Musei

Domenica 21 gennaio scegli di visitare un Museo, con Musei in Festa e non solo

Nella domenica del primo appuntamento dell'anno della speciale iniziativa per i Musei Civici della Città Metropolitana di Venezia, ecco altre idee per visitare mostre imperdibili anche in altre città italiane.

Tutti i residenti dei 44 comuni della Città Metropolitana di Venezia e di Mogliano Veneto, domenica 21 gennaio, potranno approfittare della speciale iniziativa promossa da Fondazione Musei Civici di Venezia e dal Comune, chiamata "Musei in festa", per godere dell'ingresso gratuito in splendidi musei: da Palazzo Ducale al Museo Correr, da Ca' Pesaro al Museo di Palazzo Mocenigo, dal Museo del Vetro di Murano al Museo del Merletto di Burano, dalla Casa di Carlo Goldoni al Museo di Storia Naturale e poi il Museo di Palazzo Fortuny e poi Ca' Rezzonico, il Museo del Settecento Veneziano restaurato e riaperto al pubblico lo scorso anno. Tulle le info qui.

E per chi non è residente nell'area veneziana, ecco altre idee di grandi mostre allestite in Musei permanenti in altre zone d'Italia, per passare una splendida domenica all'insegna dell'arte insieme alla famiglia, agli amici o, perché no, anche da soli!

Ron Mueck alla Triennale Milano

Artista australiano, protagonista della sua prima personale in Italia, Ron Mueck espone negli spazi di Triennale Milano una selezione di opere mai esposte prima in Italia. Il percorso espositivo si compone di sei sculture e comprende la monumentale installazione Mass (2017, proveniente dalla National Gallery of Victoria, Melbourne), esposta per la prima volta fuori dall'Australia in occasione di questo progetto. 

Ron Mueck in Triennale Milano

Ron Mueck, Mass, 2017, National Gallery of Victoria, Melbourne, Felton Bequest, 2018, © Michel Slomka / MYOP / Lumento

In questo periodo, fino all'11 febbraio, la Triennale presenta anche la mostra Gabriele Basilico. Le mie città, ampia mostra che si articola in due sedi espositive – Palazzo Reale e Triennale Milano – e rappresenta il primo grande omaggio che la città in cui Basilico è nato e ha vissuto rivolge al fotografo e a quel suo sguardo cosmopolita, capace di ascoltare il cuore di tutte le città. L'esposizione propone complessivamente oltre 500 opere, partendo dall'attraversamento della città di Milano in Triennale per guardare e arrivare al Mondo a Palazzo Reale. E se ami la fotografia d'autore, non mancare di leggere anche Fotografia al femminile: le mostre da non perdere in Italia. Alcune delle mostre segnalate sono ancora in corso e assolutamente da non perdere!

... leggi il resto dell'articolo»

Michelangelo Pistoletto al Castello di Rivoli

Ci spostiamo in Piemonte, nell'area di Torino per ricordare la mostra dedicata ad uno dei più grandi artisti contemporanei viventi: Michelangelo Pistoletto. Molti di uno. Allestito negli spazi della Manica Lunga, fino al 25 febbraio 2024, il progetto espositivo reinventa l'architettura ortogonale della Manica Lunga trasformandola in uno stupefacente groviglio armonioso, un dispositivo urbano irregolare e libero attraverso il quale raccogliere e rileggere tutta la sua arte in un gigantesco autoritratto che funziona come la mappa di una Città ideale dell'avvenire. L'esposizione si snoda tra 29 Uffizi, tra loro comunicanti e interconnessi attraverso una serie di porte, recanti sull'architrave l'indicazione dell'attività specifica. La forma delle porte riprende il Segno Arte concepito dall'artista nel 1976.

Michelangelo Pistoletto al Castello di Rivoli

Michelangelo Pistoletto. QR-Code possession - Autoritratto, 2019-2023. Foto Damiano Andreotti. Courtesy Cittadellarte e Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, Rivoli-Torino

Pistoletto è tra gli artisti che hanno ridefinito il concetto di arte a partire dalla metà degli anni sessanta del secolo scorso attraverso l'Arte povera. Celebre per i suoi quadri specchianti - i primi risalgono al 1962 - nei quali chi guarda e il mondo entrano nell'opera.

In occasione della mostra, gli spazi della Biblioteca e del CRRI Centro di Ricerca del Castello di Rivoli ospitano una speciale sala di lettura dedicata a Michelangelo Pistoletto. La sala raccoglie un'ampia selezione di oltre 170 pubblicazioni, libri e cataloghi monografici che ripercorrono la produzione dell'artista dagli esordi al presente.

Per tutte le info sulla fruizione della mostra leggi qui.

Firenze, Museo Novecento e Anish Kapoor a Palazzo Strozzi

Parlando di grandi artisti internazionali contemporanei, non possiamo non tornare a ricordare la mostra Anish Kapoor. Untrue Unreal, che può essere visitata a Palazzo Strozzi a Firenze ancora per sole due settimane. Per i residenti nella zona di Firenze che non l'avessero già fatto, un'occasione da non perdere per conoscere da vicino un'artista tra i più influenti dell'intero panorama artistico internazionale contemporaneo.

Anish Kapoor a Firenze

Anish Kapoor, Svayambhu, 2007 Photo: Dave Morgan. © Anish Kapoor. All rights reserved SIAE, 2023

In alternativa, ultimo giorno di apertura, proprio domenica 21 gennaio, per la mostra Viaggio di Luce. Claudio Parmiggiani / Abel Herrero, che accomuna per la prima volta le opere di Claudio Parmiggiani e Abel Herrero nello spazio nella Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi. La mostra presenta le barche di Parmiggiani dipinte con pigmenti puri, in dialogo con le grandi tele monocrome di altrettanta purezza cromatica firmate da Abel Herrero. Progetto promosso da Museo Novecento, che rappresenta un'altra alternativa di visita per la prossima domenica, con le sue diverse esposizioni in corso: scoprile qui.

MAXXI e altre mostre a Roma

Dopo Gabriele Basilico alla Triennale, ancora un grande fotografo contemporaneo italiano protagonista di mostre museali, questa volta al MAXXI di Roma. Ci riferiamo alla mostra Mimmo Jodice. Mediterraneo, che presenta scatti appartenenti a progetti dedicati alla cultura mediterranea e all'archeologia, che iniziano con una prima esplorazione dell'area a lui più vicina (Paestum, Neapolis, Pompei, Cuma, Baia) per poi estendersi al Mare Nostrum – dalla Grecia alla Tunisia, dalla Giordania alla Libia – fino ai musei di tutto il mondo.

Mimmo Iodice al Maxxi

Mimmo Jodice, Atleta della Villa dei Papiri, 1986 © Mimmo Jodice

Oltre alla mostra dedicata a Mimmo Jodice, visitando il Maxxi è possibile esplorare altre proposte interessanti, da quella dedicata a Jacovitti, alla mostra che vede protagonista il grande designer e architetto Alvar Aalto, nei progetti realizzati insieme alle sue due mogli, Aino Marsio e Elissa Mäkiniemi, continuando con Jannis Kounellis. Notte, dedicata al carattere profondamente connesso al teatro e alle azioni performative che attraversa tutta la ricerca di Jannis Kounellis.

Leggi qui per conoscere i dettagli delle mostre in corso in questo periodo al Maxxi di Roma. E per spaziare anche su altri temi, non solo artistici, leggi anche Roma: non solo arte tra le mostre da non perdere.

Gallerie d'Italia a Napoli, tra classico e contemporaneo

Ci spostiamo nella bellissima Napoli per ricordare due mostre allestite in questo periodo nella sede napoletana delle Gallerie di Intesa Sanpaolo. La prima è dedicata al pittore viennese Joseph Rebell e all'atmosfera culturale vivace e vibrante della città di Napoli negli anni dal 1808 al 1815: Napoli al tempo di Napoleone. Rebell e la luce del Golfo. In mostra ben 73 opere provenienti da importanti istituzioni culturali nazionali e internazionali, come il Belvedere di Vienna, l'Accademia di Belle Arti di Vienna, la Biblioteca Nazionale Austriaca, il Castello di Fontainebleau e Versailles. oltre che dalla collezione Intesa Sanpaolo. Il Decennio Francese fu un periodo molto fiorente per la pittura di paesaggio, in particolare durante il regno di Gioacchino Murat e Carolina Bonaparte, i quali chiamarono alla loro corte maestri francesi del genere, come Simon Denis, Alexadre Dunouy, Auguste de Forbin, e riservarono una protezione particolare al viennese Joseph Rebell, che, accanto ad altri innovatori del vedutismo di quegli anni, è il grande protagonista della mostra.

Gli amanti dell'arte contemporanea invece, non possono perdersi l'esposizione Vitalità del Tempo, un rinnovato percorso espositivo dedicato alle opere del Novecento delle collezioni del Gruppo, a cura di Luca Massimo Barbero

Vitalità del tempo - allestimento

Vitalità del tempo, Gallerie d'Italia - Napoli

Il nuovo allestimento propone una selezione di 44 opere databili dal dopoguerra fino al contemporaneo, con artisti esposti che varieranno nel tempo, fino al 21 giugno 2024. Dagli anni Cinquanta e l'Informale, passando all'immaginario Pop italiano, fino all'Arte Povera e contemporanea. In esposizione non solo capolavori, ma anche opere meno conosciute, emblematiche della ricerca artistica di Lucio Fontana, Piero Manzoni, Alberto Burri, Bice Lazzari, Titina Maselli, Carol Rama, Alighiero Boetti, Tancredi Parmeggiani, Domenico Gnoli, Sol LeWitt, Jannis Kounellis, Robert Rymane.

Oltre alle città e le sedi museali qui ricordate, non dimenticare che puoi cercare la mostra o l'evento che fa per te tra le quasi 500 proposte pubblicate, tra mostre ed eventi, in corso o in programmazione! Cerca il tuo comune nella sezione "L'Arte intorno a te" del menu, e scopri tutti gli appuntamenti nei dintorni, facilmente raggiungibili in giornata.


La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it