Arte contemporaneaMostre a Venezia

Lorenzo Quinn. Anime di Venezia - Souls of Venice

  • Quando:   20/04/2024 - 29/09/2024
Lorenzo Quinn. Anime di Venezia - Souls of Venice

Si chiama "Anime di Venezia – Souls of Venice", la nuova creazione di Lorenzo Quinn che sarà esposta a Venezia, dal 20 aprile al 15 settembre 2024, in onore delle celebrazioni dell'Anniversario di Marco Polo a 700 anni dalla morte, in concomitanza con la 60ma Biennale d'Arte.

L'opera, costituita da 15 statue realizzate in mesh, un intreccio metallico, rappresenta alcune tra le Anime più significative nei secoli della Serenissima, a suggellare l'unione e la simbiosi tra la Città e tutte le sue Arti, espresse dai Veneziani che l'hanno resa immortale.

L'installazione sarà collocata nell'Androne di Ca' Rezzonico, lo splendido e imponente edificio affacciato sul Canal Grande progettato da Baldassare Longhena, sede del Museo del '700 veneziano: un progetto sorprendente e iconico che marca in modo indissolubile il legame d'amore tra Venezia e Lorenzo.

"Anime di Venezia – Souls of Venice" è infatti una assoluta novità nella produzione di Quinn: per la prima volta un'opera a sfondo storico, pensata proprio per il museo, "prende vita" grazie anche all'introduzione di uno strumento contemporaneo: la realtà aumentata, declinata attraverso una visione poetica e magica.

Il progetto, in collaborazione con Fondazione Musei Civici, gode del Patrocinio di Città di Venezia e Comitato per le Celebrazioni di Marco Polo 700.... leggi il resto dell'articolo»

MARCO POLO A PALAZZO DUCALE

La Mostra a Ca' Rezzonico avrà un'eccezionale anticipazione: dal 6 aprile una scultura di Quinn raffigurante Marco Polo accoglierà il visitatore a Palazzo Ducale, proprio all'ingresso degli Appartamenti del Doge, in occasione de "I mondi di Marco Polo. Il viaggio di un mercante veneziano del Duecento", la grande mostra-evento principale delle celebrazioni poliane, organizzata da Fondazione Musei Civici e aperta dal 6 aprile al 29 settembre 2024.

LE "ANIME" DI CA' REZZONICO

UN ATTO DI AMORE PER VENEZIA CHE ABBRACCIA IL MONDO INTERO

Oltre alla replica del Marco Polo già presente a Palazzo Ducale, il visitatore a Ca' Rezzonico potrà ammirare le statue in maglia mettalica di Lorenzo Tiepolo, Caterina Corner, Veronica Franco, Elena Lucrezia Corner Piscopia, Carlo Goldoni, Antonio Vivaldi, Marietta Barovier, Elisabetta Caminer Turra, Andrea Palladio, Antonio Canova, Tiziano Vecellio, Rosalba Carriera, Giacomo Casanova e il Marco Polo "universale" rappresentato simbolicamente dalla figura del Gondoliere che inviterà tutti a intervenire per "salvare Venezia e il mondo intero".

"Nel suo essere insieme presente passato e futuro, Venezia ha ispirato questa installazione che vuole simboleggiare il mio "viaggio"nell'anima della Città", dice Lorenzo Quinn. Un omaggio a tutte le "Anime" che hanno vissuto qui, e che qui vivranno per sempre.
"Gli uomini attraverso la creazione artistica cercano di raccontare il loro passato e il loro presente. Queste statue di illustri veneziani, donne e uomini, sono testimonianza dell'unicità del nostro essere "opere d'arte" forgiate dalle mani della Grande Madre Terra".

Ci ricordano che c'è solo un pianeta che dobbiamo salvare, proprio partendo da Venezia. "Salvare Venezia è salvare in Mondo intero. Venezia è un luogo di libertà, un tempo di grande potere e oggi simbolo di fragilità climatica. È un luogo dove l'Arte è stata plasmata nei secoli. Rimarrà tale proprio anche attraverso queste statue. Attraversando il Tempo fino all'oggi e fino al domani. E forse oltre, per sempre". conclude Quinn.

La mostra ospitata a Ca' Rezzonico contribuisce ad arricchire il palinsesto delle esposizioni d'arte contemporanea in città, con un progetto che unisce passato e futuro: è un tributo a Venezia stessa e ai suoi protagonisti storici, che rivivono nelle opere interattive di Quinn e che ci ricordano, all'interno della missione dei musei, come la cultura, il patrimonio storico espresso nelle collezioni, siano sempre forme vive del presente sottolinea Mariacristina Gribaudi Presidente di MUVE.

Chiara Squarcina, curatore della mostra, scrive che "L'immortalità è da sempre collegata all'anima, mai al corpo. L'eternità dell'essere rispetto alla caducità della materialità è quanto noi percepiamo chiaramente dal progetto di Lorenzo Quinn. Di questi personaggi, incastonati nella nostra memoria, leggiamo l'esteticità di un ricordo come primo aggancio neurale per tracciarne la loro fisionomia ma è solo il prologo di questa incredibile esperienza. Un primo approccio visivo che permetterà di entrare in contatto con questi personaggi, grazie alla soluzione virtuale proposta da Quinn".

Per Alberto Toso Fei, che ha assunto la direzione artistica del progetto, "Venezia è la linea zero del tempo. È il luogo in cui tutto ciò che è esistito, esiste ed esisterà si traduce in un "per sempre" che non conosce interruzione. Le anime che si affacciano in questo viaggio – scelte tra le mille possibili – sono voci che popolano ogni presente, perché Venezia è fatta di ogni suo passato. Sono uomini e donne che, nel viverla fino in fondo, hanno riplasmato Venezia fino a renderla ciò che è: l'hanno fatta, e nel raccontare di sé raccontano di lei. A dispetto del tempo trascorso e dello scorcio di storia che le ha viste transitare in questi luoghi, qualcosa di loro è rimasto a Venezia, e rimarrà per sempre. Sono anime, che tutte assieme segnano il presente di Venezia, città delle città, alla quale sono indistricabilmente unite per l'eternità".

Lorenza Lain, coordinatore del Progetto, commenta: È un'installazione pensata per le celebrazioni di Marco Polo e creata specificatamente per Ca' Rezzonico a cui Lorenzo ha lavorato nell'ultimo anno. Due i cardini; Da un lato Venezia, città delle città da cui tutto nasce: "Venezia è la più antica città del futuro" (cit. Bruno Tosi); Dall'altro Marco Polo, il veneziano più famoso al mondo, che prende "vita" attraverso la realtà aumentata, diventando al tempo stesso la voce narrante e "lo sguardo" attraverso il quale viene "visto" e percorso questo viaggio nel tempo, fisico e spirituale. Nell'immaginario di Lorenzo, infatti, i personaggi non solo "incarnano" Venezia, ma ne fissano in modo indelebile l'Anima eterna". Un inno alla Bellezza, così come lo sono state le famose mani di "Support" create per Ca' Sagredo".

Patrizia Zambelli, Architetto, direttore tecnico: "Venezia che racchiude il tutto in uno, che è oggi e sarà nel futuro il viaggio nel passato dei secoli della sua magnifica essenza, espressa nell'Arte, nell'Architettura, nella Musica, nel Teatro che le Anime grandi della sua storia hanno trasmesso al mondo; Venezia che è il viaggio dei viaggi".

L'ARTISTA

Lorenzo Quinn è uno scultore figurativo italo-americano di fama internazionale, nato a Roma nel 1966 dall'attore messicano-americano premio Oscar Anthony Quinn e dalla sua seconda moglie, la costumista Iolanda Addolori.
Durante gli anni di studio all'American Academy of Fine Arts di New York, Quinn realizza che, tra tutte le arti, il suo futuro sarebbe stato la scultura.
Tutte le sue opere di arte pubblica, come anche i suoi pezzi più piccoli, trasmettono la sua passione per i valori eterni e le emozioni autentiche.
In particolare, molte delle sue opere più famose rappresentano espressive ricostruzioni delle mani umane: "volevo scolpire quella che è considerata la parte del corpo umano più difficile e tecnicamente più impegnativa. - afferma Quinn - La mano detiene così tanto: il potere di amare, di odiare, di creare e di distruggere".

OPERE IN TUTTO IL MONDO
Negli ultimi due decenni, le opere di Lorenzo Quinn sono state esposte in tutto il mondo.

La potenza comunicativa e l'immediatezza del messaggio sono del resto gli elementi che connotano le sue sculture, soprattutto le monumentali opere di arte pubblica che Quinn ha esposto in tanti prestigiosi contesti internazionali affascinando il pubblico mondiale, spesso anche con finalità benefiche e filantropiche: a Park Lane, Barkely Square e nei Cadogan Gardens a Londra, nel cortile del Museo Ermitage a San Pietroburgo, al Windsor Castle nel Berkshire, presso la Casina Valadier a Roma, davanti alla Chiesa di San Martino a Birmingham, dinnanzi alla Cattedrale di Palermo, al grattacielo del Paramount Group in Avenue of Americas a New York e al Museo d'Arte Moderna di Palma di Maiorca; sul lungomare di Doha in Qatar, sul tetto del Museo di Arte Moderna di Shanghai con vista sul fiume Huangpu.

Tra le opere monumentali si ricordano "Support" (2017), esposta a Venezia - le mani di un bambino che dall'acqua del Canal Grande a sorreggere Ca' Sagredo, simbolo della bellezza e fragilità della città - "Building Bridges" (2029), all'Arsenale di Venezia – sei coppie di mani che rappresentano i sei valori universalmente riconosciuti come essenziali: amicizia, saggezza, aiuto, fede, speranza e amore. "Give" (2020) installata anche nel Giardino di Boboli degli Uffizi a Firenze, a testimoniare l'importanza del "dono". Tra le ultime opere "Baby 3.0" installata nel Giardino della Città Metropolitana (2022) sempre a Venezia con cui l'Artista auspica una nuova Ri-nascita dell'Umanità.

Di forte impatto anche "Together" (2021), opera di land art presentata prima a Cannes e poi nell'esposizione "Forever is Now" in Egitto, in occasione del primo evento di arte contemporanea tenuto nel sito UNESCO delle Piramidi di Giza; "The Greatest Goal" (2022) in occasione della FIFA World Cup in Qatar, Building Bridges a Vieste ( 2023) e "Paint your Life" (2024) a Caorle (Venezia).

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Lorenzo Quinn. Anime di Venezia - Souls of Venice

Venezia, Ca' Rezzonico - Museo del 700 Veneziano e Palazzo Ducale

Apertura: 20/04/2024

Conclusione: 29/09/2024

Organizzazione: Fondazione Musei Civici

Curatore: Chiara Squarcina

Indirizzo: Sestiere Dorsoduro, 3136 - 30123 Venezia

Ca' Rezzonico - Museo del 700 Veneziano
20 aprile - 15 settembre 2024
Orario 10.00 - 19.00
ingresso libero

Palazzo Ducale
6 aprile – 29 settembre 2024
nel percorso di visita della mostra
I mondi di Marco Polo. Il viaggio di un mercante veneziano del Duecento
Orario h-10.00 - 19.00 Ingresso con il biglietto della Mostra

Sito web per approfondire: https://www. soulsofvenice.com



Altre mostre a Venezia e provincia

Cinemamostre Venezia

Nebula

In occasione di Biennale Arte 2024 Fondazione In Between Art presenta "Nebula", mostra con otto video installazioni dal 17 aprile al 24 novembre 2024 presso il complesso dell'Ospedaletto a Venezia. leggi»

17/04/2024 - 24/11/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Padiglione Perù alla 60. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia

Latente è il titolo del Padiglione Uruguay alla 60. Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia. leggi»

20/04/2024 - 24/11/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Padiglione Uruguay alla 60. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia

Latente è il titolo del Padiglione Uruguay alla 60. Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia. leggi»

20/04/2024 - 24/11/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Padiglione della Repubblica del Camerun
alla 60. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia

La Repubblica del Camerun torna protagonista alla 60. Esposizione Internazionale d'Arte – La Biennale di Venezia, con il progetto "Nemo propheta in patria". leggi»

20/04/2024 - 24/11/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Cen Long. Seminare speranza

Crux Art Foundation presenta la mostra "Seminare speranza" con opere dell'artista Cen Long in occasione della 60. Esposizione Internazionale d'Arte La Biennale di Venezia. leggi»

20/04/2024 - 24/11/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

La Biennale di Venezia. 60. Esposizione Internazionale d'Arte. Stranieri Ovunque - Foreigners Everywhere

Sarà aperta al pubblico da sabato 20 aprile a domenica 24 novembre 2024, la 60. Esposizione Internazionale d'Arte dal titolo Stranieri Ovunque – Foreigners Everywhere. leggi»

20/04/2024 - 24/11/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Klaus Littmann. Arena for a Tree

L'installazione Arena for a Tree (Arena per un albero) di Klaus Littmann sarà presentata a Venezia per la prima volta. leggi»

16/04/2024 - 31/07/2024

Veneto

Venezia

Sculturamostre Venezia

Futurismi Contemporanei, da Boccioni a Guerriero

Dal 16 marzo al 2 maggio Villa Valmarana ospita "Futurismi Contemporanei, da Boccioni a Guerriero" mentre nel Parco saranno esposte le "Epifanie". leggi»

16/03/2024 - 02/05/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Kuril Chto. Under Jove's Protection

Dal 17 aprile al 17 maggio 2024, in concomitanza con la 60ma Biennale d'Arte di Venezia apre al pubblico "Under Jove's protection", personale di Kuril Chto dal titolo, a cura di Valentin Diakonov. leggi»

17/04/2024 - 17/05/2024

Veneto

Venezia