Arte contemporaneaMostre a Milano

Venus in Furs

  • Quando:   09/03/2024 - 06/04/2024
  • evento concluso
Venus in Furs
Caronte della serie Mediterraneo, Antonella Casazza, 2023-2024 tecnica mista acrilico, carta a mano, foglia oro, tela

Spazio Arte Contemporanea ospita la mostra del collettivo "Venus in Furs", dal 9 marzo al 6 aprile 2024 a Robecchetto con Induno (MI).

"Ventiquattro artiste da un'idea aggregativa del Comitato: Loredana Galante, Antonella Casazza e Marta Mez. Tre artiste che hanno immaginato una mostra al femminile e l'hanno realizzata.
Un catalogo analogico di artiste, una scommessa sinergica, che vuole indagare e restituire uno spettro di declinazioni concettuali ed estetiche di un'esperienza artistica attinente alle donne.
Il progetto espositivo include differenti medium e stili, linguaggi e poetiche.
La mostra comprende opere di pittura, scultura, fiber art, collage, video di performing art, fotografia.
Il Comitato, con questo invito, vuole restituire la complessità dell'universo femminile attraverso un progetto, in cui la voce narrante è la ricerca artistica ma la scelta delle artiste è dichiaratamente fatta tra le Amiche.
In un periodo di critica tout court qui c'è da scatenarsi, è tutto "molto peloso" iniziando
dall' immagine di copertina: una conchiglia aperta con ciuffi di pelo bruno che irretisce o crea disagio.
Il risultato è la costruzione di una mostra articolata e complessa, un dibattito d'idee, una geografia di paesaggi contemporanei eterogenei.
Et voilà lo sguardo delle ventiquattro Artiste, il nostro modo di registrare, indagare e restituire, ognuna con il proprio personale linguaggio.
Il titolo della mostra è stato scelto dalla curatrice Rebecca Delmenico che ha scritto il testo che accompagna la mostra Venus in Furs.
Questa è la domanda che il Comitato si pone e indirizza ai visitatori di questa mostra:
"In una mostra di sole donne ci sono degli elementi comuni dettati da un'inclinazione, da attributi sensibili, da una categoria con specifiche propensioni, attitudini, peculiarità biologiche? Se esistono, possono essere alla base di una creazione di valore, di una gradazione contributiva riconoscibile nella nostra società?"
Come si diventa ideatrici e curatrici di una mostra di 24 artiste che ci comprende? Una gita condivisa, un'idea, l'istantanea attivazione di tre amiche artiste, una pazienza infinita e tanto impegno.
Come si realizza? GRAZIE ad uno spazio: SAC - Spazio Arte Contemporanea che ci ospita ed una curatrice che ci sostiene da subito e ci scrive un testo, Rebecca Delmenico."
Lettera del Comitato -  Antonella Casazza, Loredana Galante, Marta Mez

Artiste in mostra
Loredana Galante | Debora Garritani | Giovanna Lacedra | Coquelicot Mafille | Florencia Martinez | Marta Mez | Elena Monzo | Saba Najafi | Silvia Beltrami | Marianna Bussola | | Anna Caruso | Antonella Casazza | Elisa Cella | Eleonora Chiesa | Cristina Costanzo |  Ilaria Del Monte | Rebecca Delmenico | Ieva Petersone | Alessandra Rovelli | Marta Sesana | Milena Sgambato | Tina Sgrò | Sanda Skujina | Vania Elettra | Tam Francesca | Vitali Boldini

Il romanzo Venus in Furs (1870) opera di Leopold von Sacher-Masoch, rimane celebre nella memoria collettiva: Severin, un uomo sobrio, racconta della propria devozione assoluta per Wanda, che lui identifica con Venere, dea dell'amore. Nella stanza di Severin campeggia un dipinto, per il quale dice di aver tratto ispirazione dalla Venere allo specchio di Tiziano, che raffigura una venere del nord che indossa solamente una pelliccia: essa è l'incarnazione della donna perfetta secondo le proprie fantasie. Ma la protagonista, proprio in virtù di quella forza che tanto sobillava l'animo di Severin, si ribella e si emancipa dall'ideale a cui è associata per spogliarsi di quella pelliccia che la imprigionava in un ruolo. Venus in Furs è in misura più profonda la definitiva affermazione del desiderio di esprimersi e dell'istinto creativo come forza generatrice.

La collettiva "Venus in Furs" riunisce un gruppo di artiste che hanno deciso di esprimere il loro estro e la loro creazione proiettata come pulsione di vita, quello che Freud chiamava Eros, dal nome della divinità greca dell'amore.
Ogni artista si apre a un dialogo che restituisce un grande affresco dove confluiscono, attraverso medium diversi, aree di ricerca che indagano il tessuto contemporaneo nelle trame dell'esistenza. Parliamo del tema della memoria e della percezione del tempo, dei ricordi, o dell'inconscio e dei suoi luoghi inesplorati, passando per il corpo femminile, sinuoso e fluttuante come un velo o scultoreo.... leggi il resto dell'articolo»

La donna e il suo essere nella società odierna è vagliata nel suo scardinarsi dal classico ruolo di angelo del focolare, e allora l'immagine femminile è dipinta mentre è rinchiusa in asfissianti ambientazioni domestiche permeate di infiorescenze, o è alle prese con comuni faccende. Si passa anche all'attualità più stringente, con tematiche sociali che toccano l'antispecismo o più direttamente legate al mondo femminile, delineando percorsi che per quanto dolorosi portano alla rinascita e al ritrovamento di sé. L'arte ha un valore sociale, di avvicinamento tra le persone, di unione, come un rito collettivo dove regna il principio greco della kalocagathia, dove ciò che è bello è anche buono.

La collettiva "Venus in Furs" è stata possibile grazie all'impegno di Loredana Galante, Marta Mez e Antonella Casazza, che hanno costituito un comitato che si è occupato di coordinare e realizzare il progetto.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Venus in Furs

Apertura: 09/03/2024

Conclusione: 06/04/2024

Organizzazione: Loredana Galante, Marta Mez e Antonella Casazza

Luogo: Robecchetto con Induno, SAC Spazio Arte Contemporanea

Indirizzo: Via Umberto I 108, ingresso da via Carducci 2 - 20020 Robecchetto con Induno (MI)

Inaugurazione: sabato 9 marzo 2024 ore 17.00

Orario: mercoledì-domenica 14.30 - 19.30

Per info: +39 0331 122 7674 | info@spazioartecontemporanea.com

Sito web per approfondire: https://spazioartecontemporanea.com/



Altre mostre a Milano e provincia

Fotografia

Robin Lopvet. Living Certosa

Dal 16 aprile a fine giugno 2024 arrivano al Milano Certosa District i grandi collage fotografici open air dell'artista Robin Lopvet, con la mostra diffusa "Living Certosa" a cura del collettivo Kublaiklan. leggi»

16/04/2024 - 30/06/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea

Haris Epaminonda vol. XXXI: Futurism Drama

Dal 10 aprile al 12 maggio 2024 presso il Museo del Novecento di Milano inaugura "VOL. XXXI: Futurism Drama", intervento site-specific dell'artista cipriota Haris Epaminonda. leggi»

10/04/2024 - 12/05/2024

Lombardia

Milano

Mostre tematiche

Navillains and Friends | Pop Up Exhibition

Dal 20 al 21 aprile, Navillains Studio (Alzaia Naviglio Pavese 14) Navillains&Friends | Pop Up Exhibition è una mostra/open studio organizzata dal collettivo artistico Navillains. leggi»

20/04/2024 - 21/04/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea

Italia 70. I nuovi mostri

70 artisti invadono le strade di Milano con "Italia 70. I nuovi mostri", il progetto di Fondazione Nicola Trussardi in concomitanza con miart, l'Art Week e la Design Week. leggi»

08/04/2024 - 22/04/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea Design

Io sono un drago. La vera storia di Alessandro Mendini

Triennale Milano e Fondation Cartier pour l'art contemporain presentano, nell'ambito del loro partenariato culturale, un doppio omaggio ad Alessandro Mendini. leggi»

13/04/2024 - 13/10/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea Architettura

Chiara Camoni. Chiamare a raduno

Chiara Camoni presenta "Chiamare a raduno. Sorelle. Falene e fiammelle. Ossa di leonesse, pietre e serpentesse.", la sua architettura di collettività e raccoglimento da Hangar Bicocca, dal 15 febbraio. leggi»

15/02/2024 - 21/07/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporanea

Nari Ward. Ground Break

Fino al 28 luglio 2024 Pirelli HangarBicocca a Milano dedica a Nari Ward una retrospettiva che raccoglie per la prima volta una selezione di opere basate sull'idea di tempo, performatività e collaborazione. leggi»

28/05/2024 - 28/07/2024

Lombardia

Milano

Ingresso gratuito, prenotazione consigliata

Arte contemporanea Scultura

“Pino Pascali”, Fondazione Prada

Fondazione Prada presenta un'ampia retrospettiva dedicata all'artista italiano Pino Pascali (1935-1968) a cura di Mark Godfrey. leggi»

28/03/2024 - 23/09/2024

Lombardia

Milano