Arte contemporanea SculturaMostre a Firenze

Valdi Spagnulo. Tropici della scultura

  • Quando:   22/03/2024 - 22/04/2024
  • ultimi giorni
Valdi Spagnulo. Tropici della scultura
Valdi_Spagnulo, 2023, domus in aqua

Venerdì 22 marzo, presso Studio 28nero, inaugura la prima mostra monografica dedicata a Valdi Spagnulo in Firenze. Valdi Spagnulo. Tropici della scultura, accompagnata da un catalogo con testo di Giacomo Biagi, presenterà gli assemblaggi, i grandi telai distorti e le composizioni di linea in ferro e acciaio inox, di un artista dal consolidato background e che ha operato con costanza nel segno di un ripensamento pratico di cosa si possa intendere per scultura e al contempo per immagine.

Per una prima volta in una sede fiorentina, la mostra proporrà un confronto tra opere distintive dei primi anni 2000 e del decennio successivo, con la produzione recente, per cogliere i caratteri di continuità e discontinuità di una produzione, proposta qui entro una lettura ulteriore di quel modo, peculiare di Spagnulo, di applicarsi alla pratica scultorea.

Esemplari come Sfiorar la luna, 2005, o realizzazioni come La domus di Zeus, 2015 perimetrano con le loro strutture a terra o a parete una poetica la quale si qualifica per una distintiva compenetrazione tra la bidimensionalità del disegno e del piano pittorico, con la tridimensionalità e il volume dei codici viceversa tipici di scultura e architettura. Opere recenti come Domus in aqua, 2023, testimoniano della continuità della produzione dell'artista in linea alle precedenti stagioni, ma nella reinvenzione dei disegni d'insieme, dei meccanismi plastici e delle linee forza che scandiscono l'immagine.

La mostra sarà occasione per apprezzare anche il passaggio di Spagnulo alla sperimentazione di nuovi materiali e ulteriori formati: la stagione dei plexiglass, colorati e trattati, delle prove dei primi 2000 sarà confrontata a opere in cui sui telai distorti e le strutture metalliche, Spagnulo inserisce adesso frammenti di pasta vitrea e vetro soffiato, la cui natura materica carica di nuova sensibilità ciascuna realizzazione.

Suggestioni alle volte paesaggistiche alle volte zoomorfe, si combinano con una sintassi di contrasti materici cadenzata da retaggi volta volta rinegoziati: costruttivisti, surreali o dal primitivismo archetipo, e nondimeno inscrivibili entro i codici qui derogabili della scultura analitica, ovvero arricchiti di una lavorazione e di una sensibilità ereditata dalla stagione dell'informe.... leggi il resto dell'articolo»

Esordiente pittore negli anni Ottanta, intercettato e valorizzato da critici e storici dell'arte come Franco Solmi e Elena Pontiggia, Rossana Bossaglia e Luciano Caramel, è il il 2017 quando Matteo Galbiati e Kevin Mc Manus affermano come la scultura di Valdi si imponga quale "grafismo concreto nello spazio, dove segno, materia, architettura, pittura, scultura e disegno paiono fondersi nel gradiente primigenio che le accomuna", per Luca Pietro Nicoletti infine un dinamismo mistilineo, in cui all'assemblaggio si accompagna un'esigenza narrante restituita entro un "improvviso appunto visivo".

In questa occasione l'immagine-quadro pur sempre presente nell'opera di Spagnulo è presentata in tal senso come un "tropico", secondo una doppia accezione: da una parte quale tropico in grado di porre a critica e sintesi le consuete distinzioni mediali tra scultura, pittura e disegno; dall'altra come un segno "tropico" in cui all'insieme strutturale e portante, corrisponde pur sempre la possibilità di un'interpretazione non auto-referenziale, bensì immaginifica e intuitiva.

Note biografiche

Valdi Spagnulo nasce a Ceglie Messapica (Brindisi) nel 1961. Nel 1973 con la famiglia si trasferisce a Milano, aprendosi all'ambito europeo con viaggi in Francia, Germania, Svizzera e iniziando studi artistici dapprima al Liceo Artistico di Brera, poi alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, dove si laurea nel 1984. L'inizio degli anni Ottanta segna il suo esordio come pittore e l'avvio di una fitta attività espositiva: si segnalano le lunghe collaborazioni prima con la Galleria delle Ore di Giovanni Fumagalli, poi con Spaziotemporaneo di Patrizia Serra. Nel 2001 riceve il primo Premio per la Pittura dell'Accademia di San Luca a Roma, mentre sempre agli anni 2000 risalgono numerose mostre personali e collettive. Al 2023 datano invece la partecipazione dell'artista al Premio d'arte città di Treviglio, a cura di Sara Fontana, e Valdi Spagnulo – Fermar l'aria, curata da Luca Pietro Nicoletti presso Palazzo Sarcinelli a Conegliano Veneto.
Attualmente docente di Pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Firenze, vive e lavora principalmente a Milano.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Valdi Spagnulo. Tropici della scultura

Apertura: 22/03/2024

Conclusione: 22/04/2024

Organizzazione: Studio 28nero

Luogo: Firenze, Studio 28nero

Indirizzo: via Ghibellina 28r - 50122 Firenze

Inaugurazione: venerdì 22 marzo, ore 18:30

Orari: dal lunedì al venerdì, 15.00-18.00, e il sabato 10.00-18.00

Per info su orari e accessibilità: +39 3493805121; + 39 3356400054; at@28nero.it



Altre mostre a Firenze e provincia

Arte contemporanea

Pilar Vega. Indiviso

Chiasso Perduto presenta "Indiviso" di Pilar Vega. Inaugurazione Giovedì 18 Aprile alle 18:00 (ingresso libero), allestita fino al 21 di Aprile dalle 15 alle 19. leggi»

19/04/2024 - 21/04/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Monograff. Azulejos

Galleria d'arte La Fonderia presenta Azulejos, mostra personale di Tommaso Mannucci in arte Monograff, con inaugurazione sabato 13 aprile 2024 alle ore 18 a Firenze. leggi»

13/04/2024 - 07/05/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Stefania Puntaroli. Legami

Sabato 13 aprile 2024 presso il nuovo Museo Civico della Paglia Domenico Michelacci di Signa, a ovest della città Metropolitana di Firenze, si inaugura la personale Legami di Stefania Puntaroli. leggi»

13/04/2024 - 30/05/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Humanity

Si terrà a Firenze, dal 03 al 10 Maggio, presso il prestigioso Museo Bellini, la mostra d'arte "Humanity" curata dalla storica e critica d'arte Francesca Callipari. leggi»

10/05/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Anselm Kiefer. Angeli caduti

Dal 22 marzo al 21 luglio 2024 Palazzo Strozzi ospita una grande mostra dedicata a uno dei più grandi maestri dell'arte tra XX e XXI secolo, Anselm Kiefer. leggi»

22/03/2024 - 21/07/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

Sophie Dickens. Apocalisse

Sophie Dickens, scultrice britannica, è la protagonista della mostra che inaugura alla Crumb Gallery, a Firenze, giovedì 4 aprile 2024. leggi»

05/04/2024 - 25/05/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea

2024 #ARTFORSUSTAINABILITY Group Exhibition in Florence

Il prossimo 10 aprile la Galleria Art Art di Firenze ospita la mostra #ARTFORSUSTAINABILITY, a cura di Daniela Pronestì. leggi»

10/04/2024 - 24/04/2024

Toscana

Firenze

Arte moderna

Ritorni. Da Modigliani a Morandi

Ritorni. Da Modigliani a Morandi. Ci sarà tempo fino al 15 settembre per ammirare diciannove grandi capolavori del novecento italiano appartenuti a Alberto Della Ragione. leggi»

23/03/2024 - 15/09/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporanea Arte antica

L'Incanto di Orfeo

Si intitola "L'incanto di Orfeo" la grande mostra a Palazzo Medici Riccardi fino all'8 settembre 2024, con circa 60 opere d'arte dedicate a una delle più importanti e immortali figure del mito classico. leggi»

20/03/2024 - 08/09/2024

Toscana

Firenze