Vincenzo Cabiati. Filosofo di Cipria / Marina Gasparini. Nuke Mars

  • Quando:   14/10/2023 - 12/11/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaArte della CeramicaMostre a ModenaModena


Vincenzo Cabiati. Filosofo di Cipria / Marina Gasparini. Nuke Mars

Da sabato 14 ottobre 2023 la Galleria Mazzoli di Modena è lieta di presentare le mostre Filosofo di cipria. Rosa dietro di Vincenzo Cabiati e Nuke Mars di Marina Gasparini.

La mostra di Vincenzo Cabiati prende il titolo dalle due serie di opere ceramiche esposte in galleria. Filosofo di Cipria è composta da circa trenta opere in porcellana, realizzate nel periodo 2020-2022, in cui emerge un'iconografia che deriva e si ispira all'arte e al cinema: da Jean-Baptiste-Siméon Chardin, François Boucher, Eugène Delacroix e Giambattista Tiepolo a Peter Fischli e David Weiss, a Marie Antoinette di Sofia Coppola e Barry Lyndon di Stanley Kubrick. Il titolo della serie fa riferimento al pulviscolo creato durante la produzione della porcellana, trasformato nella mente dell'autore in una nuvola di cipria profumata che avvolge figure settecentesche. La serie Rosa dietro comprende quattordici piatti in terracotta invetriata, realizzati su forme originali del Seicento e smaltati sul retro di colore rosa. Questa caratteristica, da cui la serie prende il nome, infonde alle opere un'aura di sogno e leggerezza. All'interno della cornice barocca dei piatti, prendono vita scene e soggetti che si ispirano ai temi e all'arte del Barocco e del Romanticismo: da San Giorgio e il drago di Eugène Delacroix a Rubens e Antoon van Dyck. Le scene raffigurate non sono citazioni ma evocazioni, 'appropriazioni' attraverso cui Cabiati dà vita a personali interpretazioni e narrazioni in forma scultorea.
Irene Biolchini nel testo del catalogo specifica che "I due cicli presentati [...] sono la fusione delle sue case e delle sue storie, senza però che questo degeneri mai in biografismo. Come l'ispirazione non degenera in citazione, allo stesso modo la vita non si riduce al biografico o all'evento".

L'installazione di Marina Gasparini, Nuke Mars, composta da trentuno vasi-scultura policromi, è l'evoluzione di un suo precedente progetto intitolato Schiaparelli costituito da un gruppo di vasi in ceramica rivestiti di filo, le cui forme riproponevano un villaggio marziano apparso durante uno stato di trance alla medium Hélène Smith, celebre per la sua capacità di parlare e scrivere in linguaggi a lei sconosciuti. Il gruppo di ceramiche presentate in mostra è ispirato dal saggio Dalle Indie al pianeta Marte dello psichiatra Théodore Flournoy dedicato alla figura della medium e da altri testi riguardanti l'artista-sensitiva. Il progetto nasce durante un periodo di residenza artistica in un villaggio del Rajasthan affacciato su un deserto roccioso dalle sembianze marziane, caratterizzato dall'assenza di corsi d'acqua, e la cui unica attività artigianale è la ceramica. Il titolo dell'opera Nuke Mars, fa invece riferimento alle dichiarazioni di Elon Musk sulla volontà di bombardare con armi nucleari Marte con lo scopo di "nuclearizzare" il pianeta rosso per creare un'atmosfera simile a quella terrestre, realizzando finalmente il sogno di una sua colonizzazione da parte del genere umano.
In questo progetto per la Galleria Mazzoli, Marina Gasparini fa convergere nelle sue opere le attività primarie sia tessili che ceramiche che caratterizzano il sorgere di tutte le culture a tutte le latitudini, fino a formulare una pragmatica utopia di pseudo-architettura modulare.

L'esposizione è accompagnata dalla pubblicazione di due cataloghi: Vincenzo Cabiati - Filosofo di cipria. Rosa dietro con testo critico di Irene Biolchini, contributi di Stefano Graziani e Amedeo Martegani e fotografie di Stefano Graziani e Marina Gasparini Nuke Mars con testo di Roberto Terrosi.

Cenni biografici

Vincenzo Cabiati è nato a Vado Ligure (SV).
Si è formato nello studio del padre Achille, pittore che dagli anni Quaranta ha aderito al realismo e alla fine degli anni Ottanta si è trasferito dalla Liguria a Milano.
Nelle sue opere attinge a un variegato repertorio iconografico fatto di arte, cinema e architettura, da cui preleva frammenti significativi, astraendoli dal contesto originario e attribuendo loro un rinnovato valore poetico e affettivo. Utilizza una grande varietà di linguaggi: pittura, acquerello, disegno, scultura, fotografia, installazione, video. Negli ultimi anni la ceramica policroma rappresenta il mezzo privilegiato dell'artista. La sua ossessione per la sequenza e l'inquadratura fanno del cinema un'inesauribile fonte di immagini per le sue opere.
Ha esposto presso Villa delle Rose a Bologna, Museo della Ceramica di Savona, MASI e Museo Cantonale d'Arte di Lugano, Assab One, Studio Marconi, Galleria Massimo De Carlo di Milano, Galleria Mazzoli di Modena, Galleria Continua di San Gimignano, Museo Internazionale Design Ceramico, Laveno Mombello (VA), Certosa di San Lorenzo, Padula (SA), Accademia di Belle Arti di Brera, Milano, FRAC Corsica e FRAC Montpellier, Francia.
Vive e lavora a Milano.... leggi il resto dell'articolo»

Marina Gasparini è nata a Gabicce Mare (PU).
Ha studiato all'Accademia di Belle Arti di Ravenna. L'uso dell'emblema visivo e l'utilizzo delle fibre tessili e della gestualità nel processo di realizzazione dell'opera, sono gli elementi fondativi della sua ricerca, sempre soggetta a continue riformulazioni in relazione alla progettualità prevalentemente site-specific. La sua pratica artistica si sviluppa partendo dalla rielaborazione di soggetti iconografici provenienti da epoche e culture diverse e da interessi culturali che attingono ad ambiti esoterici, botanici, letterari, scientifici ed etnografici in dialogo con lo spazio architettonico o geografico.
Ha partecipato a programmi di residenza artistica in Germania, Belgio, Rajasthan, Giappone, Stati Uniti, Finlandia. Nell'estate 2023 ha sviluppato un progetto di ricerca sull'impatto del colonialismo nelle collezioni etnografiche presso il Linden Museum di Stuttgart durante una residenza artistica nell'ambito del Progetto europeo Taking Care, Ethnographic and World Cultures Museums as Spaces of Care. Nel 2022 è stata vincitrice del premio "Sustainibility and Ars" organizzato e promosso da Laguna Prize con l'Università Ca' Foscari di Venezia e NaturaSi.
Vive e lavora a Bologna, dove è docente all'Accademia di Belle Arti.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Vincenzo Cabiati. Filosofo di Cipria / Marina Gasparini. Nuke Mars

Modena - Galleria Mazzoli

Apertura: 14/10/2023

Conclusione: 12/11/2023

Organizzazione: Galleria Mazzoli

Indirizzo: Via Nazario Sauro 62 - 41121 Modena

Inaugurazione: sabato 14 ottobre 2023, ore 18.00

Per info: Tel. +39 059 243455 | info@galleriamazzoli.it 

Orari: dal lunedì al sabato 9.00-13.00/16.00-19.30 | chiuso domenica e festivi



Altre mostre a Modena e provincia

Arte contemporaneamostre Modena

Stefano Dania. Introspezioni Visive. Un viaggio in solitaria dalla realtà alla tela

Le tele di Stefano Dania nell'estate di CRAC, a partire dall'inaugurazione di domenica 9 giugno alle 11.30 e fino al 4 agosto. leggi»

09/06/2024 - 04/08/2024

Emilia Romagna

Modena

Arte contemporaneamostre Modena

Pier Paolo Calzolari. La terre est bleue comme une orange

Pier Paolo Calzolari. La terre est bleue comme une orange è la terza mostra dell'artista presso Galleria Mazzoli dopo le esposizioni del 1979 e del 1981. leggi»

22/06/2024 - 01/08/2024

Emilia Romagna

Modena

Fotografiamostre Modena

Marina Caneve. A terra tra gli animali

Dal 7 giugno al 6 ottobre 2024 FMAV di Modena ospita la mostra "A terra tra gli animali", Marina Caneve esplora le ambiguità insite nel ruolo di dominio che l’uomo esercita sulla natura. leggi»

07/06/2024 - 06/10/2024

Emilia Romagna

Modena

Ingresso libero

Fotografiamostre Modena

Facce da Biennale

Dal 7 giugno al 15 settembre 2024 FMAV presenta la mostra fotografica "Facce da Biennale", immagini che raccontano i visitatori alla manifestazione compresi numerosi artisti. leggi»

07/06/2024 - 15/09/2024

Emilia Romagna

Modena

Ingresso gratuito

Illustrazionemostre Modena

Zitt! Zitt! Arriva Lupo Alberto

"Zitt! Zitt! Arriva Lupo Alberto. Silver, 50 anni da lupo", fino al 25 agosto 2024 a Modena una mostra per scoprire tutto, ma proprio tutto, sul lupo azzurro più adorabile e simpatico che esista. leggi»

08/03/2024 - 25/08/2024

Emilia Romagna

Modena

Arte contemporaneamostre Modena

CRAC. VII stagione

A Castelnuovo Rangone al via la settima stagione di CRAC, nuova edizione della rassegna dedicata all'arte contemporanea
con sei mostre in programma dal 4 febbraio 2024 al 26 gennaio 2026. leggi»

04/02/2024 - 26/01/2025

Emilia Romagna

Modena

fruizione libera e gratuita