Haris Epaminonda vol. XXXI: Futurism Drama

  • Quando:   10/04/2024 - 12/05/2024
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a Milano


Haris Epaminonda vol. XXXI: Futurism Drama

La Fondazione Henraux e il Museo del Novecento di Milano annunciano l'inaugurazione di VOL. XXXI: Futurism Drama, intervento site-specific dell'artista cipriota Haris Epaminonda (Nicosia, 1980) vincitrice della prima edizione di Fondazione Henraux Sculpture Commission, premio assegnato annualmente in occasione di miart, fiera internazionale d'arte moderna e contemporanea di Milano. Il progetto realizzato appositamente per la Galleria del Futurismo è visitabile dal 10 aprile al 12 maggio 2024.

L'esposizione, a cura di Edoardo Bonaspetti e promossa dalla Fondazione Henraux in collaborazione con il Museo del Novecento, è un racconto di visioni, pensieri e temporalità. L'incipit è l'incontro di Epaminonda con le espressioni artistiche del Futurismo e la ricerca scultorea di Medardo Rosso, figura di riferimento dell'avanguardia e citata nel primo Manifesto dei pittori futuristi del 1910. La scultura di Rosso esercita una profonda influenza su Umberto Boccioni per le forti compenetrazioni tra arte e vita, e anticipatrice di quella "scultura d'ambiente" cara al movimento, contraddistinta da intrecci di piani, effetti di luce e permeabilità plastiche con lo spazio circostante.

Tuttavia, in opposizione all'individualismo, alla bellezza della lotta e all'esaltazione del progresso promossi dal Futurismo, Rosso sceglie personaggi umili, percependone le fragilità e le sofferenze, spesso rappresentati attraverso una ricerca della transitorietà del tempo. Ne è espressione in mostra l'Enfant malade (Bambino malato), un bronzo realizzato tra il 1893 ed il 1895, dove la vulnerabilitàdell'esistenza si contrappone alla meccanica moderna e ai prodigi della tecnologia. L'artista non cela le imperfezioni della fusione e la figura emerge delicata dalla materia, seguendo punti di vista privilegiati capaci di far vibrare luci e ombre.

Con una sensibilità analoga, Epaminonda realizza articolate installazioni che intersecano piani e visioni poetiche, in cui la meticolosa ricercatezza formale convive con le dimensioni del non finito. Nei suoi tableaux le superfici si riflettono, il reale diventa astratto e l'astratto diventa reale, sulla base di precisi schemi architettonici da lei progettati. L'artista offre uno spazio introspettivo, ricco di simbologie in cui il passato e il presente si fondono in un continuum senza tempo. Nella serie di mostre numerate e intitolate "volumi" (2009-in corso), questo interesse per i sistemi di associazione e ricontestualizzazione si combina con l'inclusione di oggetti sia trovati che prodotti artigianalmente. L'artista li accosta e crea nuovi significati, sperimentando con materiali e processi di lavorazione: da tale sperimentazione, ad esempio, è nata la versione in marmo Verde Luana della Portinaia (1883-84) di Rosso, realizzata presso l'azienda Henraux con avanzate tecniche di lavorazione 3D e l'intervento di abili maestranze.

Manualità e robotica, umanità e industrializzazione sono riorganizzati attraverso il prisma dell'immaginazione. In un tempo che ci appare sempre più diviso e incerto, Epaminonda interviene sui confini con poesia e delicatezza, ricordando con le sue composizioni non solo l'importanza della connessione tra pensieri e tradizioni culturali diverse ma anche il valore e la qualità che possono assumere nuovi mondi possibili.... leggi il resto dell'articolo»

La mostra è tra gli eventi di Milano Art Week 2024 (8 – 14 aprile), la manifestazione diffusa coordinata dal Comune di Milano in collaborazione con miart, la fiera d'arte moderna e contemporanea di Milano, che mette in rete le principali istituzioni pubbliche e private, con un programma denso di attività e progetti, arricchendo il panorama culturale della città con eventi collaterali che riconfermano Milano come luogo privilegiato per l'esplorazione e l'indagine dei linguaggi contemporanei.

Si ringrazia la Galleria Massimo Minini per il sostegno alla realizzazione della mostra.

Fondazione Henraux Sculpture Commission
La Fondazione Henraux Sculpture Commission è un riconoscimento annuale, avviato in occasione dell'edizione 2023 di miart, fiera internazionale d'arte moderna e contemporanea di Milano. Il premio prevede la commissione di un'opera in marmo a un artista selezionato in fiera, da realizzarsi nel corso di una residenza presso la sede della Fondazione a Querceta di Seravezza (LU).
La giuria della prima edizione, composta da Edoardo Bonaspetti, Massimiliano Gioni, Gianfranco Maraniello e Catherine Nichols, ha premiato Haris Epaminonda per la sua capacità di combinare la storia con nuove visioni del futuro. Già vincitrice del Leone d'Argento alla Biennale di Venezia del 2019, Haris Epaminonda ha esposto in prestigiose istituzioni, tra cui Secession, Vienna; Aspen Art museum; CAAC, Siviglia; Le Plateau, Frac ile de France; MoMa, New York e Tate Modern, Londra.

Fondazione Henraux
La Fondazione Henraux è stata costituita nell'aprile 2011 per volontà di Paolo Carli, Presidente di Henraux S.p.A., che dal 2003 è alla guida dell'azienda. La Fondazione ha il compito di promuovere la tradizione e la lavorazione del marmo nei diversi ambiti delle arti visive. L'istituzione sostiene progetti artistici e culturali, pubblici e privati, attraverso iniziative rivolte sia alla sperimentazione artistica e tecnologica sia alla conservazione e valorizzazione del patrimonio storico e produttivo del marmo.
In questi anni ha realizzato una serie di importanti eventi espositivi e ha collaborato con prestigiose istituzioni come Fondazione Furla, Fondazione Pirelli HangarBicocca, Gallerie d'Italia, GAMeC, High Line Art e TBA21-Academy. Dal 2012 la Fondazione organizza il Premio Internazionale di Scultura Henraux. L'iniziativa, dedicata ad artisti under 40, è il risultato di un percorso progettuale inteso a valorizzare talenti e a costruire uno spazio di confronto sulla contemporaneità.

Come affermato dal presidente Paolo Carli: "Puntiamo a un deciso rilancio della scultura e della lavorazione artistica del marmo e le prestigiose collaborazioni che abbiamo attivato vanno proprio in questa direzione che, del resto, rappresenta il principale obbiettivo della Fondazione impegnata nella valorizzazione del proprio patrimonio storico, artistico e produttivo".
Direttore Artistico della Fondazione Henraux dal 2018 è Edoardo Bonaspetti.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Haris Epaminonda vol. XXXI: Futurism Drama

Milano - Galleria del Futurismo, Museo del Novecento,

Apertura: 10/04/2024

Conclusione: 12/05/2024

Organizzazione: Fondazione Henraux e Museo del Novecento

Curatore: Edoardo Bonaspetti

Indirizzo: piazza Duomo 8 – 20123 Milano

Orario: martedì-domenica 10.00-19.30 | giovedì 10.00-22.30

Biglietto unico per Museo e mostre temporanee: Intero € 5,00 | Ridotto € 3,00

Per info: +39 02 884 440 61 | C.museo900@comune.milano.it



Altre mostre a Milano e provincia

Arte contemporaneamostre Milano

"Lady Oscar" al Museo del Fumetto

Il Museo del Fumetto "Wow Spazio Fumetto" in viale Campania a Milano, in occasione dei 45 anni di uscita, in Italia, del cartone "Lady Oscar", espone due dipinti di Albert Edwin Flury. leggi»

25/05/2024 - 15/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Paolo De Stefani. Sezione Aurea

Galleria Manifiesto Blanco presenta la mostra personale di Paolo De Stefani "Sezione Aurea - Luogo ancestrale. Forma architettonica. Spazio vuoto". leggi»

24/05/2024 - 22/06/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Claudio Onorato. Semplici prodigi

Il prossimo mercoledì 29 maggio, presso ON HOUSE MILANO, sarà inaugurata la mostra dell'artista Claudio Onorato dal titolo "Semplici prodigi". leggi»

29/05/2024 - 12/07/2024

Lombardia

Milano

Architettura Designmostre Milano

Gae Aulenti (1927-2012)

Dal 22 maggio 2024 al 12 gennaio 2025 Triennale Milano presenta la mostra Gae Aulenti (1927-2012), realizzata in collaborazione con l'Archivio Gae Aulenti. leggi»

22/05/2024 - 12/01/2025

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

L’arte di collezionare. Non si fa in tempo ad avere paura

Dal 29 al 31 maggio 2024, Deutsche Bank a Milano – Bicocca ospita "L'arte di collezionare. Non si fa in tempo ad avere paura", evento nell'ambito di MuseoCity Spin-off. leggi»

29/05/2024 - 31/05/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

Cesare Fullone. Per Aspera ad Astra

La serie Soldati di Cesare Fullone torna dal 29 maggio al 29 giugno 2024 a Milano da galleria Fabbrica Eos e al Comune di Milano. leggi»

29/05/2024 - 29/06/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

In Contemporanea

Dal 28 maggio al 27 giugno 2024, Spazio HUS accoglie la mostra collettiva "In Contemporanea", a cura di Denis Jovanovic Romagnoli. leggi»

28/05/2024 - 27/06/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte modernamostre Milano

Felice Carena

Intesa Sanpaolo apre al pubblico dal 17 maggio al 29 settembre 2024 nel suo museo di Milano delle Gallerie d'Italia, la mostra "Felice Carena". leggi»

17/05/2024 - 29/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Steve Hubback. Metalkymist: Forged from Dreams

Per la mostra "Metalkymist: Forged from Dreams" presso ERRATUM di Milano, Steve Hubback presenta nuove creazioni in bronzo, alluminio e acciaio inossidabile. leggi»

04/06/2024 - 05/06/2024

Lombardia

Milano