Mario Sasso. Imago Urbis

  • Quando:   21/10/2023 - 25/11/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaVideo artMostre a Milano


Mario Sasso. Imago Urbis
Roma notturna, 2019, pittura digitale su pannello Roma

Alla PoliArt Contemporary inaugura Imago Urbis, mostra dedicata a Mario Sasso, artista marchigiano tra i pionieri della videoarte e dell'uso pittorico dei nuovi mezzi espressivi, nati nella televisione dall'inizio degli anni sessanta del secolo scorso. La mostra negli spazi della galleria milanese è incentrata sull'intensissima ricerca recente di Mario Sasso: in circa venti opere di pittura digitale, scelte dal 2010 ad oggi, è un'immagine originalissima, inedita e problematica della città a presentarsi come il centro dell'esposizione e dell'intera poetica dell'artista.

Il talento pittorico e creativo di Sasso lo portano a collaborare stabilmente con la RAI dalla fine degli anni cinquanta, dove nel tempo diventerà il creatore delle prime "sigle" di programmi televisivi. È proprio l'applicazione "elettrica" dei principi compositivi della pittura a renderlo capace di utilizzare i nuovi mezzi che la tecnologica grafica rendeva a poco a poco disponibili. E le motivazioni, da subito, erano quelle che più si sintonizzavano con la sensibilità di un artista emergente come Sasso. L'ideale della formazione di una nuova sensibilità estetica, così forte per tutti gli artisti che vivevano l'esperienza travolgente dello Spazialismo di Lucio Fontana, sembrava porre l'artista marchigiano proprio nel luogo magico in cui ricerca e divulgazione coincidevano: la televisione.
Mario Sasso è da subito consapevole dell'importanza del contesto in cui è venuto a trovarsi e della propria responsabilità come artista, e ha finito per inventare un nuovo modo di concepire la pittura come esperienza di attraversamento "plurimediale", in cui l'opera è un luogo dinamico di convergenza estetica fondato su un radicale immaginario eclettico. Il fulcro della sua inesausta ricerca, il centro vivo da cui estrarre il senso, ogni senso, per Sasso è la città.

La città è la sua ossessione e la sua passione, di cui nel tempo diviene un cultore integrale. Vi si immerge come un esploratore, per raccoglierne i minimi particolari strappati alla routine d'indefiniti passi. Talvolta sceglie di perdersi nell'ebbrezza febbrile e caotica di una pantagruelica ubriacatura. Vuole esperirne compiutamente l'intensità reale, albeggiante, luminosa e serotina, sino al disseminato abbaglio delle sue notti elettriche. E, poi, la città reale di Mario Sasso smette di esistere. L'immenso giacimento visibile, udibile, sensibile, diviene un'idea, un'intenzione, un'emozione travolgente, persino un simbolo o una mappa, su cui cominciare a edificare una nuova realtà, una nuova città: è la trasformazione del quotidiano nel poetico.

Per la mostra alla PoliArt Contemporary si è scelto di dare conto degli ultimi quindici anni di ricerca, in quella declinazione privilegiata in cui l'artista non ha mai smesso di realizzare quadri, con la sua inedita pittura digitale. Spesso l'origine è la mappa della città. Lo stradario con in nomi delle vie, in cui qualcuno può persino esercitarsi nell'intima vanità dell'immagine reale strappata al simbolo. Ma quella mappa è anche un tracciato stratificato dal tempo, è una collezione di nomi capaci d'evocare miriadi d'emozioni dimenticate e risorgenti, vite, sogni, speranze, riti, amori, ripetizioni di gesti apparentemente insignificanti eppure carichi del respiro di almeno una persona, per quanto dimenticata.

Mario Sasso, con una devozione quasi sacrale, ha guardato, ascoltato, annotato, fotografato, ripreso: ha traghettato su di sé tutto il carico di emozioni che è stato in grado di rivivere nella minuscola particella di tempo che è la vita di un uomo, eppure amplificata da quell'eco dell'eterno che è la sensibilità di un artista. Solo così, da un simile elevarsi, può nascere una nuova realtà e possono nascere i gesti di colore che aggiungono un'imprevista stratificazione sensibile del tempo: la pittura.
Ecco allora le vie che indicano le soglie segrete dell'arte, da cui poter accedere a quell'immaginario segreto che, pur restando ineffabile, viola le porte dell'oblio in cui la vita dei secoli ancora risuona. È su questa materia spirituale e su questo spirito materiale che Mario Sasso ha fondato i più alti esiti della sua ricerca sulla città. Qui sorgono i suoi molti "sanpietrini" danzanti, le oniriche visioni notturne di colori e gesti quasi informali, che sempre trovano vie di fuga verso cui tendere. E ancora, il trascendersi delle dimensioni verso "insediamenti" possibili e inesplorati, oggetti superficiali dentro superfici oggettuali in cui sempre tutto scorre, senza fine.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Mario Sasso. Imago Urbis

Milano - Galleria PoliArt Contemporary

Apertura: 21/10/2023

Conclusione: 25/11/2023

Organizzazione: Galleria Poliart Contemporary

Curatore: Leonardo Conti e Sara Bastianini

Indirizzo: viale Gran Sasso 35 - 20131 Milano

Opening: sabato 21 ottobre ore 18.00 con l'evento di danza contemporanea dedicata alla mostra sulla musica di Paola Samoggia

Orario:  martedì e giovedì 15.00 -18.00 | venerdì 10.30 - 13 e 15.30-18.30 | sabato 11-13 | e su appuntamento

Catalogo a cura di Leonardo Conti per le Edizioni PoliArt Contemporary e Eclipse Arte Edizioni.

Per info: +39 02.70636109 | 388.6016501 e 380.3816409 | info@galleriapoliart.com

Sito web per approfondire: http://www.galleriapoliart.com/milano



Altre mostre a Milano e provincia

Fotografiamostre Milano

Martin Parr. Short & Sweet

E' stata prorogata al 28 luglio 2024 la grande mostra fotografica "Martin Parr. Short and Sweet" al Mudec di Milano. leggi»

10/02/2024 - 28/07/2024

Lombardia

Milano

DesignFotografiamostre Milano

Ballo&Ballo. Fotografia e design a Milano, 1956-2005

Dal 14 giugno al 3 novembre 2024 il Castello Sforzesco ospita una grande mostra sullo Studio Ballo+Ballo, centro della spinta culturale che portò il design italiano sulla scena internazionale. leggi»

14/06/2024 - 03/11/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Valerio Adami. Pittore di Idee

Palazzo Reale celebra i sessantacinque anni di carriera di Valerio Adami, tra i maggiori artisti italiani del Dopoguerra, con un'antologica, dal 17 luglio al 22 settembre 2024 a Milano. leggi»

17/07/2024 - 22/09/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

Aldo Sergio. Guardare negli occhi un coniglio

"Guardare negli occhi un coniglio" è la prima mostra personale di Aldo Sergio, presso la galleria Tommaso Calabro a Milano dal 27 giugno al 14 settembre 2024. leggi»

28/06/2024 - 14/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Carlos Alvarez Las Heras. Echi della foresta: Serenità selvaggia

Wizard Gallery presenta la personale di Carlos Alvarez Las Heras "Echi della foresta: serenità selvaggia", a Milano dal 20 giugno al 20 luglio 2024. leggi»

20/06/2024 - 20/07/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

I Feel Good

Studio Gariboldi ha il piacere di presentare I Feel Good, una mostra pensata per raccontare come le icone della cultura pop siano entrate nelle opere di una ventina di grandi artisti. leggi»

09/05/2024 - 26/07/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Dove il grottesco regna sovrano: l'arte di Ksenia Pasyura

Dal 14 giugno al 12 luglio 2024 presso la Fondazione Mudima a Milano: le caricature, la satira, i corpi sfrontati di Ksenia Pasyura. leggi»

14/06/2024 - 12/07/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

Into the blue

Lo spazio espositivo Corals ospita la mostra dal titolo "Into the blue" con gli artisti Luciana Bencivenga, Emanuele Giorgi e Elisa Nepote, a cura di Greta Zuccali. leggi»

05/06/2024 - 28/06/2024

Lombardia

Milano

Ingresso gratuito

Mostre tematichemostre Milano

T O Y S T E L L E R S Forever Young

T O Y S T E L L E R S Forever Young, la mostra di Federico Ghiso che ritrae i giocattoli resi bambini grazie all'intelligenza artificiale, arriva finalmente a Milano. leggi»

07/06/2024 - 08/09/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero