Vinciane Despret in residenza letteraria a Villa Medici (aprile 2024)
Vinciane Despret è filosofa, psicologa e professoressa all'Università di Liegi. Dopo la scoperta del lavoro degli etologi, ha orientato le sue ricerche alla filosofia della scienza. Nel suo lavoro si occupa soprattutto di analizzare e mettere in discussione il nostro rapporto con gli animali.
Ha pubblicato numerosi saggi, tra i quali Quand le loup habitera avec l'agneau (Quando il lupo vivrà con l'agnello, 2004), Penser comme un rat (Pensare come un ratto, 2009), Le Chez-Soi des animaux (La casa degli animali, 2017), Que diraient les animaux... si on leur posait les bonnes questions (Che cosa rispondono gli animali... se facciamo le domande giuste?, 2018) e Habiter en oiseau (Vivere come un uccello, 2019). Insieme al collettivo di architettura Bento, Vinciane Despret ha curato il padiglione del Belgio per l'edizione 2023 della Biennale di Architettura di Venezia. 

Il programma sugli agrumi di Villa Medici beneficia del sostegno della Fondazione G. Lambert, di Amundi e di Van Cleef & Arpels.
L'esposizione dell'opera Le Citron di Manet a Villa Medici è resa possibile grazie al prestito eccezionale del Musée d'Orsay:

A proposito dell'Accademia di Francia a Roma – Villa Medici

L'Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, fondata nel 1666 da Luigi XIV è un'istituzione francese che dal 1803 ha sede presso Villa Medici, una villa del XVI secolo circondata da un parco di 7 ettari che sorge sul Monte Pincio, nel cuore di Roma. Ente pubblico nazionale dipendente dal Ministero della Cultura, l'Accademia di Francia a Roma – Villa Medici adempie oggi a tre missioni complementari: accogliere artisti, creatori, storici e storici dell'arte di alto livello in residenza per soggiorni lunghi – della durata di un anno –, o più brevi; realizzare una programmazione culturale e artistica che integri tutti i campi delle arti e della creazione e che si rivolga a un vasto pubblico; conservare, restaurare, studiare e far conoscere al pubblico il suo patrimonio architettonico e paesaggistico e le sue collezioni.

Direttore dell'Accademia di Francia a Roma – Villa Medici è Sam Stourdzé.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Le Citron di Édouard Manet

Apertura: 01/03/2024

Conclusione: 19/03/2024

Organizzazione: Accademi di Francia a Roma

Luogo: Roma, Accademia di Francia-Villa Medici

Indirizzo: Viale della Trinità dei Monti, 1 – 00187 Roma

Per info: +39 06 67 61 1 | standard@villamedici.it

Sito web per approfondire: https://www.villamedici.it/



Altre mostre a Roma e provincia

Arte contemporanea‎

Elvira Salonia. Vista Mare

Dal 4 Marzo al 18 marzo 2024, Galleria dei Miracoli a Roma ospita la prima mostra personale della pittrice ragusana Elvira Salonia dal titolo "Vista Mare". leggi»

04/03/2024 - 18/03/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero

Fotografia

Antonio Romano e Simone Proietti Marcellini. In Ucraina

Fino al 5 Maggio Drugstore Museum di Roma ospita "In Ucraina. Irpin', storie di guerra e di resilienza", mostra sul reportage fotografico di Simone Proietti Marcellini e Antonio Romano. leggi»

23/02/2024 - 05/05/2024

Lazio

Roma

ingresso gratuito

Arte contemporanea‎

Silvia Stucky. Getterò in mare il cuore che ha qualche desiderio

Silvia Stucky presenta "Getterò in mare il cuore che ha qualche desiderio" nell'ambito del progetto Umanità?! leggi»

02/03/2024 - 23/03/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Rossocinabro presenta N.B.

Rossocinabro presenta N.B. a cura di Joe Hansen, dal 4 al 29 marzo 2024. leggi»

04/03/2024 - 29/03/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Grab the city

Dal 22 febbraio al 1 aprile 2024 la Galleria Nazionale ospita una grande mostra, articolata si più livelli, dedicata al GRAB, il Grande Raccordo ciclabile di 50 km che circonda e attraversa Roma. leggi»

22/02/2024 - 01/04/2024

Lazio

Roma

Mostre Immersive

Macchine del Tempo

Prosegue fino al 24 marzo 2024 "Macchine del Tempo", la mostra dell'Istituto Nazionale di Astrofisica al Palazzo delle Esposizioni di Roma. leggi»

25/11/2023 - 24/03/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Cent'anni di Carla Accardi

A 10 anni dalla morte e a 100 dalla nascita, Roma dedica una grande mostra antologica a Carla Accardi, dal 6 marzo al 9 giugno. leggi»

06/03/2024 - 09/06/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Lina Passalacqua. Io... e il mare

Dal 1al 16 marzo 2024 Plus Arte Puls, di Roma presenta "Io... e il mare", personale di Lina Passalacqua. leggi»

01/03/2024 - 16/03/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea‎

Enrico Accatino. Riquadrare la storia

Dal 22 marzo al 15 maggio 2024 Sala 1-Centro Internazionale d'Arte Contemporanea di Roma presenta "Riquadrare la storia", retrospettiva dedicata ad Enrico Accatino. leggi»

22/03/2024 - 15/05/2024

Lazio

Roma