Arte musivaMostre a Milano

Michele Ciacciofera. Condensare l'infinito

  • Quando:   16/01/2024 - 17/02/2024
  • evento concluso
Michele Ciacciofera. Condensare l'infinito
Michele Ciacciofera, Condensare l'infinito, BUILDING TERZO PIANO ph. Ilaria Maiorino

Fino a sabato 17 febbraio 2024, Building Terzo Piano presenta "Condensare l'infinito", una mostra personale di Michele Ciacciofera a cura di Angelo Crespi, in collaborazione con il Museo MA*GA.

Il percorso espositivo negli spazi di Building Terzo Piano si configura con una serie di sculture in vetro soffiato policromo di Murano, alcune delle quali già esposte al Petit Palais di Parigi (Fiac 2019), e un dipinto di grande formato, The Translucent Skin of the Present (2015-2016), non solo di forte impatto estetico, ma che può essere considerato una sorta di manifesto visivo della poetica di Ciacciofera.

Le sculture, realizzate nella fornace Seguso Vetri d'Arte a Murano, fanno parte della serie Tales of the Floating World. Concepite come frammenti provenienti da un altro mondo, esse evocano, attraverso le loro forme organiche, l'universo umano e quello naturale, sia minerale sia animale. Queste opere si inscrivono nella ricerca dell'artista italiano — da molti anni residente in Francia a Parigi — intorno all'ambiguità formale tra i differenti regni del vivente, nel contesto delle attuali ipotesi delle "infra-vite" e del collasso globale (dal testo francese Infravies, le vivant sans frontières di Thomas Heams-Ogus). 

Esse proseguono la riflessione sulla questione temporale in cui le ipotesi di fine della civiltà modificano o sovvertono la relazione tra presente e passato, e in cui il tramonto sembra fondersi con le aurorali origini, e gli archetipi primordiali riemergono potenti da profondità ctonie o dall'imo dell'inconscio.

La scelta espositiva delle opere negli spazi di Building Terzo Piano è stata concepita, volutamente, come un ampliamento plastico della mostra aperta al Museo MA*GA (17 dicembre 2023 - 7 aprile 2024), che si compone di tre stanze: un'installazione site-specific con 164 piccole ceramiche posizionate su muschio naturale in dialogo con un trittico che specifica ulteriormente la ricerca di Ciacciofera; un secondo ambiente sonoro accompagna un gruppo di sculture, in materiale riciclato, che rivelano la fascinazione dell'artista per le stele e le edicole votive; infine, un gruppo di opere verticali di grandi dimensioni in vetro soffiato e sabbiato, che evocano forme megalitiche o monolitiche, come Menhir, che nell'antichità furono usate per conferire sacralità e riconoscibilità a determinati territori, collegamento tra l'orizzontalità della terra e la verticalità del cielo quindi tra il mondo fisico e quello spirituale dell'infinito, e che oggi sono simboli che sembrano voler ricollegare il microcosmo biografico di Ciacciofera con il macrocosmo delle narrazioni universali.... leggi il resto dell'articolo»

I capitoli del progetto – MA*GA e Building Terzo Piano – in due momenti e in due sedi differenti si completano a vicenda per focalizzare nel modo più ampio e preciso il percorso di un artista che da sempre si caratterizza per una ricerca formale poliedrica, frutto di coerenza linguistica ma anche di sperimentazione sui materiali, sempre nell'ottica di uno sguardo profondo che si muove tra antropologia classica e anthropologie du proche.

La mostra sarà accompagnata da una monografiaa cura di Johan&Levi editore — che conterrà materiale inedito e documentazione fotografica relativa alle varie fasi del percorso creativo di Michele Ciacciofera. Il volume si articolerà come uno studio e un approfondimento della ricerca dell'artista, in dialogo con le istituzioni che collaborano allo sviluppo di tale progetto. Diverso da un catalogo tradizionale, il libro prenderà la forma di un atlante geografico, in cui la parte teorica si intreccia con quella visiva, a rappresentare il viaggio tra antico e moderno, tra memoria geologica e memoria umana.

Note biografiche

Michele Ciacciofera (Nuoro, 1969) vive e lavora a Parigi.

Il suo lavoro è caratterizzato dall'uso di svariati media, dalla pittura alla scultura, con uso di ceramica, vetro, bronzo, pietra ed assemblaggi di materiali, passando dal disegno e dal suono.

Tramite un approccio antropologico, l'artista esplora diverse tematiche legate alle isole di cui è originario, la Sardegna e la Sicilia, attraverso il prisma del Mediterraneo. Memoria collettiva, miti rivisitati e realtà politica contemporanea si mescolano in opere caratterizzate da una sensibilità per la materia e da un'acuta consapevolezza delle problematiche attuali legate alla riconfigurazione degli equilibri socio-economici e ambientali.

Spinto da una costante riflessione e ricerca basata su numerose fonti, Ciacciofera si interessa innanzitutto al soggetto e alla sua narrazione, nonché alle sensazioni che intende trasmettere attraverso la scelta dei materiali utilizzati. Attinge costantemente alla sua formazione in scienze politiche, al suo interesse per l'antropologia, l'archeologia, le questioni ambientali e alla sua ossessione per la memoria individuale e collettiva, per materializzare esperienze poetiche dalla forte capacità comunicativa.

Le sue opere sono state esposte alla 57^ Biennale Internazionale d'Arte di Venezia, a Documenta 14 di Kassel e Atene, al Museo MAN di Nuoro, al CAFA Museum di Pechino, al Museo d'Arte Contemporanea di Rochechouart (Francia), al Museo di Rennes, a Summerhall Edimburgo, al IMMA Museum di Dublino e in numerose altre istituzioni museali internazionali.

Ha ricevuto la Civitella Ranieri NYC Foundation Visual Arts Fellowship nel 2015-2016.

Sono in preparazione due mostre personali in Francia e una in Scozia, due importanti opere pubbliche in Francia e in Italia e un'opera site-specific con cui parteciperà alla VI Biennale d'Arte contemporanea di Mardin in Turchia (maggio 2024).

Building è un progetto dedicato all'arte nelle sue più varie forme di espressione situato nel centro di Milano. Nata nel 2017 dalla visione di Moshe Tabibnia, Building è incentrata su una ricerca artistica, storica e contemporanea, volta verso una nuova idea di galleria d'arte, in cui cultura e mercato avanzano paralleli.

Building si presenta come una costellazione composta da diversi spazi e progettualità, in cui giovani protagonisti della scena internazionale, artisti affermati e storicizzati, così come artigiani e designer si incontrano in un'ottica di scambio intergenerazionale e sconfinamento di discipline, mirando ad una costante sperimentazione e creazione di cultura.

In questa visione si inseriscono inoltre: Buildingbox, un progetto espositivo annuale situato all'interno di una delle vetrine di Building, fruibile dall'esterno 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che ospita a cadenza mensile opere legate tra loro da un fil rouge temporale; Building Terzo Piano, uno spazio che nasce dal desiderio di esplorare la creatività in tutte le sue sfaccettature e la cui identità si svilupperà nel tempo seguendo una programmazione indipendente.

Building Terzo Piano è uno spazio che nasce dal desiderio di esplorare la creatività in tutte le sue sfaccettature, attraverso modalità inedite non ancora sperimentate in Building e Buildingbox.

La sua identità, volutamente lasciata sfumata, si svilupperà nel tempo, alimentata da mostre e progetti che seguiranno una programmazione indipendente e una differente periodicità rispetto agli altri piani della galleria.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Michele Ciacciofera. Condensare l'infinito

Apertura: 16/01/2024

Conclusione: 17/02/2024

Curatore: Angelo Crespi

Luogo: Milano, Building Terzo Piano

Indirizzo: via Monte di Pietà 23 - 20121 Milano

Orario: martedì - sabato 10.00-19.00

Catalogo: monografia a cura di Johan&Levi editore

Per info: +39 02 89094995 | info@building-gallery.com

Sito web per approfondire: https://building-gallery.com/



Altre mostre a Milano e provincia

Arte contemporanea‎

Armando Xhomo. Rosso primordiale

Dal 19 marzo al 2 aprile 2024, alla MA-EC Gallery di Milano (via Santa Maria Valle 2), si tiene la personale dell'artista Armando Xhomo intitolata Rosso Primordiale. leggi»

19/03/2024 - 02/04/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea‎

Gonzalo Borondo. Tempo Perso

Tempesta Gallery presenta "Tempo Perso", un progetto site specific di Gonzalo Borondo visitabile fino al 1 marzo 2024. leggi»

01/12/2023 - 01/03/2024

Lombardia

Milano

ingresso libero

Arte contemporanea‎

Nuria Maria. Tulle Tänne (Come here)

Fino al 30 marzo 2024 Cadogan Gallery a Milano presenta "Nuria Maria. Tule tänne (Come here)", una mostra che celebra l'amore, la casa e il paesaggio. leggi»

27/02/2024 - 30/03/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea‎

Marco Tamburro. Attraverso

Dal 1 marzo 2024 Galleria d’Arte Domestica di Milano presenta la mostra "Attraverso" di Marco Tamburro, a cura di Luca Cantore D’Amore. leggi»

01/03/2024 - 01/04/2024

Lombardia

Milano

Ingresso gratuito

Arte contemporanea‎

Mariella Bettineschi. All in One

Dal 28 febbraio al 24 marzo 2024, Triennale Milano presenta "All in One", personale di Mariella Bettineschi. leggi»

28/02/2024 - 24/03/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporanea‎

Manuela Bertoli. Augenmusik

Amy-d Arte Spazio Milano svela la Project Room con un solo show di Manuela Bertoli dal titolo -Augenmusik, - a cura di Susanna Vallebona. leggi»

06/03/2024 - 26/03/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea‎

Cosmologie

Dal 2 marzo al 27 aprile 2024, Spazio 21 di Lodi ospita la mostra "Cosmologie" a cura di Angela Madesani, una riflessione sul tema del cosmo operata da 15 artisti. leggi»

02/03/2024 - 27/03/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero previo tesseramento Euro 10

Arte contemporanea‎

Any Questions?

Dal 5 marzo al 10 maggio 2024, la galleria AreaB di Milano presenta la mostra "Any Questions?", una collettiva tutta al femminile curata da Isabella Tupone e Francesco Mancini. leggi»

05/03/2024 - 10/05/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporanea‎

Venus in Furs

Spazio Arte Contemporanea ospita la mostra del collettivo "Venus in Furs", dal 9 marzo al 6 aprile 2024 a Robecchetto con Induno (MI). leggi»

09/03/2024 - 06/04/2024

Lombardia

Milano

Ingresso gratuito