Emanuele Giannelli. HUMANOID

  • Quando:   06/04/2024 - 19/05/2024
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a Parma


Emanuele Giannelli. HUMANOID

Guarda e scopri la mostra

Iscriviti al nostro canale per non perdere i nuovi contenuti!

HOMO DEUS è la parola chiave dell'ottava edizione di PARMA 360 Festival della creatività contemporanea curato da Chiara Canali e Camilla Mineo e in programma a Parma dal 6 aprile al 19 maggio 2024. Yuval Noah Harari, uno dei più grandi intellettuali, filosofi e divulgatori contemporanei, nel suo saggio "HOMO DEUS. Breve storia del futuro" ha preannunciato alcune delle sfide che daranno forma all'umanità XXI secolo, dalla robotica alla biotecnologia, dall'ingegneria genetica all'Intelligenza Artificiale.

In questo contesto si inserisce la scelta di Camilla Mineo che, in qualità di curatrice, ha invitato lo scultore Emanuele Giannelli ad esporre in una sua personale a Parma nell'ambito del Festival.

Emanuele Giannelli con HUMANOID porta a Parma quaranta sculture monumentali, figure emblematiche della sua poetica d'artista e Totem Tooth, un'opera inedita che invita alla riflessione sulla necessità dell'uomo di ridimensionare il proprio ruolo, sia nei confronti dell'universo che lo ospita sia nei confronti della società di cui fa parte, situata all'ingresso della Chiesa di San Ludovico.

A Parma arriva anche Mr. Arbitrium, l'opera più conosciuta di Giannelli, grazie all'accoglienza della comunità francescana e all'Università di Parma. Il gigante che "spinge e sostiene" è da poco rientrato dall'Ucraina, dove è stato esposto a fianco del Teatro Nazionale dell'Opera di Leopoli (Lviv). Mr. Arbitrium, fino al 31 maggio, sarà posizionato di fronte alla facciata del Santuario di San Francesco del Prato, la chiesa medievale costruita a seguito dell'insediamento dei frati francescani giunti a Parma nel XIII secolo, e riaperta da due anni e mezzo dopo oltre due secoli di chiusura.

L'opera di Giannelli per la prima volta si confronta con un luogo francescano e si misura con la vocazione di Francesco d'Assisi che a San Damiano si sente chiamato: "Va' e ripara la mia casa, che è tutta in rovina". L'Opera si rapporta simbolicamente anche con l'arte di Giotto: in particolare con la scena in cui Papa Innocenzo III vede in sogno il povero frate che sorregge la Basilica del Laterano, sede del soglio pontificio, che vacilla e rischia di crollare, uno dei brani pittorici maggiormente simbolici delle Storie di San Francesco della Basilica superiore di Assisi attribuiti a Giotto. Mr. Arbitrium tocca, tra l'altro, la peculiare storia di questa chiesa parmigiana che, dopo quasi due secoli di uso carcerario, negli ultimi decenni è rimasta sospesa tra abbandono e desideri di recupero. Così, molti cittadini e istituzioni, che hanno seguito il recente recupero di San Francesco del Prato possono forse ritrovare le proprie posizioni nell'atteggiamento fisico che questo "gigante" esprime.... leggi il resto dell'articolo»

Con Mr. Arbitrium intento a sostenere san Francesco del Prato si vuole aprire il dibattito sull'arbitrio, che è messaggio intrinseco dell'opera: sorreggere o spingere le tradizioni, il passato, la religione? Lo scultore, attraverso l'opera, si chiede come vivere questo momento storico, segnato da grandi cambiamenti e da ritmi serrati e alienanti. Non è forse necessario prendere posizioni personali? Scegliere, arbitrariamente e responsabilmente, se sostenere e difendere la storia millenaria e la cultura dell'Occidente, oppure spingere al cambiamento o spostare altrove ciò che riceviamo dal nostro passato? Nell'epoca della fretta e della superficialità è quanto mai importante riflettere sui valori fondanti della nostra società e civiltà.

Un'altra scultura fortemente emblematica del lavoro di Emanuele Giannelli è Totem Tooth: un'opera inedita di oltre tre metri raffigurante un enorme molare con in cima una piccola figura di uomo, dove Giannelli ribalta decisamente le dimensioni. L'uomo, prepotente e preponderante, ha occupato troppo spazio nel pianeta terra e se ne è reso, arbitrariamente e unilateralmente, proprietario e legislatore assoluto e totalitario. Il molare, scelto da Giannelli come forma per evidenziare questo gioco del ribaltamento delle dimensioni, ha sia un valore scultoreo, è un elemento che nell'idea dell'artista richiama una forma primordiale, sia un valore simbolico, nei ritrovamenti preistorici sono le ossa e i denti a dare le dimensioni e le caratteristiche verosimili di ominidi e animali. Alla riflessione sulle dimensioni reali, di quanto siamo nell'universo, è l'invito di Giannelli con Totem Tooth.

Come racconta Camilla Mineo, curatrice della mostra, Emanuele Giannelli è uno dei più celebri scultori contemporanei, e come protagonista della mostra Humanoid si inserisce a pieno titolo nel tema HOMO DEUS che PARMA 360 Festival della creatività contemporanea promuove per l'edizione 2024.

Sono quaranta le opere scelte per essere allestite nella Chiesa sconsacrata di San Ludovico che completano il percorso espositivo che parte, idealmente, da Mr. Arbitrium posta sulla facciata della Chiesa di San Francesco del Prato, gioiello gotico della Città di Parma, riaperta dopo 200 anni di storia travagliata e situata a pochi passi dal Duomo e Battistero.

Al centro del lavoro dello scultore c'è l'Uomo, indagato nel suo essere contemporaneamente primitivo e futuristico, umano e non umano, in bilico fra uno stato primigenio (l'ironica Monkey Tribù) e un futuro incerto e globalizzato. In mostra è esposta una selezione di opere degli ultimi anni, realizzate prevalentemente in resina e ceramica: gruppi scultorei composti da singole figure o da gruppi di umani che dialogano strettamente fra loro, creando un universo dall'estetica futuristica impregnata di atmosfere filmiche e letterarie. Nei lavori di Giannelli i corpi sono modellati come fossero entità ibride, dotate di protesi tecnologiche: occhiali da saldatore, binocoli e visori (Korf) proiettano l'Uomo in un mondo virtuale che lo allontana dalla realtà, un universo in cui il progresso tecnologico, l'intelligenza artificiale, le nuove tecnologie hanno rivoluzionato e messo in crisi i più fondanti concetti identitari.

Giannelli sembra proiettarci in scenari apocalittici e fantascientifici raccontandoci di un'umanità alienata e omologata, dotata di numeri seriali sul petto: eserciti ieratici e silenziosi, come nell'opera Mr. Kiribati, o come invece nei Sospesi, sculture in cui l'artista rappresenta lo sforzo fisico del corpo umano che cerca di opporsi alla forza di gravità, figure fluttuanti in una dimensione sospesa, alla ricerca di un equilibrio.

Le opere di Giannelli sorprendono e incuriosiscono e ci spingono a una riflessione profonda sul momento storico che stiamo vivendo, sul rapporto dell'uomo con la tecnologia, sull'incapacità che abbiamo di comunicare fra di noi in un mondo ultra-connesso (Stati di allerta) e sul ruolo che l'essere umano avrà nel futuro del mondo, sulle scelte che compirà per sé stesso e, soprattutto, per il pianeta che lo ospita.

Nello stesso periodo, la Galleria Art&Co. di Simone Viola a Parma, ospita una serie di sculture di Emanuele Giannelli di piccole dimensioni. In bronzo, a ceramica Raku e in resina si potranno vedere tutte le figure, da Korf a Mr. Arbitrium, da Lady F a Self Portrait in formato collezionistico. Completa la mostra in Galleria – dal 6 aprile al 5 maggio – una serie inedita di gioielli d'artista in argento realizzati da Emanuele e Vito Giannelli, il figlio dell'artista che ha declinato in una visione del tutto nuovo le sculture del padre.

L'installazione di Mr. Arbitrium alla Chiesa di San Francesco del Prato è stata possibile grazie alla collaborazione di Parma Palatina, Associazione culturale che sostiene e incoraggia la cultura sul territorio. Si ringrazia per il contributo e supporto per l'installazione gli associati CUBO Parma, Bequadro Restaurant & Sound, Gioielleria Carboni, AZETA, FARMA Ascensori, Assiparma srl che partecipano attivamente all'iniziativa e per tutta la durata del Festival ospiteranno nei loro spazi aperti al pubblico, un'edizione speciale in bronzo di Mr. Arbitrium, in segno di continuità con l'opera monumentale in Piazzale San Francesco.

Con questa mostra la città di Parma è ulteriormente protagonista: Totem Tooth, l'inedita scultura esposta in città per la prima volta, è stata realizzata in città da Termoblok di Christian Rognoni, una realtà sempre più presente nel mondo dell'arte come fucina di produzione per le sculture d'arte contemporanea che utilizzano nuovi materiali scultorei.

Info festival:
Parma 360 Festival della creatività contemporanea (VIII Edizione) HOMO DEUS

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Emanuele Giannelli. HUMANOID

Parma - Chiesa di San Ludovico

Apertura: 06/04/2024

Conclusione: 19/05/2024

Curatore: Camilla Mineo

Indirizzo: Borgo del Parmigianino, 2 - 43121 Parma

Sito web per approfondire: https://parma360festival.it/



Altre mostre a Parma e provincia

Mostre tematichemostre Parma

Musca Depicta. C’è una mosca sul quadro

Il Labirinto della Masone ospita per la primavera 2024 la nuova mostra "Musca Depicta. C'è una mosca sul quadro", esposizione che insegue le apparizioni della mosca nelle arti visive. leggi»

06/04/2024 - 30/06/2024

Emilia Romagna

Parma

Mostra documentalemostre Parma

L'ALTRA RESISTENZA. Una mostra sugli internati militari italiani

L'ALTRA RESISTENZA. Una mostra sugli internati militari italiani all'APE Parma Museo dal 20 aprile al 15 giugno 2024. leggi»

20/04/2024 - 15/06/2024

Emilia Romagna

Parma

Mostre multimedialimostre Parma

Van Gogh Multimedia e la stanza segreta

Dal 27 gennaio al 23 giugno 2024 a Parma, si svolge la mostra Van Gogh Multimedia e la stanza segreta presso Palazzo Dalla Rosa Prati. leggi»

27/01/2024 - 23/06/2024

Emilia Romagna

Parma

Arte contemporaneamostre Parma

Contemporanea. Capolavori dalle collezioni di Parma

Palazzo del Governatore ospita "Contemporanea. Capolavori dalle collezioni di Parma", 115 opere 30 collezionisti 93 artisti, dal 20 aprile al 21 luglio 2024. leggi»

20/04/2024 - 21/07/2024

Emilia Romagna

Parma

Designmostre Parma

Bruno Munari. Tutto

Dal 16 marzo al 30 giugno 2024 alla Fondazione Magnani-Rocca si tiene la più grande mostra italiana su una delle più iconiche figure del design e della comunicazione visiva del XX secolo – Bruno Munari. leggi»

16/03/2024 - 30/06/2024

Emilia Romagna

Parma